Sancho a Roma, la mitica pizzeria di Fiumicino raddoppia e apre a Prati

sancho a roma

Sancho a Roma. La storica pizzeria al taglio di via di Torre Clementina a Fiumicino sbarca nella Capitale. Solo pochi giorni fa è apparso l’annuncio social della nuova location e da quel momento gli utenti si sono scatenati per cercare di capire quale fosse la nuova casa romana di Sancho. La risposta è Prati, in via Giuseppe Gioacchino Belli 3/A. L’apertura è il 27 di maggio 2024. Una scelta che non stupisce considerando che il quartiere sta vivendo una vera e propria rinascita dal punto di vista gastronomico, anche in vista dell’imminente Giubileo e dell’evidente e necessario exploit dello street food.

Sancho a Roma

Mi aspettavo che il nostro arrivo fosse atteso, ma non così tanto. Ricevo centinaia di messaggi ogni giorno da persone che vogliono sapere l’indirizzo. E’ un continuo rispondere”, ci spiega Emiliano Di Lelio, figlio di Franco, detto Sancho, come Sancho Panza, soprannome che ha ereditato dal papà e che ha poi scelto come nome dell’attività. Un entusiasmo che in realtà non stupisce, perché Sancho non è solo una pizzeria, ma un’istituzione. Dietro questo locale c’è una storia di tradizione familiare, quella della famiglia di Lelio, che si occupa di ristorazione da tre generazioni.

Sancho a Roma Prati

Meglio però non parlare di “arte della pizza” con Di Lelio, restio a identificare il lavoro di famiglia in questi termini: E’ vero che abbiamo scritto un pezzo di storia, ma non sono mai contento quando parliamo di ‘arte della pizza’ perché a volte sembra che ci stiamo dando un tono che non ci appartiene. Siamo degli artigiano e ci piace essere definiti tali. Dovremmo concentrarci un po’ di più sul fare le cose buone e genuine”.

Leggi anche: Nuove aperture a Roma maggio 2024

La nuova sede di Sancho a Roma

Sancho a Roma

Il locale è la stessa misura di quello di Fiumicino. Non dico un copia e incolla perché a livello di arredamento sarà leggermente diverso, più moderno, ma grosso modo è inteso con lo stesso concept”, aggiunge Di Lelio. La location era già nel mirino da un po’ di tempo perché a Prati c’è un grosso sviluppo dal punto di vista gastronomico. E’ subito a ridosso del centro, se non vogliamo considerarlo già tale. E’ un posto strategico”.

La pizza di Sancho

la pizza di Sancho

Passando alla pizza, gli affezionati della sede di Fiumicino possono stare tranquilli: La pizza rimarrà la stessa, una fotocopia di ciò che è Fiumicino sarà a Roma. Abbiamo quei gusti iconici che facciamo sempre e poi in base alla stagione ci sono quelli che cambiamo”, conferma Emiliano. Non mancheranno la rossa e la margherita o le pizze di mare come la polpo e patate, quella con seppie e piselli o la patate e ventresca di tonno. Poi ci saranno i fritti, come i supplì e le frittatine di pasta. Negli ultimi dieci anni la lavorazione di questa pizza ha raggiunto l’apice, con una ricerca minuziosa in termini di materie primefarine scelte e lievitazione. Gli impasti sono creati con farina semi integrale di tipo 2, che regala alla pizza un bel colore dorato, con un impasto croccante che racchiude o sostiene le farciture che l’hanno resa celebre. Una pizza “scrocchiarella, bona, gonfia e bella, che fa sorride la gente dal 1969”, come la descrive la famiglia Di Lelio.

Sancho a Roma. Via Giuseppe Gioacchino Belli 3/A, Roma. Sito. Facebook. Instagram.

 

Seguici sui social: Facebook e Instagram

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*