Dot Bistrot a Roma, il pesce della Gensola rinasce a Trastevere

Dot Bistrot a Roma, il pesce della Gensola rinasce a Trastevere

Dot Bistrot Roma

Dot Bistrot a Roma è un ristorante un po' salotto vintage, un po' gourmet, con un piccolo dehor e un'aria moderna e giovane. E' la nuova creatura di Simone Dordei, figlio di Claudio della ben nota Gensola di Trastevere (ma anche del Localino). Il giovane Dordei è un simpatico e gentile padrone di casa e la cucina di Dot è quella di pesce, con forte influsso siciliano. Grande cura e raffinatezza. I prezzi? Corretti per alcuni piatti, possono raggiungere livelli decisamente  alti per altri piatti.  

Inaugurato pochi mesi fa, Dot Bistrot è aperto dalla mattina fino a notte (chiude alle 2) e può davvero diventare un buon punto di riferimento in questa parte di Trastevere, in mano a pizzerie storiche ma turistiche (Ivo a Trastevere, Popi Popi) e locali di scarsa qualità. 

Dot Bistrot Roma dehor

In menu troviamo tra gli antipasti, involtini di pesce alla griglia con caponata di melanzane e mandorle tosta (13); capesante scottate con melanzane e baisilico fresco (16), polpettine di tonno fresco alla Favignanese con pomorodoretto e provola affumicata (12). Non mancano i primi tradizionali, carbonara e amatriciana (10 euro) e pasta e patate con provola di bufala (9).

Ma il piatto forte sono gli altri primi: linguine con gamberi freschi, melanzane e provola di bufala (13), tagliolini con calamari e pomodori secchi (14), spaghetti alle vongole (10), ravioli di spigola con fumetti e salvia (14), paccheri con ragout di rana pescatrice, scaglie di pecorino e basilico. Splendidi i crudi: carpaccio di baccalà con rosso d'uovo sodo e uova di salmone di Nalik (14), carpaccio di ricciola (15), ceviche di spigola (17) e gamberoni rossi  (30).

Tra i secondi di pesce cucinati, spiedino di alici fresche (11), sgombro alla diavola (15) e spigola di mare al sale (54 per due). Ci sono anche secondi di carne: trippa alla romana con menta e pecorino (11), coda alla vaccinara (13) e ossobuco con porcini e purè di patate (13) .

Ci sono anche due menu degustazione a 42 e 65 euro

Per finire un cannolo diviso in tre parti, non troppo morbido ma molto saporito (6 euro). E magari un cocktail (bello un ristorante dove si può bere anche un buon cocktail)

Bonus: il dehor e i buoni cocktail 

Malus:le porzioni, a volte striminzite e i prezzi, a volte alti

I voti di Puntarella Rossa

Cucina: 7

Ambiente: 7+

Servizio: 7

Dot Bistrot, via Natale del Grande 52, Roma. Tel. 06 581 7281

 

About author

You might also like

News 4 Comments

Mama eat, Napoli a Trastevere

Cominciamo dalla fine. Arriva a tavola il solito piattino con il biglietto da visita del ristorante e il preconto. Lo fotografiamo di nascosto pensando, “eccola là (pron. eccaallà), ‘n artro …

Buff a Roma, le bacche di goji e il menu gourmet di Bartolini

Buff a Roma. Tre cose ci hanno colpito, positivamente, di Buff, il nuovo locale di Trastevere, di cui vi abbiamo annuciato in anteprima l’apertura: le bacche di goji fresche (ma usate …

Tiramisù Roma, apre a Trastevere il locale che lo fa senza uovo crudo e senza glutine

Tiramisù Roma. Ha aperto venerdì 22 aprile a Roma un locale dove mangiare solo tiramisù. Ma non si tratta del tradizionale dolce che noi tutti conosciamo. È una rivisitazione senza …