I migliori panettoni artigianali di Bologna Natale 2022, golosi lievitati tra forni e pasticcerie

panettoni artigianali bologna natale 2022

I migliori panettoni artigianali di Bologna Natale 2022. È di nuovo quel periodo dell’anno. Il Natale è alle porte e la caccia del miglior panettone da mettere sotto l’albero – o divorare nell’attesa – è ufficialmente aperta. Ecco la nostra selezione dei panettoni made in Bologna.

Leggi anche: Dove fare la spesa a Bologna

I migliori panettoni artigianali di Bologna Natale 2022

Gino Fabbri Pasticcere – La Caramella 

Il pasticcere Gino Fabbri quest’anno ha sfornato sei versioni diverse del suo panettone, tutte ordinabili nello shop online o via email ordini@ginofabbri.com. Si parte dal classico panettone milanese con scorza di arancia, cedro, canditi e uvetta sultanina e quello glassato con scorza di arancia candita e uvetta sultanina con glassa alle mandorle e granella di zucchero (1kg 42 euro) per arrivare alle versioni più golose: Delizia con albicocche candite, cubetti di pasta di mandorla e glassa alla mandorla, Divino con gocce di cioccolato al latte e fondente e pasta di arancia (1kg 47 euro, disponibile dal 7 dicembre), Giubileo con amarene candite e gocce di cioccolato fondente con una glassa al cioccolato fondente e perle di cioccolato ai frutti rossi e, dulcis in fundo, il Limited Edition Oro con scorzette candite di mandarino, gocce di cioccolato bianco e glassa al cioccolato bianco (1kg 50 euro, disponibile dal 15 dicembre). Inoltre, dalla collaborazione tra il pasticcere e Palazzo di Varignana è nato il Dolce di Natale: una reinterpretazione del panettone realizzato sostituendo il burro all’olio extravergine di oliva Vargnano Monocultivar Nostrana di Brisighella prodotto dal Palazzo arricchito con cioccolato o con uvetta sultanina e cubetti di arancia candita (750 gr 45 euro).

Gino Fabbri Pasticcere – La Caramella. Via Cadriano 27/2a, Bologna. Tel. 051 505074.
Instagram, FacebookSito.

Pasticceria Regina di Quadri 

Se volete avere l’imbarazzo della scelta il Maestro Francesco Elmi propone il suo panettone – preparato rigorosamente con lievito madre – in sei versioni diverse, disponibili in grammature dai 750 grammi ai 3 chili: classico con uvetta, arancia e cedro canditi (1kg 38 euro), ai tre cioccolati, con cioccolato fondente, al latte e bianco (1kg 40 euro), al pistacchio e frutti di bosco (unica pezzatura 800g 42 euro), alle pere e zenzero Fabbri, alle amarene Fabbri con impasto al cioccolato bianco e alle albicocche e gianduia (1kg 38 euro). A questa ricca selezione si aggiunge il Nadalin (800 grammi 35 euro), una morbida stella a otto punte, ricoperta da una croccante glassa a base di pinoli e granella di zucchero, preparata con lievito madre e – per gli amanti della tradizione – il certosino bolognese (1kg 34 euro), omaggio del pastry chef a questo dolce, quasi, dimenticato. Per ordini e prenotazioni: 051 6446201, 347 1170026, ordini@pasticceriareginadiquadri.it

Pasticceria Regina di Quadri. Via Castiglione 73/A, Bologna. Tel. 051 6446201. Instagram, FacebookSito.

Caffè Letterario Sebastiano Caridi 

Il pastry chef Sebastiano Caridi per questo Natale ha creato una novità, già disponibile nel suo e-shop: il panettone cioccolato e marron glacè (1kg 44 euro) con quattro lievitazioni a tempo e temperatura controllati, cioccolato fondente 55% e marroni di Marradi glassati. Non mancano le note di vaniglia Bourbon e quelle dell’arancio di Calabria e dell’uvetta del panettone tradizionale (500gr 22 euro, 1kg 40 euro), il panettone cioccolato e arancia (500gr 25 euro, 1kg 44 euro) – il più venduto – e una versione golosissima con caramello e caffè (1kg 44 euro): nell’impasto espresso all’italiana e cubetti di caramello, sopra una glassa all’amaretto con mandorle, nocciole e una spolverata di caffè.

Caffè Letterario Sebastiano Caridi. Via Manzoni 2, Bologna. Tel. 051 3177145. SitoFacebook 

Sapiente Bologna Pasticceria

Fresco fresco di apertura del suo shop in via Pizzardi 44b, il giovane pasticcere Pierluigi Sapiente, premiato miglior pasticcere under 35 al World Pastry Stars 2019, è pronto per il Natale alle porte con il panettone classico e le nuove declinazioni di quest’anno tutte acquistabili nello shop fisico e online. Prima fra tutti quella del panettone al cioccolato (1kg 30 euro), a cui si aggiunge il Dany con fichi, noci e cioccolato bianco (1kg 33 euro), il Silvy al caffè e cioccolato bianco (1kg 32 euro), il Black Cherry con amarena e cioccolato e l’Exotic con frutti esotici. Dalla collaborazione con Fuego y Matambre, giovanissimo progetto bolognese di quality meat grigliata a domicilio, è nato il Fuego Panettone: salsa barbecue e cioccolato fondente. È possibile prenotarlo su Instagram tramite FyM.

Sapiente Bologna Pasticceria. Via Carlo Alberto Pizzardi 44/B, Bologna. Tel. 348 6800108, 051 18899898. Instagram, Facebook, Sito.

Forno Brisa

Grande fermento questo mese nei laboratori di Forno Brisa che ha lanciato la collezione di panettoni 2022 e ha annunciato una grande novità: la sua seconda campagna equity crowdfunding sul portale di Mamacrowd per sostenere numerosi progetti di respiro collettivo che riguarderanno Forno Brisa ma che coinvolgeranno anche numerose realtà di eccellenza nel mondo della panificazione: E tra pochi giorni aprirà il quinto store in città in via Laura Bassi Veratti. Sono quattro i tipi di panettone che compongono la collezione di questo Natale: oltre alla linea classica declinata nei vari gusti e in vendita negli store, continuano le sperimentazioni con i panettoni Remix, sfornati nel laboratorio di Bologna a partire da ricette o ingredienti di amici; i Brutti ma Buoni (28 euro),  quelli con piccoli difetti estetici ma che non si buttano perché comunque buonissimi, in vendita a un prezzo scontato nello store di Bolognina e, la linea più inclusiva: quella dei panettoni vegani al gianduia autoprodotto (39 euro). Farine selezionate, uova fresche di filiera, burro di centrifuga, zucchero di canna, vaniglia bio proveniente da Madagascar e Nuova Guinea, canditi artigianali, caffè e cioccolato di produzione propria sono gli ingredienti della linea classica: classico con glassa, arancia, limone e uvetta, gianduia con glassa di nocciole e gianduia autoprodotto (800gr 42 euro), albicocche e cioccolato con il cioccolato fondente 70% autoprodotto e glassa mandorlata al cacao e gruè (800gr 42 euro) e il classico Milano senza glassa, con arancia e uvetta (800gr 39 euro). Le edizioni limitate sfornate nel laboratorio Brisa a partire da ricette o ingredienti di cinque amici sono: il Panettone Marron Glacè e cioccolato progettato con Antagonisti di Mellepanettone con specialty coffee tostato nella roastery Aliena con Faro Caffe, il panettone all’olio evo nato con Mamm, il pandoro con le farine di filiera di Forno Brisa firmato insieme a Il Mercato del Pane e il panettone vegano con arance candite e cioccolato co-creato insieme a Silvia Moroni, influencer digitale impegnata nella divulgazione di pratiche buone e sostenibili. Il panettone 2022 firmato Forno Brisa è sinonimo di festa e condivisione, la scatola, infatti, racconta i primi sette anni di attività attraverso loghi, slogan, foto e simboli, e invita il pubblico ad unirsi alla nuova campagna di crowdfunding. I panettoni sono già disponibili in tutti i Forno Brisa e online.

Forno Brisa. Via Galliera 34d, Bologna. Tel. 051 248556 / Via Castiglione 43, Bologna. Tel. 051 224621 / Via San Felice 91a, Bologna. Tel. 051 4599694 / Via Nicolò dall’Arca 16, Bologna. Tel. 051 0217086 / via Laura Bassi Verratti 29. Instagram, FacebookSito

Il Forno di Calzolari 

Farina biologica di Appennino senza additivi – una farina forte, ma comunque di Appennino, completamente naturale e ricca di sapore di Molino Pransani – burro da latte di vacche rosse e panna d’affioramento lavorato a mano con la zangola di legno, e ingredienti selezionati.
La filosofia di Matteo Calzolari è tutta racchiusa nei sui panettoni: classico con arancia e uvetta, ai tre cioccolati – al latte, bianco e fondente – provenienti dalla Colombia, equosolidali, lavorati a freddo col metodo di Modica e con solo il 30% di zucchero – Maguarè dell’Amazzonia che prende il nome dalla varietà di cioccolato colombiano 70% aggiunta nell’impasto e il Montanaro pere e noci con noci di Appennino, uva passa di Pantelleria, pere candite IGP Emilia Romagna (841gr 34 euro).
La limited edition di quest’anno – disponibile da domani negli shop – è quella in collaborazione con Ca’ del Brado, cantina brassicola dedita alla produzione di birre selvagge affinate in legno: nell’impasto viene aggiunta la Piè Veloce, una birra acida, massa di cacao Tropical, pezzettoni di fondente di Maguarè, di pane tostato e caramellato e di arancia candita.
L’unica grammatura dei panettoni è quella da 841 grammi perché Monghidoro, paese di fondazione del Forno di Calzolari, si trova ad un’altitudine di 841 metri sul livello del mare. Tutti i panettoni sono prenotatili fino al 15 dicembre nei negozi oppure online per evitare sprechi, producendo solo ciò che serve, perché la produzione è artigianale e limitata – oltre a durare 3 giorni – e perché appena sfornato è una vera goduria.
Domenica 11 e 18 dicembre nel punto vendita di via Marchesana 4b sarà possibile assaggiare, dalle 9 alle 14, il panettone scomposto cioè tutti gli ingredienti singoli utilizzati per la sua produzione. 

Il Forno di Calzolari. Via del Mercato, 2 – Monghidoro Tel. 051 6555292 / FICO Via Paolo Canali, 8 Tel. 051 0029235 / Via delle Fragole, 1 Tel. 051 443401 / Via Marchesana, 4/b Tel. 051 0013858 / Via Andrea Costa, 121 Tel. 051 6143118 / Via Roma, 32 – San Lazzaro di Savena (BO) Tel. 051 0062894. Instagram, FacebookSito

La Vecchia Scuola

Se state cercando un panettone cotto nel forno a legna non perdetevi quello de La Vecchia Scuola, interessantissimo laboratorio di pizza contemporanea di Montese premiata con due spicchi Gambero Rosso. Luca, anche quest’anno, ha applicato l’arte bianca al dolce più amato del Natale dando vita a un prodotto artigianale e autentico, un panettone classico arricchito con scorza d’arancia candita, cedro, albicocca candita, uvetta e glassa alle mandorle (750gr 28 euro). In città potete acquistarlo presso la Drogheria delle Api, in via degli orti 23e o il ristorante L’Arcimboldo in via Galliera 34.

La Vecchia Scuola. Via Nandi 8, Montese (BO). Tel. 05 9985285. Instagram, FacebookSito

Galliera 49

Dall’8 dicembre, primo giorno di riapertura della gelateria, sarà disponibile il panettone della gelateria Galliera 49 nato in collaborazione con Stefano Guizzetti della gelateria Ciacco di Parma. Ispirato alla tradizione il PaNETTUNO, realizzato con lievito madre, è disponibile nella versione classica, con arancia candita di Siracusa, uvetta di Corinto biologica, uvetta del Cile fairtrade, pasta d’arancia moro Biologico, miele Ailanto di Parma e vaniglia Bourbon e una glassa di mandorle di Avola e cacao (750gr 34 euro). È consigliata la prenotazione tramite lo shop online.

Galliera 49. Via Galliera 49/B, Bologna. Tel. 051 246736. Instagram, Facebook, Sito.

 

I migliori panettoni artigianali di Bologna Natale 2022

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*