Lo chef Di Giacinto del ristorante All’Oro a Roma: ‘Uno tsunami sui ristoranti gourmet. Il 40% delle aziende non reggerà’

Lo chef Di Giacinto del ristorante All’Oro a Roma: ‘Uno tsunami sui ristoranti gourmet. Il 40% delle aziende non reggerà’

Lo chef Di Giacinto, All’Oro: ‘Uno tsunami anche sui ristoranti gourmet’. Con tutta la potenza di uno tsunami, l’emergenza sanitaria prima ed economica poi causata dal Coronavirus si è abbattuta sulla ristorazione, gourmet compresa. Non poteva usare una metafora più calzante lo chef Riccardo Di Giacinto, che 13 anni fa aprì in via Duse il suo ristorante “All’Oro“, oggi vicino piazza del Popolo. “Chi pensa che il comparto dei ristoranti gourmet non risentirà particolarmente della crisi è beato – ha detto in un’intervista – L’ottimismo mi ha sempre contraddistinto, ma credo che i prossimi due anni saranno veramente critici, ci sarà uno tsunami economico devastante”.

Ancora sui ristoranti gourmet: “E’ vero che in questi locali i tavoli sono distanziati ma il problema sarà che col turismo fermo e i romani che perderanno il lavoro o andranno in cassa integrazione, i tantissimi ristoranti della città dovranno spartirsi una torta molto piccola”.

Di Giacinto ha aperto altri due locali, tre anni fa, al sesto e settimo piano della Rinascente di via del Tritone a Roma, MadeIteranneo e Up Sunset Bar. Per uno chef imprenditore come lui le preoccupazioni sulla ripresa sono tante, sulla stessa linea di un altro colosso come lo chef Antonello Colonna. Sulle misure economiche di sostegno al settore, afferma: “Si parla di prestiti a 6 anni, ma secondo me è una follia. E’ vero che il preammortamento è in due anni ma noi sicuramente metteremo i soldi dentro le aziende, sia quelli dei prestiti che quelli personali. Un prestito – continua – deve essere dato a 15 anni se si vuol veramente dare un aiuto a un’azienda. Poi si dovrebbe sicuramente defiscalizzare e snellire la burocrazia. Altrimenti tra 2 o 3 anni, secondo me, il 30/40 % delle aziende rimarrà a terra“.

La casa di All’Oro, in via Pisanelli, è The H’All Tailor Suite, hotel a 5 stelle: “Noi possiamo anche riaprire l’hotel ma finché non riaprono le regioni, non si riattivano i trasporti, è impensabile che verrà qualcuno. Quanti verrebbero dalla provincia di Roma a fare un weekend nell’hotel 5 stelle?”.

Bene invece misure di sostegno come l’aumento di concessione di suolo pubblico per i tavoli all’aperto: per ripartire “la ricetta è semplicissima: lasciar lavorare. Lo spirito – conclude lo chef stellato – deve essere fare quadrato, lavorare a testa bassa e aiutarci”.

About author

You might also like

Mammò Roma, pastrami come in America e salumi della Tuscia nel nuovo street food di Trastevere

Mammò Roma tel. 06 9652 4894 Dal 17 marzo scorso a Trastevere, in via Benedetta, potete trovare street food misto italiano e americano. Bagel, pastrami, ma anche salumi della Tuscia e maiale …

Le Panier Roma, dal laboratorio del Ghetto la colazione gourmet arriva a domicilio

Le Panier Roma, colazione gourmet a domicilio. Tel. 3938327023. Il food delivery, il cibo recapitato direttamente a casa e pronto da mangiare, è una comodità a cui tutti almeno una volta …

O’Vino a Roma, l’osteria che mancava al Pigneto

O’Vino Roma, Pigneto. Tel. 3363683285. Al Pigneto si sa l’offerta gastronomica è molta, ma la qualità scarseggia, soprattutto se parliamo di cucina tradizionale (tranne alcune eccezioni di cui vi abbiamo dato conto). Eppure capita …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply