Brylla Roma, wine bar: tredici cose che ci piacciono molto (e cinque no)

Brylla Roma, wine bar: tredici cose che ci piacciono molto (e cinque no)

Brylla Roma, wine bar tel 0685355669Siccome ci annoiava una recensione tradizionale e il posto meritava, ho pensato di propinarvi una listina, una di quelle classifichette che vi piacciono tanto, con i pro, che sono tanti e importanti, e i contro, che son minuscoli. Eccola, buona degustazione.

Tredici cose che ci piacciono di Brylla Roma.

1  Il Coravin Nome misterioso per un aggeggio metallico manovrato con cautela dal personale. Si tratta però di un aggeggio miracoloso, che fa sì che tutte le bottiglie di vino nella carta siano disponibili in mescita. Sì, anche il Barolo e il Barbaresco e l’Amarone e compagnia bella. Perché? Ma perché il Coravin funziona così: c’è un ago che si inserisce nel tappo, si spilla il vino che viene sostituito dall’argon, un gas che va a impedire il contatto con l’aria e quindi l’ossidazione. Fantastico, voi direte: allora me lo compro! Padronissimi, ma si devono sborsare due centoni, vini e argon a parte.

brylla-roma-marcella-capaldo-coravin

2 Il personale La competenza e la passione della proprietaria e sommelier, Marcella Capaldo. Dici un vino a caso nella lista sterminata e ti racconta vita, morte e miracoli dei produttori, senza neanche essere petulante. Il resto del personale sembra all’altezza: competente e simpatico, quanto basta.

brylla-dehors

3 Il minuscolo dehors L’angolo dehors, fuori dalla vetrina, ma incassato: due poltroncine perfette per due chiacchiere vista strada, all’aria aperta, o per un rimorchio open air.

brylla-roma-interno

4 Il doppio bancone sociale Il lungo bancone sociale (che poi sono due, uno di fronte all’altro), con gli sgabelli sui quali appollaiarsi e dai quali spiare il personale che taglia formaggi e versa calici di vino.

brylla-roma-carta-dei-vini

5 Gli assaggi e le mezze bottiglie Nella carta dei vini ci sono per tutte le bottiglie quattro misure: gli assaggi, il calice, la mezza bottiglia e la bottiglia. Se vuoi toglierti il capriccio (ma chiamiamolo desiderio, non lo sminuiamo) di provare un Barbaresco Gaja del 2012 puoi chiedere un assaggio: ti costerà “solo” 22 euro. Troppo? Troppo. Però il calice farebbe 44 e la bottiglia 220. Santè.

brylla-roma-calice

6 I calici appesi I calici di vino, vuoti, appesi ai lampadari. Non saprei dire perché, ma hanno qualcosa di stupido e commovente insieme, che viene voglia di arrampicarsi  e salvarli.

brylla-roma-sala-ristorante

7 La saletta ristorante La saletta blue style, con i tavoli, pochi e simmetrici, per cenare comodamente. Perché ogni tanto pensi che sugli sgabelloni sedetevi voi, che noi ci accomodiamo sulle sedie civilmente, da bravi cristiani.

brylla-roma-scacciapensieri-vini

8 I prezzi dei vini I prezzi  dei vini sono altissimi e bassissimi. Che vuol dire, obietterete giustamente. Vuol dire che la carta è talmente estesa e variegata, che si possono trovare esemplari più preziosi di un cristallo Swarosky, al conseguente prezzo, ma anche onestissime (quasi incensurate) bottiglie di vini di qualità vendute al prezzo di una Cherry Cola (per citare il Sorrentino di The Young Pope).

brylla

9 Il diritto di tappo E’ quella buona pratica che consente ai clienti di portarsi una bottiglia buona da casa e gustarsela in loco, pagando solo il servizio. Diciamo che è un’ottima idea, ma devi essere uno strampalato a portarti la tua boccia da casa, quando qui c’è il bendidio. Ma se hai a casa la bottiglia della vita e non vuoi scolartela da sola, accomodati (e invitaci).

brylla-roma-leva-la-sete

10 La doggy bag Come se non bastasse, tu puoi ordinare un vino e portarti a casa la bottiglia se per qualche ragione misteriosa, e deprecabile, non l’hai finita.

brylla-roma-interno

11 Lo specchio  Perché è bello, grandissimo. E poi siamo narcisi e ci piace guardarci, mentre spostiamo il ciuffo e facciamo oscillare misteriosamente il nostro calice di Amarone.

brylla-roma-josper-brace-menu

12 Il Josper. Questo buffo nome indica un marchingegno che è a metà tra il forno e la griglia e produce piatti di ottimo livello.

brylla-roma-menu-antipasti

13 Il menu. Originale, non troppo impegnativo, sbarazzino. Si va da una spadellata di porcini a una quaglia e crema di Topinambur, da un galletto a un uovo con salsa di pomodori.

brylla-roma-cantina-sotto

13 La cantina. Se siete gente superficiale restate in superficie, se siete gente profonda, andate in profondità (al piano di sotto) e scoprite una bella cantina di 40 metri quadri, con un tavolone dove continuare a scolare altro vino di qualità, più profondo di quello di sopra.

Cose che non ci piacciono

brylla-roma-vetrina

1 Le categorie dei vini. La suddivisione dei vini in tre categorie: Scacciapensieri, Riflessivo, Comfort Wine. Un po’ ridicola, diciamolo. Il primo dovrebbe liberarci la mente, il secondo farcela occupare con pensieri profondi, il terzo rilassarci come fosse un massaggio shiatzu. Mah.

brylla-roma-carciofi

2. Le porzioni Le porzioni un po’ ridotte. Il braccino corto no eh, ripensateci.

brylla-roma-interno2

3. Il bancone Vogliamo sgombarlo questo bancone? Piatti, coltelli, taglieri: il doppio bancone simmetrico è bello se me lo fai vivere in libertà, senza ingombri visivi e senza coltelli in giro.

4 La birra. Ci viene data con sufficienza, senza troppi dettagli, come fosse una sorella minore un po’ sfigata. Va bene che siamo in un wine bar, ma un po’ di rispetto per la famiglia e i parenti bisogna averlo.

brylla-roma-pranzo-menu-prezzi

5 L’insalatona. Va bene, è ricchissima, patate novelle, caciocavallo, nocciole. Ma solo a sentire la parola “insalatona” ribolle il sangue.

brylla-roma-uovo

Brylla, via Chiana 77, Roma.  Tel 06 8535 5669
Orario: dal martedì alla domenica dalle 12 alle 15 e dalle 18.30 alle 24. Chiuso il lunedì.

brylla-roma-esterno

About author

You might also like

Kisa Cuisine Roma, eleganza e cucina creativa nel ristorante di pesce a Conca d’Oro

Kisa Cuisine Roma. Aperto da settembre 2017, il Kisa Cuisine and Lounge è un ristorante di pesce che, migliorato con gli anni, rivisita la cucina tradizionale con un tocco di …

Naturavino Roma, vino naturale e prodotti a filiera corta nell’enoteca di Marconi

Naturavino Roma, l’enoteca naturale a Marconi. Esistono dei quartieri di Roma che durante il giorno si presentano in un modo, mentre al calar della sera si trasformano completamente: uno di questi …

Osteria di Birra del Borgo a Roma, dieci birre da provare con menu e prezzi

Osteria di Birra del Borgo a Roma, le dieci birre da provare. Tel. 06 8376 2316 Bionda, rossa, Ipa, Lager, tradizionale o elaborata, come quella alle castagne. Ecco le dieci birre da provare, …

1 Comment

Leave a Reply