Drink Kong a Roma, il cocktail bar di Patrick Pistolesi a Monti (con omakase)

Drink Kong a Roma, Rione Monti Tel. 06.2348 8666Ha aperto lo scorso 15 settembre a Roma, in via Lanza, il cocktail bar che porta firma (e motto) di Patrick Pistolesi, uno dei protagonisti della mixology d’autore nostrana e internazionale. Al contempo irlandese e romanissimo, i tour in giro per il mondo – tra start-up, premi e collaborazioni d’eccellenza – lo hanno portato a fermarsi e a firmare un locale che è “un atto d’amore” e “un bar a tutti gli effetti, sincero, dove sentirsi liberi“. Un locale poliedrico, che ha aperto finora solo una parte delle sale e che presto ospiterà live e un Omakase bar.

Affiancato da Claudia Gianvenuti, socia proprietaria insieme a Massimo Palmieri, Richard Ercolani e Ilaria Valeri, il Kong è un melting pot fatto di suggestioni d’antan, corridoi, sale segrete, Arcade a monete e, ovviamente, ottima proposta di cibo e bevande.

L’ingresso è libero e la grande porta a vetri sempre aperta. Dietro al bancone, oltre a Pistolesi e Livio Morena (già head bartender del Caffè Propaganda), Riccardo Palleschi e Davide Diaferia. La bottiglieria è enorme, ma la carta dei drink più che essenziale (e può disorientare, nella sua essenzialità): si sceglie tra long drink (8) e aperitivi (12), oppure tra cocktail classici o signature (tra gli 8 e i 14 euro). Da qui, il concetto di “instinct bar“: i bartender ti chiedono solo se preferisci un gusto amaro, secco o dolce. In base alla risposta viene preparata (e poi spiegata) la miscela, eventualmente accompagnata dalle tapas d’ispirazione internazionale dello chef Marco Morello.

Così, in menu si trovano zighinì eritreo, ravioli al vapore, bao (il pane cinese cotto al vapore), scones dolci o salati (tutti a 5 euro) e smørrebrød: pane di segale imburrato, tipico della cucina scandinava, farcito con aringhe, salmone o verdure (4 euro). Opzione vegan per dumpling e bao, vegetariana per scones e smørrebrød. E per gli amanti dell’italian style, selezioni di salumi e formaggi a Km0 (6), vino (5, 8) e bollicine (6, 12) alla mescita.

Procedendo a destra, oltrepassata la grande lounge e sala musica con palco, strumenti (in arrivo), tavoli e poltrone, sulla sinistra del corridoio che illumina al neon le console anni ’80 c’è una porta scorrevole, che separa il resto del Kong da quello che è “il cuore pulsante del locale“. “Qui è cominciato tutto, non a caso si trova al centro“, riferiscono Pistolesi e Morena. Il cocktail bar cambia fisionomia, per trasformarsi in un omakase bar.

Un’area esclusiva e silenziosa, con grande tavolo in ciliegio, che sarà accessibile dalla metà di ottobre solo dietro prenotazione per un massimo di dieci persone, con menubartender dedicato. E una boiserie con distillati e sakè di prestigio, da cui potrà attingere solo chi avrà ricevuto in consegna le chiavi.


foto di Flavia Piola

L’inaugurazione ufficiale del Drink Kong a Roma si terrà il 17  ottobre 2018. Tra le novità previste, oltre all’apertura della sala Ginza, serate a tema, concerti e la possibilità per tutti di esibirsi sul palco.

Drink Kong, Piazza San Martino ai Monti, 8. Tel.: 06.2348 8666. Aperto dal martedì alla domenica dalle 18.30 alle 2 di notte. Pagina Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*