Nina Trulli Resort: nella Valle d’Itria la masseria di charme che coniuga ospitalità, autoproduzione e ristorazione

nina trulli resort puglia

Nina Trulli Resort. Due ettari e mezzo nella Selva di Fasano, in una posizione strategica e centrale rispetto alle città di Monopoli, Polignano a Mare e Alberobello, ospitano Nina Trulli Resort – Masseria S.Francesco, un antico monastero del 1730 al tempo dedito all’agricoltura, alla pastorizia e alla preghiera. Nel 2010 l’attuale proprietà ha iniziato gli attenti lavori di ristrutturazione che hanno portato, nel 2016, alla nascita del Resort, dopo una trasformazione rispettosa della struttura e dei materiali originali del complesso.

nina trulli resort puglia

Gli undici trulli che un tempo ospitavano la stalla degli animali, i locali di stagionatura di salumi e formaggi e quelli per la conservazione dei grani sono stati preservati nelle peculiarità delle loro originarie destinazioni d’uso e arredati in maniera essenziale ed elegante, con elementi della memoria pugliese che convivono con dettagli dal respiro contemporaneo. Oggi queste tipiche costruzioni rurali ospitano sette camere, tre suite, tre junior suite e una matrimoniale superior, mentre la cappella di S.Francesco, sconsacrata, è la reception della struttura. La zona del ristorante e della cucina, invece, sorgono rispettivamente in quelli che un tempo erano gli spazi abitativi e quelli dedicati alla trasformazione delle materie prime.

nina trulli resort puglia

È una continuità storica e territoriale quella che caratterizza Nina, non solo nella struttura, bensì nelle attività svolte in quest’oasi di pace immersa nel verde, separata dai campi circostanti da soli muretti a secco.
Sebbene l’ospitalità sia il cuore del progetto al Nina Trulli Resort, oggi lo è anche la produzione agricola che nutre un’interessante offerta ristorativa: quella di Orto il Ristorante. I terreni coltivati di proprietà della struttura producono frutti, tra cui il melograno (dal quale il laboratorio Infuso Natura di Cocumola (LE) produce un condimento agrodolce per il ristorante), specie orticole autoctone e uva dei vitigni Primitivo e Baresana, vitigni tipici del terroir della zona, che presto potrebbero essere protagonisti di una piccola produzione vitivinicola.

nina trulli resort puglia

Il racconto autentico del territorio pugliese inizia proprio dal progetto dell’orto, continua nello studio attento del prodotto e nella selezione delle migliori espressioni di questo territorio per manifestarsi nelle proposte della cucina. Nina Trulli Resort collabora infatti con BiodiverSo, progetto integrato per la “Biodiversità delle Specie Orticole della Puglia (BiodiverSO)”, finanziato dall’Unione Europea e coordinato dal Dipartimento di Scienze Agro-Ambientali e Territoriali dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, che promuove la cultura della Biodiversità delle specie orticole della regione.
L’Almanacco BiodiverSo raccoglie 122 varietà locali, appartenenti a 31 specie orticole a rischio di estinzione o erosione genetica, molte delle quali coltivate in piccoli orti familiari da decenni partendo da semi autoprodotti. È il progetto stesso ad affiancare Nino Ricco, Orticoltore di Orto il Ristorante, nella coltivazione di alcune di queste specie, fornendogli talvolta i semi, oltre al know how e a un preciso calendario delle coltivazioni, come quella del pomodoro Prunill e del Fagiolino pinto di Noci, per citarne alcune.

nina trulli resort puglia

La proposta ristorativa, che accompagna gli ospiti della struttura dal momento della colazione fino alla cena ed è rivolta anche al pubblico esterno, nasce in realtà nel 2016, con l’apertura del Resort. Solo da giugno 2020, però, Orto il Ristorante si è trasformato in un progetto di vera e propria valorizzazione delle produzioni locali e delle eccellenze pugliesi, caratterizzato dalla centralità dell’elemento vegetale e guidato dalla consulenza della chef Cinzia Mancini di Bottega Culinaria a San Vito Chietino (Chieti) che porta avanti un progetto di lavoro sul territorio abruzzese. Gli ingredienti utilizzati per le preparazioni di Orto il Ristorante vengono autoprodotti internamente alla struttura oppure attentamente selezionati da piccoli produttori locali. È il caso del Salumificio Santoro a Marinelli che fa parte dei produttori che hanno dato vita all’Associazione del Capocollo di Martina Franca, per tutelare la produzione di questo salume caratteristico, o de Il Carro Masseria di Puglia a Putignano, allevamento biologico di capre e caseificio che affina i suoi formaggi in grotta di come il Blu, il Pecorino Pugliese o A’ninetta al carbone vegetale. Le carni invece sono di Varvara – fratelli di carne, macellai da cinque generazioni che allevano pecore di razza Gentile di Puglia e Altamurana e vacche di razza Podolica, le cui carni sono ricercate dai grandi chef di tutta Italia.

nina trulli resort puglia

La struttura di Orto il Ristorante si articola nella zona centrale del Resort tra una sala interna e uno spazio esterno, sul quale si affaccia la cucina. Il lavoro della brigata di cucina, composta da giovanissimi e capitanata dalla chef Paola Alemanno, inizia dal momento della colazione.

nina trulli resort chef paola alemanno

La cucina dà il buongiorno agli ospiti con una selezione di piccole creazioni dolci e salate che variano di giorno in giorno: pan brioche con farina di carrube, pan brioche dolce, crostata di marmellata e frutta di stagione, torta caprese, mini cake di carota, mini krapfen alla crema e marmellate; prodotte da Infuso Natura con la frutta del Resort; burro montato e crema di nocciole. Dal menu Buongiorno è possibile arricchire la propria colazione con una selezione di bevande, tra le quali non può mancare il tipico caffè leccese, caffè in ghiaccio con latte di mandorla, frutta fresca, o altre proposte come le paste da latte – multicereali e al cacao – del Forno Spacciagrani di Conversano, due Pani per la guida Pani & Panettieri del Gambero Rosso, che per il Resort cura gran parte della proposta di panificati. La giornata all’interno di Nina Trulli si svolge all’insegna della pace e del relax: i suoni che fanno da padroni sono quelli della natura della campagna circostante.

nina trulli resort puglia

Il menu di Orto il Ristorante, per il pranzo e per la cena, comprende le proposte à la carte, vegetali, di carne e di pesce, e due menu degustazione che variano tre volte nel periodo di apertura, da fine marzo a fine ottobre: Degustazione dell’orto e Degustazione del territorio. La Degustazione dell’Orto permette di fare esperienza delle materie prime autoprodotte raccontate, piatto dopo piatto, con creatività ed eleganza, dalla cucina prima e dalla sala, guidata dal sommelier e F&B Manager Claudio D’onghia, poi. A ogni portata viene ribadito il rispetto per la stagionalità dei prodotti e per l’autentica tradizione pugliese reinterpretata in chiave decisamente contemporanea, ma con una semplicità funzionale alla massima espressione dell’ingrediente. La pasta fresca da Orto riveste un ruolo importante, ed è Madia Barnaba a farsi portavoce dei ricordi e dei piatti della tradizione locale e a curare la produzione di pane, pasta fresca oltre a tenere le Cooking Class dedicate.

nina trulli resort

Tra le sette proposte ora in degustazione: i Tortelli di cialledda in acqua di pomodoro, pasta fresca all’uovo, cialledda pugliese, tipica della tradizione contadina e acqua di pomodoro; Pomodoro e kimchi,
con kimchi di verdure dell’orto e ancora i Ravioli di caciocavallo stravecchio, cipolla margherita e alloro con fonduta di caciocavallo stravecchio, cipolla margherita, gel di alloro. Si conclude con Carota, un dolce a base di farina di carrube, carota in più consistenze e curcuma, che esprime la dolcezza naturale di questa radice senza l’aggiunta di zuccheri. I piatti sono serviti in ceramiche interamente fatte a mano a Fasano e il fil rouge pugliese non si spezza neanche nell’abbinamento con i vini che sono esclusivamente regionali.

nina trulli resort puglia

Interessante è anche la proposta del pool lunch se si decide di trascorrere la giornata nella piscina della struttura. Cinque portate perfette per una pausa pranzo veloce e gustosa: Tartare di gambero rosso di Mazara del Vallo e stracciatella affumicata; Panino con polpo, ciabatta di semola, polpo, limone, melanzane grigliate e salsa verde; il Gazpacho di anguria e pomodoro; Sushi vegetale e la Cialledda di frisa d’orzo.

nina trulli resort puglia

Le proposte del Pool lunch possono essere integrate con quelle dell’aperitivo e dello spuntino, che includono anche la selezione di salumi e formaggi di Puglia e possono essere accompagnate dai cocktail Specials nati dalla collaborazione dei ragazzi de Il Giardino sotto il naso e perfetti al tramonto. Un bartender professionista e un’animatrice ambientale che si occupano della preparazione di liquori, infusi e nuovi ingredienti liquidi per la miscelazione e creazione di cocktails “selvatici” esaltano le erbe di Nina Trulli Resort per dare vita a interessanti creazioni. Ne sono un esempio il Gin & Tonic ai limoni di Nina, con gin aromatizzato ai limoni di Nina Trulli e acqua tonica e il Gin & Tonic dell’Orto con gin Muma, che contiene acqua del Mar Mediterraneo, ed estratto di erbe.

La cura per l’accoglienza e l’offerta dell’ospitalità di Nina Trulli Resort viene coronata da alcune esperienze che gli ospiti possono scegliere di vivere: dalla private dinner nell’Orto ai corsi di cucina passando per la Beauty & Wellness e Yoga & Training Experience.

Nina Trulli Resort. Contrada Tortorella, Monopoli (BA). Tel. 080 2226831. Sito Web, Instagram
Orto Il Ristorante a Nina Trulli Resort. Sito Web, Instagram