Naturavino Roma, nuova sede a Villa Bonelli per l’enoteca di vini naturali

NATURAVINO Roma

Naturavino Roma.Naturavino è la sintesi di ciò che vogliamo proporre, solo vino naturale. La parola natura ci ricorda il necessario rispetto per il pianeta e la nostra ricerca dell’armonia fra le persone e con l’ambiente, attraverso una selezione di vino etico”, con queste parole Massimo Ambra e Gino Manfredi presentano la nuova sede di Naturavino, indirizzo che negli ultimi anni ha raccolto i favori del pubblico romano a Marconi (ve ne avevano parlato qui) e ora si è spostato di qualche chilometro, andando al di là del Tevere, in un locale più ampio.

Naturavino Roma
Massimo Ambra e Gino Manfredi. Foto di Adriana Forconi

Siamo a Portuense, in via Angeloni 102, a due passi da Villa Bonelli: l’obiettivo è quello di accogliere un numero di etichette sempre maggiore, per rispondere alle esigenze di un crescente pubblico di appassionati desideroso di provare nuove e sconosciute realtà.

Leggi anche: I migliori ristoranti di Roma 2022

Naturavino Roma: scoperta e condivisione

NATURAVINO Roma
Foto di Adriana Forconi

Del duo di soci, Massimo Ambra lo abbiamo già conosciuto nel locale di Marconi e adesso ha al suo fianco Gino Manfredi, esperto comunicatore del vino. Alla loro volontà di valorizzare e far scoprire e i vitigni autoctoni e il lavoro di vignaioli ancora poco conosciuti, si aggiunge un sentimento comune di condivisione e convivialità: l’esperienza da Naturavino intesa come scoperta e racconto collettivi.
La novità maggiore, naturalmente, è il nuovo locale, progettato dall’architetto Andrea Bordi, e realizzato dall’impresa di Alessio Antinozzi. Un ambiente industriale, con arredi in legno e ferro e intonaco grezzo alle pareti, per un totale di circa 60-70 i coperti, compreso il gradevole dehors.

Naturavino Roma: la cantina

NATURAVINO Roma
Foto di Adriana Forconi

E passiamo alla cantina, che è in costante evoluzione. “Amiamo non solo proporre vini buoni, ma anche fatti da persone che stimiamo e che lavorano nel rispetto assoluto della natura, dei suoi tempi e delle sue potenzialità, senza intervento alcuno, soltanto con un’opera di custodia, sia in vigna che in cantina, restituendo al vino le caratteristiche del vitigno, del territorio e della stagionalità – spiegano Massimo e Gino -. Andiamo alla ricerca di piccoli produttori ancora poco conosciuti pur avendone le potenzialità. Vogliamo essere il loro megafono per raccontare storie e territori ai nostri ospiti”. Dicevamo che la cantina muta continuamente, e cresce. I due soci, infatti, vogliono raggiungere le 500 etichette naturali, spaziando su tutta la penisola italiana. Tanti i produttori che si possono assaggiare qui: “Da Ca’de Zago in Veneto, alla Tenuta Belvedere in Lombardia, da Rocco di Carpeneto in Piemonte, al Podere Cipolla in Emilia, passando in Toscana al Podere Luisa e scendendo al Sud da Enoz in Campania, da Le Quattro Volte in Calabria, fino in Sicilia alla Cantina del Malandrino”. Possibilità di degustare anche alla mescita, con una proposta che ruota spesso: “Cambia frequentemente ed è pensata per divertire e incuriosire, nonché per consentire a chi non vuol bere più di un calice di trovare anche vini più importanti”.
E poi c’è anche la possibilità di acquistare bottiglie da portar via. Altrimenti, non resta che accomodarsi (il verde dehors in questa stagione invoglia molto) fin dal momento dell’aperitivo e proseguire fino a tarda sera.

Naturavino Roma: l’offerta gastronomica

NATURAVINO Roma
Foto di Adriana Forconi

Da Naturavino, calici e bottiglie vengono accompagnati da un’offerta semplice, che privilegia materie prime di produttori locali: “Le proposte di Naturavino sono la naturale prosecuzione dell’esperienza di degustazione del vino. La missione principale della cucina è riuscire a concertare con la sala gli abbinamenti più adatti per i vini che proponiamo e riuscire a esaltarne le qualità”. Spazio quindi a taglieri di salumi e formaggi (16 euro, solo salumi 8, solo formaggi 9), ai crudi tra cui tartare di Angus con cipolla rossa, senape, sale Maldon, salsa Worcester, tabasco, capperi, alici, olio Evo (13 euro), tartare di seppia (15 euro) e gamberoni crudi con misticanza (15 euro). Non mancano poi crostoni e panini.

NATURAVINO Roma
Foto di Adriana Forconi

Crostoni in tre varianti, con pastrami e friarielli (8), con baccalà mantecato e cipolla caramellata (9) e con crema di fave, speck e pecorino (10). Il fresco gazpacho, con pomodoro, peperone verde salsa Worcester, tabasco, olio (8), è perfetto per l’estate, mentre più sostanziose sono le pallotte cacio e ova (9 euro) e la pancetta di maiale al mirto con cianfotta di verdure (12).
Chiudono i dolci (7 euro), tra cheesecake ai mirtilli, delizia al limone e babà al rum, e una piccola proposta cocktail (7), tra cui l’Americano, il Negroni, il Gin tonic il Martini.

Naturavino. Via Angeloni 102, Roma. Tel. 348 2258640. Facebook. Instagram
Aperto dal lunedì al sabato, dalle 17 all’1. Chiuso la domenica

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*