Zen: “Ecco perché non ci sono rischi”

Dopo l'incidente alla centrale nucleare di Fukushima, mangiare al ristorante giapponese è diventato un rischio? No, assicura il ministro della Salute Ferruccio Fazio, che in quanto ministro e membro di questo governo non ci rassicura affatto. Per fortuna ci sono altri motivi di tranquillità, che ci fanno ritenere il pericolo di contaminazione nullo e che fanno attestare il livello di pericolosità dei cibi giapponesi a un gradino molto più basso rispetto a quello di certe bettole nostrane.
I rischi di contaminazione sono pari a zero. Innanzitutto perché i giapponesi prendono una cura particolare nella preparazione dei piatti, nell'igiene e nella forma, come è noto. Poi perché hanno un livello di etica decisamente più elevato rispetto ai nostri standard. Ma soprattutto perché la stragrande maggioranza delle materie prime, già in tempi precedenti all'incidente, è di origine e provenienza non giapponese. Dopo l'incidente, le importazioni di alimenti a rischio sono state sospese e sostituite con altre equivalenti. 
Sentite cosa ci racconta Laura Ferrari, la direttrice  del noto e ottimo Zen Sushi di via degli Scipioni, il primo ristorante in Italia ad aver usato il kaiten (tapis roulant).

 

Cosa è cambiato dopo l'incidente della centrale nucleare di Fukushima?

"All'inizio non abbiamo notato niente, da qualche giorno invece c'è stata una certa diminuzione della clientela. La vostra è un'ottima iniziativa: è importante che la gente venga rasserenata e che si tenga a bada il panico immotivato".

Avete messo un cartello che avverte della provenienza dei cibo?
"Si, certo perchè è reale una preoccupazione diffusa e siamo contenti se la stampa ci aiuta a divulgare le informazioni corrette sulla provenienza del cibo".

 

 

 

 

 

 

 

Cosa vi chiedono i clienti?
"Ci fanno domande sulla provenienza delle materie prime, sul pesce, la soia e le alghe soprattutto. Ci hanno anche chiesto come poter aiutare le persone del posto e noi diamo le indicazioni del numero unico e del conto Roma Capitale terremotati del Giappone". 
Avete aumentato i prezzi o avete subito aumento dei costi?

"Assolutamente no".
Da dove arrivano i vostri alimenti?
"La maggior parte dei prodotti usati erano di origine e provenienza giapponese ed assolutamente idonei. Ora c'è la necessità di trovarli su altri mercati. I prodotti freschi, frutta e verdura vengono dal mercato di Guidonia. Il pesce dal mediterraneo e dall'Atlantico. I prodotti secchi, come le alghe o i fagiolini di soia, sono stati acquistati prima del marzo 2011 in Giappone, da ora gli acquisti vengono effettuati presso altri paesi".
Quali?
"Ad esempio, i fagiolini di soya dalla Cina. Il riso viene da Usa. La birra viene prodotta in Germania e Canada. La salsa di soia arriva dall'Olanda".
E chi ci assicura che sia così?
"Noi acquistiamo attraverso importatori italiani ed europei che devono rispettare tutte le normative della comunità europea in materia di garanzie di qualità, etichettatura e scadenza".

Zen sushi, via degli Scipioni 243, tel 3213420. Sito

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*