La cena di Puntarella Rossa da Hiromi La Maison a Roma dell’8 maggio 2024: Puntarelle d’Oro in tour

Cena da Hiromi La Maison a Roma. Continua la serie di cene organizzate da Puntarella Rossa in alcuni dei locali premiati come Puntarella d’Oro 2024, ovvero le migliori nuove aperture in città nell’ultimo anno.

Il terzo appuntamento è fissato per mercoledì 8 maggio 2024 da Hiromi La Maison, premiato nella categoria “Cucina Internazionale”, il ristorante aperto nell’estate 2023 dal gruppo che aveva già fondato la bella e buona pasticceria Hiromi Cake, portando la pasticceria giapponese a Roma. Hiromi La Maison è sì un ristorante, ma è un luogo da vivere in diversi momenti della giornata: un ambiente in cui immergersi e fare un viaggio in Giappone.

Per la cena con Puntarella Rossa, il maestro Aiuchi Takehiko di Hiromi ha ideato un menu degustazione di cucina Kaiseki, considerata la più alta espressione della gastronomia giapponese per il connubio tra raffinatezza estetica e spiritualità che ha accompagnato la lunga storia della sua
evoluzione. Il maestro, inoltre, sarà presente e disponibile per chiarimenti e curiosità.

 

Quando: l’8 maggio 2024
AGGIORNAMENTO: viste le numerose richieste, ci sarà un secondo appuntamento, il 15 maggio 2024, stessa formula e stesso menu

Dove: da Hiromi La Maison, via Reggio Emilia 24, Roma.
Si può prenotare chiamando direttamente il ristorante allo 06 88936084
POSTI LIMITATI

Prezzo del menu: 55 euro, bevande escluse (possibilità di cocktail/sakè pairing)

 

Il menu della cena da Hiromi La Maison a Roma

hiromi la maison roma

Dicevamo che il menu è un vero e proprio viaggio nella cucina Kaiseki, che si concentra sulla presentazione
artistica e l’equilibrio dei sapori. I piatti sono presentati in un ordine specifico per esaltare i sapori e l’estetica del pasto.

IL MENU DEGUSTAZIONE:

Saki Zuke – Benvenuto dello chef
Sunomono: tipica insalata giapponese a base di cetrioli e alghe wakame, accompagnata da salmone, orata, gamberi, anguilla, kanimi e servita con succo di limone e ravanello tagliato sottile

Kosai – Aperitivo
Zuke cirashi: bowl di riso e bamboo ricoperta di tamago con selezione di pesce crudo (salmone, tonno e orata) e una guarnizione di ikura, funghi shitake e fagiolini

Zensai – Antipasto di cinque portate in un unico piatto
Nanbanzuke: frittura dorata di pesce (salmone, spigola, calamaro e gambero), in brodo di dashi con cipolla e carote
Kinpira: carote alla julienne stufate in una salsa a base di sesamo, con loto e gamberi saltati
Nuta ae: tipico condimento giapponese a base di miso, dashi e aceto di riso con il quale viene accompagnato il pesce (tonno, salmone e gamberi)
Goma ae: contorno di verdure (spinaci, carote, fagiolini e broccoli) con dressing di sesamo, arricchito con petto di pollo
Cha-soba: spaghetti di farina di grano saraceno al tè verde, serviti in un brodo freddo a base di soia e dashi

Otsukuri – Selezione di sashimi
Orata flambé in salsa ponzu, salmone in brodo di kombu e tonno marinato in salsa zuke e zenzero

Yakimono – Pesce grigliato
Salmone grigliato in salsa ponzu

Agemono – Fritto alla giapponese
Agedashi tofu: cubetti di tofu in una leggera panatura fritta, servito in brodo dashi con negi finemente tritata e daikon grattugiato.

Shokuji – Portata principale
Temari: sfera di pesce crudo (tonno).
Chu maki (medio maki): due porzioni di sushi veg (fagiolini, carote, funghi shitake, spinaci e tofu inari) e due di sushi al salmone, cotto e marinato in una salsa a base di soia e funghi shitake e accompagnato da kanimi, tamago, spinaci, carote, fagiolini
Inari: fagottino di tofu fritto con salsa agrodolce e ripieno di riso
Cha Kin: crepes di tamago con cuore di gambero e un ripieno di riso condito con funghi shitake marinati e bamboo

Takiawase – Contorno
Nimono: stufato di bamboo, loto e funghi shitake in brodo dashi

Dessert
Daifuku mochi alla fragola

Hiromi La Maison

hiromi la maison roma

Da quando ha aperto, Hiromi La Maison ha catalizzato l’attenzione di romani e non per la vasta scelta di proposte che offre. Qui infatti si tengono corsi di lingua e calligrafia giapponese, lezioni di pasticceria tradizionale, degustazioni di sakè. Non a caso, ha la più grande esposizione di sakè in Italia che funge sia da enoteca (comprare e portar via) che da sakè bar, consumando la bevanda sul posto e scegliendo tra 25 sakè alla mescita e fino a 160 sakè in carta. Un ruolo importante è affidato anche alla mixology, con preparatissimi bartender che hanno studiato cocktail dallo spiccato taglio giapponese, con sakè, whisky, gin o rum nipponici e altri ingredienti tipici a base di miso, shōchu o wasabi.

Nel pomeriggio è poi il momento della cerimonia del tè, senza scarpe e inginocchiati sul tatami, fatto arrivare appositamente dal Giappone.

Torniamo però alla cucina, che dicevamo è guidata dal maestro Aiuchi Takehiko, che ogni mattina prepara il brodo dashi. Alcuni dei suoi piatti, che troviamo nella sezione “Tradizionali” del menu, fanno parte della tradizione culinaria della regione del Kansai. C’è poi una sezione dedicata al ramen e alle zuppe giapponesi e naturalmente ampio spazio per il sushi, tra roll, nigiri, sashimi, uramaki e hosomaki. Alla guida della sala, invece, troviamo la brava Fiammetta Oliverio.

hiromi la maison roma

Il tutto all’interno di un ambiente esteticamente davvero bello e arricchito da una zona esterna (ma coperta) con il suggestivo giardino zen, realizzato dall’artista Akiyama Nobushige, direttamente dall’istituto culturale giapponese. Una vera e propria installazione artistica ispirata ai giardini zen nipponici.

Hiromi La Maison. Via Reggio Emilia 24, Roma. Tel. 06 88936084. SitoFacebookInstagram 
Aperto tutti i giorni dalle 12 alle 2

 

Seguici sui social: Facebook e Instagram

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*