I migliori brunch di Torino, buffet e pranzo della domenica

I migliori brunch di Torino, buffet e pranzo della domenica

I migliori brunch di Torino 2018 Conosciamo tutti la pace e la tranquillità che riempiono il fine settimana. E, diciamocelo, anche la pigrizia. La risposta è una sola: il brunch. Per accontentare le voglie del weekend a Torino i posti non mancano, eccone una selezione.

I migliori brunch di Torino 2018

Sweet Lab

brunch torino

Questo locale in pieno centro non ha nulla da invidiare a una classica pasticceria inglese. Se siete appassionati di scone, cupcake e pancake, questo è il posto che fa per voi. Il brunch viene servito tutti i giorni, si può scegliere da un menù alla carta: oltre ai classici come toast, croissant, uova e bacon, bagel e pancake, Sweet Lab offre anche diversi menù brunch fissi, come quello energetico (“Prima degli esami”), l'”Hangover breakfast”, con bagel e Bloody mary, oppure quello da dividere (“In love”, una pila di pancake con Choconut latte, un cappuccino al cocco). In più, ci sono le specialità esposte al banco. Nel weekend vengono poi aggiunti prodotti ad hoc, come le torte salate, ma rimangono sempre almeno due classici. La cucina è sempre aperta, ma il locale non accetta prenotazioni.

Prezzo: 16,90 la formula base (4 assaggi salati, 2 dolci con caffè e succo)

Quando: sabato e domenica dalle 9

Sweet Lab, via principe Amedeo 39, tel. 011 1945 7907 sito

Bariolé

brunch torino

In zona Porta Susa, Bariolé si è fatto un nome prima come pausa pranzo per gli uffici, poi, quando ha iniziato a spargersi la voce, ha deciso di proporre il sabato mattina anche un brunch: il locale, con una cucina a vista subito all’ingresso e arredato con molto legno e colori caldi, è specializzato in crêpes salate e dolci, ma per il brunch propone anche altri piatti. Gli abbinamenti dei ripieni delle crêpes si muovono su diversi registri, c’è quella gamberi, patate, salsa di spinaci, crème fraiche, insalata e formaggio, o quella con zucca al forno, cipolle caramellate, fonduta di roquefort, uova, insalata e formaggio, o ancora le crêpes dolci, come quella con le pere al vino e il cioccolato bianco aromatizzato alla lavanda. Il menù varia spesso, in base alla stagionalità dei prodotti e alla fantasia della chef: c’è poi la possibilità di scegliere salse da aggiungere o impasti particolari.

Prezzo: 13 euro (con bevanda)

Quando: sabato, 12.00-15.00

Bariolé, Via Giambattista Gropello 6, tel. 393 888 3880 Pagina Facebook

Barney’s (Circolo dei lettori)

brunch torino

Un brunch, quello del Circolo dei lettori, da consumare nelle antiche sale del palazzo Graneri della Roccia, nella centrale via Bogino. Sui muri quadri e dipinti, dai soffitti scendono grandi lampadari, ampie finestre illuminano il palazzo. In contrasto con l’atmosfera antica dell’edificio, tavoli e sedie sono in stile moderno. Nella stanza centrale è allestito un grande buffet dolce e salato, che va dall’insalata russa ai formaggi fino ai muffin e alle torte fatte in casa. Da bere, succhi e caffè americano. Si può scegliere poi uno dei tavolini nelle sale adiacenti, e aggiungere al cibo del buffet un piatto tra pancake, uova strapazzate e bacon o french toast, preparati sul momento dallo chef. È consigliata la prenotazione.

Prezzo: 20 euro (10 per i bambini)

Quando: il sabato 11.30-14.30, la domenica quando il Circolo è aperto

Barney’s (Circolo dei lettori), via Bogino 9, tel. 011 4323700, sito

Adonis Creperie

adonis torino brunch

Altra stazione, altra Crêperie. Adonis è a due passi dalla stazione di Porta Nuova e dalla fermata metro Marconi. Nato nel 2010 in uno spazio piuttosto piccolo, si è progressivamente ingrandito. Qui il brunch si gusta di domenica, ma già il sabato il menù si amplia per comprendere anche una speciale crêpe gourmet. La formula fissa dell’ultimo giorno della settimana prevede un piatto salato, uno dolce, il caffè e la bevanda (viene servito anche il sidro bretone). La chef peruviana Jolanda utilizza sapori di diverse tradizioni per creare piatti come la crêpe ai gamberi speziati con crema di mais dolce, patata viola, formaggio vaccino fresco e misticanza. Il locale la domenica non accetta prenotazioni per tavoli con più di sei persone.

Prezzo: 20 euro

Quando: domenica, 11-14.30

Adonis Creperie, Largo Saluzzo 25 E, tel. 011 076 9491 Pagina Facebook

Barbiturici

brunch torino

Barbiturici, nel cuore di Santa Giulia, sembra una stazione del pronto soccorso degli anni ’50: tutti gli armadietti e gli altri arredi sono originali. Il locale, che è aperto anche a pranzo e la sera, serve il brunch entrambi i giorni del weekend. Si può scegliere tra alcune formule fisse, come l’Healthy breakfast (con yogurt, frutta, miele, caffè e spremuta), il Krusty (uovo fritto e bacon) o il New York (a base di uova strapazzate e avocado). In lista ci sono anche omelette (5-8 euro) e i bread: due fette di pane ripieno (tra le altre, c’è la variante con i gamberi, quella crudo e stracciatella o quella cereali e lardo). È possibile prenotare.

Prezzo: 15 euro (con bevanda)

Quando: sabato e domenica, 11-16.30

Barbiturici, via Santa Giulia 21 bis, tel.011 276 7449 Pagina Facebook

Locanda Leggera

brunch torino

La Locanda Leggera, in piena Vanchiglia, propone un progetto di ristorazione a impatto zero: tutto il locale è fatto di materiali sostenibili e non si usano accessori usa e getta. La stessa filosofia è utilizzata nella selezione degli ingredienti per creare i piatti, cucinati esclusivamente a partire da materie prime sfuse. Nel menù si trovano il piatto crudista ma anche la carne, passando per alternative vegetariane e vegan. Il brunch si può fare tutti i giorni a eccezione della domenica e comprende, oltre agli evergreen come uova e bacon e i pancake altre varianti di torte (come quella al cioccolato e cachi), brioche (vegan o plum cake con frutta secca e fresca) e biscotteria (oltre ai cookies, alcune varianti di biscotti secchi, anche senza zucchero o glutine). I pancake sono sia dolci che salati: per questi ultimi si possono scegliere l’impasto e la farcitura (prosciutto, formaggio o verdure).

Prezzo: dai 6 ai 15 euro circa (non esiste una formula fissa)

Quando: sabato dalle 10.30

Locanda Leggera, Via Francesco Napione 32/d, tel. 011 582 7671 Pagina Facebook

Miss Cake

brunch torino

Sono oltre cinque anni che Miss Cake offre il brunch a San Salvario, da un anno e mezzo nella nuova location di Via Goito, vicinissima a Porta Nuova. I vari buffet offrono dalle 20 alle 25 portate, tra cui alcune dedicate anche al pubblico vegetariano e vegan: si possono trovare dolci come la torta al farro e grano saraceno alle pesche e al cioccolato belga, la bavarese agli agrumi o la torta langarola con zabaione leggero al Marsala. Per quanto riguarda il salato, Miss Cake propone uova strapazzate o al tegamino con salsiccia e bacon, ma anche primi come la zuppa alle lenticchie e lo zenzero, la lonza cotta al nebbiolo o i tomini con la composta ai frutti di bosco. Oltre a bagel, uova e pancake, nel menù c’è anche la stuffed potato, la patata ripiena. La proposta varia molto con la stagionalità, la formula standard prevede comunque il “what you want to eat”, con accesso senza limiti a tutti i buffet e la bevanda inclusa. È possibile prenotare.

Prezzo: 19 euro

Quando: domenica, 11-12.45 (primo giro), 13-15.30 (secondo giro)

Miss Cake, via Goito 17/b, tel. 011 068 0244 Pagina Facebook

I migliori brunch di Torino 2018

About author

You might also like

Street Fish Torino, il crudo esotico arriva in centro in uno street food di qualità

Street Fish Torino Ceviche, tacos e insalate di mare. Da Street Fish, aperto nel settembre 2017, è il pesce fresco a farla da padrone. Nel piccolo locale in via Bogino, …

Pasqua e Pasquetta 2018 a Torino: i migliori pranzi per le feste, menu e prezzi

Pasqua e Pasquetta 2018 a Torino. Per chi non vuole restare a casa per il pranzo di Pasqua e di Pasquetta, ecco una scelta di diverse alternative nel capoluogo piemontese. …

Le migliori pasticcerie di Torino: cinque indirizzi per bonèt, macarons e gianduiotti

Le migliori pasticcerie di Torino. Che sia un croissant a colazione o una fetta di torta a merenda, è impossibile non cedere a qualche peccato di gola. E a Torino le …