The Spirit Milano, cocktail di qualità e lusso a porta Romana

The Spirit Milano, cocktail di qualità e lusso a porta Romana

The Spirit Milano. Un locale bellissimo e ultra elegante, con divanetti in velluto verde, “giochi di luce e specchi stravaganti”, che nelle intenzioni dei proprietari dovrebbero creare un’atmosfera onirica, “un mondo di illusione e magia dove svanisce la percezione dei luoghi e del tempo”. In realtà, la percezione è quella di un cocktail bar raffinato, studiatissimo, decisamente non informale. Percezione che migliora assaggiando i cocktail, straordinari, e verificando la disponibilità e la competenza del personale.

IMG_1050

Dal portone di lamiera scura e spessa, occhieggia un oblò con la scritta The Spirit, che fa intravedere un locale ampio e luminosissimo. A destra il lungo bancone in mogano massello con intarsio in onice retroilluminato e poltroncine color senape. Sovrintende i cocktail il bartender Carlo Simbula. A sinistra una fila di divanetti spaiati, per coppie e gruppi di amici. E’ la prima sala perché poi, superando un gioco di specchi, si accede a un’altra saletta più intima, che può essere anche riservata. Il designer è il venezuelano Juan Carlos Viso, classe 1973, da 20 anni a Milano, con esperienze allo studio Dordoni e con Artemide e Minotti.

the spirit milano banconeIl bar manager è Fabio Bacchi, già al Principe di Savoia di Milano e al Quisisana di Capri, nonché fondatore del magazine BarTales. Completa la squadra Valentina Rizzi, sommelier che ha studiato la carta dei vini.

IMG_1038The Spirit non è solo raffinatezza e gusto estetico: c’è una ricca offerta di etichette rare e pregiate, distillati esclusivi come come il Ron Gran Reserva de la Familia Serrallés della distilleria Don Q di Porto Rico. C’è il Rare Cask” di Macallan, il whisky giapponese Nikka Gold & Gold, il Michter’s 20 Year Old Single Barrel Bourbon. Completano l’offerta piatti di finger food, come la minitartare o i formaggi.

the spirit milano carta cocktailE poi la lista dei cocktail. Ci sono i classici, naturalmente, a 13 euro.

IMG_1033E poi la signature list, a 15 euro. Che vedete sopra. Ottimo il Doppelganger, con il sangue di Morlacco, che ha una storia strana.   un cherry-brandy Luxardo ribattezzato così da Gabriele D’Annunzio nel 1919 in occasione dell’impresa di Fiume, a causa del suo colore rosso-cupo. Tutti i cocktail sono preceduti da minicocktail di benvenuto.

The Spirit Milano, via Piacenza 15, Milano. Tel.  0284570612

About author

You might also like

Pourquoi pas Milano, vera tartare francese e Croque Monsieur come à Paris in corso Garibaldi

Pourquoi pas Milano. Brasserie Café Restaurant. Tel. 02 8053160. In una Milano che sta riscoprendo la nouvelle cuisine e la pasticceria francese (come la recente apertura di L’Éclair de Génie), ha aperto in corso Garibaldi …

Platina Milano, il regno della pasta fresca in Porta Venezia (da asporto o per aperitivo)

Platina Milano. Ha aperto da poco in quel di Porta Venezia, più precisamente in via Lecco 18, Platina, localino informale che accompagna sempre il proprio nome con lo slogan immagina …

Recensioni 1Comments

Ghe Pensi M.I. Milano: birra artigianale, panini e taglieri nel cuore di NoLo

Ghe Pensi M.I. Milano. Il Ghe Pensi M.I., freschissima novità approdata in quello che i milanesi definirebbero il quartiere NoLo (recente acronimo che sta per North of Loreto),  incarna una piacevole ed …