Barilla abbassa i prezzi: fino alla fine del 2024 tagli su pasta e biscotti 

barilla abbassa i prezzi

Barilla abbassa i prezzi. Barilla ha comunicato una riduzione dei prezzi, su un’ampia gamma dei suoi prodotti, a partire da febbraio e fino alla fine del 2024. La decisione della storica azienda arriva in seguito all’aumento dei prezzi nel mercato, segnale lampante dell’inflazione, e che ha tra le sue conseguenze il taglio alla spesa da parte delle famiglie italiane, che potrebbero rinunciare ad alcuni dei prodotti del marchio.

Leggi anche: La bufala del pane al ristorante portato subito per farci spendere di più

Tagli dal 7 al 13%

barilla abbassa i prezzi

Si tratta di tagli dal 7 al 13%, un abbassamento che “riguarderà non solo i famosi Spaghetti n. 5 ma gran parte dell’assortimento della pasta. Poi ci sono molti prodotti Mulino Bianco, biscotti, merendine, fette biscottate, pani. Ma anche alcuni articoli della Pavesi, come le Gocciole, brand di proprietà del gruppo”, spiega l’azienda in una nota stampa. Una scelta dettata dal “senso di responsabilità con il quale la Barilla opera, da sempre, al fine di onorare e vedere confermata la fiducia che le persone e gli stakeholder di riferimento riconoscono, da 147 anni, all’impresa e ai suoi brand”. Quindi una mossa causata dall’inflazione, ma allo stesso tempo anche per migliorare l’immagine del marchio.

Tornando al prezzo dei beni alimentari, come riporta Il Sole 24 Ore, le stime preliminari dell’Istat registrano un’accelerazione della crescita media annua: +9,8% nel 2023, rispetto al +8,8% del 2022.

 

Seguici sui social: Facebook e Instagram