Nuove aperture a Roma aprile 2022: il pesce alla brace di Dogma e la cucina familiare di Mamma Orso

Foto di Andrea Di Lorenzo

Nuove aperture a Roma aprile 2022. Nonostante il momento ancora difficile, la ristorazione romana risponde con nuove aperture e interessanti progetti per inaugurare la primavera 2022. Ci piacciono i giovani al timone di realtà che fanno ben sperare, come Dogma all’Appio Latino che punta sulla cottura al brace e sul pesce. E ancora Mamma Orso a piazza Bologna, zona non certo rinomata per la sua offerta gastronomica, che con i suoi spazi accoglienti e un’appetitosa proposta promette di diventare un rifermento per il quartiere. E poi c’è il ritorno di Davide Puleio a Roma, con il suo Pulejo a Prati. Movimento anche ai Castelli Romani: negli ultimi due anni la zona ha dato vita a progetti che stanno andando bene, come Sintesi ad Ariccia o La Camera da Pranzo a Monteporzio Catone. A Frascati, invece, sta per aprire Contatto di Luca Ludovici.
Da segnalare (torniamo in città) il cambio di timone da Marzapane. Dopo il trasferimento al Flaminio avvenuto lo scorso anno, si conclude il rapporto con gli chef Francesco Capuzzo Dolcetta e Guglielmo Chiarapini. Al loro posto, da settembre prossimo, alla guida del locale di Mario Sansone arriva Tommaso Tonioni che negli ultimi tempi si era dedicato al progetto Arso da Pulicaro ad Acquapendente, in provincia di Viterbo, e ora porta la sua “cucina primordiale” a Roma.
E poi ci sono novità anche in via del Pellegrino. Qui, dal 1932, c’è la Trattoria Settimio, la cui gestione è passata a Leonardo Vignoli di Cesare al Casaletto, che porterà la sua esperienza di oste dando però continuità alla storia di questo locale. Al momento è tutto work in progress e il “nuovo” Settiminio non aprirà prima di metà maggio.

Nuove aperture a Roma aprile 2022

Dogma – Appio Latino

Dogma Roma - ph Andrea Di Lorenzo
Foto di Andrea Di Lorenzo

All’Appio Latino la primavera ha portato una brezza di novità. Dogma è il nuovo ristorante della coppia, anche nella vita, composta da Alessandra Serramondi e Gabriele Di Lecce (classe ’95 e ’94), che dopo essersi conosciuti al Tino da Lele Usai, e dopo diverse esperienze maturate, hanno deciso di aprire un posto tutto loro. Dogma ha inaugurato a febbraio 2022, ora dopo un paio di mesi di rodaggio si presenta ufficialmente sul panorama romano, con una proposta ben precisa: protagonista è il pesce, mentre il metodo di cottura intorno al quale gira tutto è la brace. “Il filo conduttore di tutti i miei piatti è il passaggio sulla brace, ma anche la grande attenzione alle materie prime e alla loro trasformazione”, spiega Gabriele, che oltre al pesce non dimentica di valorizzare tutti gli altri elementi: le verdure sono laziali e arrivano dall’orto di famiglia a Maccarese, la pasta e il pane, invece, sono fatti in casa con farine siciliane macinate al momento nel mulino della cucina.

Dogma. Piazza Zama 34, Roma. Tel. 06 86679819. Sito. Facebook. Instagram
Aperto il martedì a cena e dal mercoledì alla domenica a pranzo e a cena

Mamma Orso – Bologna

Mamma Orso Roma

Novità anche in zona piazza Bologna, per la precisione in via Arezzo, dove ha da poco aperto i battenti Mamma Orso, ristorante che racconta la cucina italiana con una brigata under 35. Dietro al progetto Ciro Del Pezzo e Andrea Longo (più un terzo socio l’artista-tatuatore Damiano Lucidi), rispettivamente ai fornelli e in sala, partiti dai concetti di famiglia (si lavora solo a cena e la domenica è sempre festa) e di sostenibilità, che – spiegano – non è solo del prodotto ma anche dei valori umani. L’ambiente è volutamente familiare, un po’ casa della nonna, con arredi vintage, dalla tovaglie alle porcellane. Trenta i coperti interni, con vista sulla cucina, e circa 15 nel dehors. Grande attenzione per i fornitori, un po’ da tutta Italia: dai volatili dell’azienda agricola Moncucco nel vercellese alle carni di più grande pezzatura de La Granda, sempre in Piemonte, Gnessi Teresa invece per gli ovini, per citarne alcuni. Le verdure arrivano quotidianamente dal banco del mercato nel quartiere Montesacro. Per le carni, si prediligono i tagli meno nobili e per i pesci quelli meno conosciuti, come il midollo di manzo, il grasso di agnello (ricavato dalla sua “copertina”) fino al Lardo di mare con seppia, una preparazione che unisce terra e mare grazie alla salamoia, di solito impiegata per gli insaccati, con cui si cospargono le seppie. Menzione anche per la carta dei vini, che alterna diverse piccole realtà (anche del Lazio) e grandi nomi dell’enologia italiana.

Mamma Orso. Via Arezzo 17, Roma. Tel. 06 97277922. Facebook. Instagram
Aperto tutti i giorni a cena, il sabato a pranzo. Chiuso la domenica

Caffetteria Massimo e Ristorante Livia – Repubblica

Livia - Massimo Roma

All’interno del Museo Nazionale Romano a Palazzo Massimo ha recentemente inaugurato un grande spazio ristorativo, con terrazza e dehors, firmato dal Gruppo Camst. Si parte dalla Caffetteria Massimo, che si presenta come un bar di quartiere ma dal respiro cosmopolita, che apre le sue porte già dalle 7 di mattina con le colazioni, dolci e salate, da consumare al bancone o nell’area relax dedicata al coworking. Ogni ora vengono sfornati pane, pizza, panini e per pranzo arrivano piatti espressi sia caldi che freddi. Al piano superiore c’è Livia, il ristorante dedicato alla figura di Livia Drusilla (imperatrice moglie di Augusto) e decorato con le riproduzioni degli affreschi ospitati a Palazzo Massimo, la cui cucina è affidata da Fulvio Penta. Parte del menu viene condivisa con il bistrot al piano terra, ma qui possiamo trovare anche proposte più strutturate come le fettuccine fatte in casa con ragù bianco d’agnello tagliato al coltello e carciofi, ma c’è spazio anche alla contaminazione con il pollo alla romana alle spezie e peperoni in versione chutney o le polpette di bollito, che si contaminano con la ricetta del pastrami di manzo, accompagnate da insalata coleslaw.

Caffetteria Massimo e Ristorante Livia. Via Giovanni Amendola 6, Roma. Tel. 06 4885617. Sito. Facebook. Instagram
Aperto tutti i giorni dalle 7 alle 24

Olio Santo – Centocelle

Olio Santo Roma - ph Emanuela rizzo (23)
Foto di Emanuela Rizzo

Centocelle, da diversi anni quartiere in rinascita grazie ai locali di qualità che qui hanno deciso di stabilirsi, continua la scia di nuove aperture e lo fa con una vivace proposta di street food pugliese dei due soci Vito Meliota e Maurizio Corsi. Un ampio bancone e un’atmosfera divertente e colorata e tante ricette pugliesi che fanno da vetrina a interessanti produttori della regione, come l’azienda Cervellera e i suoi salumi o i prodotti caseari dell’azienda Nuzzi. Si può scegliere tra la focaccia barese, con pomodoro, olio, sale e origano, e i panzerotti con vari ripieni (dal classico ripieno di pomodoro, mozzarella, sale e pepe, a quello con mortadella, caciocavallo podolico e granella di pistacchio). E ancora il rustico salentino, a base di pomodoro e besciamella, e le focaccine con impasto di patate e condite in diverse varianti. Spazio anche al pasticciotto leccese, uno dei simboli della tradizione dolciaria pugliese. Disponibili servizi di asporto e delivery.

Olio Santo. Via dei Castani 92, Roma. Tel. 06 86878960 – 347 1127621. Facebook. Instagram
Aperto dal lunedì al sabato dalle 10 a mezzanotte, la domenica dalle 18

Pulejo – Prati

pulejo roma
Foto profilo Instagram Pulejo

Dopo tante esperienze in Italia e all’estero e la stella Michelin conquistata a Milano al ristorante Alchimia, Davide Puleio decide di puntare su un progetto suo, tornando a Roma, dove la sua carriera è iniziata. Il 31 marzo ha aperto le porte Pulejo, a Prati, un ristorante intimo (11 tavoli per 30 coperti) e con una carta che, almeno all’inizio, sarà volutamente ridotta. Alcuni piatti, per chi conosce il percorso dello chef, sono una piacevole conferma, come il risotto con zafferano e coda alla vaccinara che nel nuovo locale prende il nome di Mi-Ro, proprio come il treno che collega Roma e Milano. Al piano interrato, si fa strada la cantina, per adesso contenuta ma ben pensata, spaziando dalla Francia ai vini naturali.

Pulejo. Via dei Gracchi 31-33, Roma. Tel. 06 85956532. Sito. Facebook. Instagram
Aperto a pranzo dal martedì al sabato, dalle 12 alle 14.30; a cena dal lunedì al sabato, dalle 19 alle 22.30

Vinificio – Testaccio

vinificio roma 5

Ve lo abbiamo raccontato in anteprima qui, il nuovo progetto “fratello” del Pastificio San Lorenzo. Si chiama Vinificio ed è un grande spazio dedicato ai vini naturali che trova casa nell’ambiente che fino a poco tempo fa ospitava Rec 23. Inaugurato il 16 marzo, Vinificio ha come protagonista proprio il vino naturale, una passione che unisce tutti coloro che fanno parte di questo progetto. Un’importante selezione, in continua evoluzione, che al momento conta oltre 500 referenze provenienti da tutto il mondo, con particolare attenzione alle etichette di Italia e Francia (ma l’obiettivo è raggiungerne 1.000 entro l’autunno 2022). Ad accompagnare, una divertente proposta di tapas e una breve carta di 12 piatti. Infine, musica: quasi ogni sera vengono ospitati dj e artisti.

Vinificio. Piazza dell’Emporio 1, Roma. Tel. 389 1798451. SitoFacebookInstagram
Aperto tutti i giorni dalle 18 alle 2, la domenica dalle 12

Contatto – Frascati

contatto frascati
Foto sito Web Contatto

Le novità non mancano nemmeno ai Castelli. A Frascati, infatti, sta per aprire (la data ufficiale ancora non c’è ma dovrebbe essere intorno alla metà di aprile) il nuovo locale di Luca Ludovici che di esperienze in cucina ne ha da vendere (da Gualtiero Marchesi a Massimiliano Alajmo fino a Michel Roux a Londra, e poi Osteria di Birra del Borgo). Ora inizia il suo progetto, con la compagna e socia Lorena Cavana, che non resta dentro le mura del locale, ma ha come obiettivo qualcosa di più grande: valorizzare la zona, culla di materie prime di qualità, collaborando con i produttori locali. E infatti è il prodotto al centro di tutto: un menu semplice e lineare, pochi ingredienti nel piatto (tre), lavorati con intelligenza e nella loro totalità, anche per ridurre al minimo gli sprechi.

Contatto. Via Gioberti 11, Frascati (Roma). Sito. Facebook. Instagram
Prossima apertura

 

[Foto copertina di Andrea Di Lorenzo per Dogma]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*