Spaghetti e polpo, la ricetta di Antonino Cannavacciuolo da fare a casa

Spaghetti e polpo, la ricetta di Antonino Cannavacciuolo da fare a casa

Spaghetti e polpo: la ricetta di Antonino Cannavacciolo. Stare a casa può essere davvero un ottimo modo per cedere ai fornelli e mettersi alla prova. Per una ricetta di pesce dal risultato assicurato ci viene in soccorso uno chef superfamoso come Antonino Cannavacciolo. Ecco, passo per passo, come realizzare la sua ricetta Spaghetti e polpo.

Ingredienti (per 4 persone)

  • Spaghetti – 350 g
  • Polpo piccolo – 800 g (circa 50 g ciascuno)
  • Passata di pomodoro – 600 g
  • Aglio – 1 spicchio
  • Prezzemolo – 60 g
  • Vino bianco – 100 ml
  • Olio extravergine d’oliva – 40 ml
  • Sale – q.b.
  • Pepe nero – q.b.

Preparazione

  1. In una ciotola sfregate i polpi con sale fino e poca acqua, in modo da eliminare la viscosità esterna.
  2. Sciacquateli bene sotto l’acqua corrente e privateli del becco, degli occhi e di tutte le interiora.
  3. Asciugate e tenete da parte.
  4. In una pentola soffriggete mezzo spicchio d’aglio, privato dell’anima, con i gambi di prezzemolo e aggiungete i polpi.
  5. Bagnate con una parte del vino bianco, togliete l’aglio e i gambi di prezzemolo.
  6. Coprite quindi con un coperchio.
  7. Proseguite la cottura a fuoco lento per 20 minuti circa, irrorando di tanto in tanto con il vino bianco rimasto.
  8. Aggiungete la passata di pomodoro, coprite nuovamente e proseguite la cottura per altri 30 minuti, sempre a fuoco dolce.
  9. Regolate di sale e pepe nero.
  10. Spegnete il fuoco e lasciate riposare a coperchio socchiuso per almeno 30 minuti: in questo modo la salsa assorbirà tutti i profumi del polpo.
  11. Tuffate gli spaghetti in abbondante acqua salata, portateli a cottura.
  12. Scolateli e uniteli alla salsa nella padella.
  13. Insaporite infine con prezzemolo e aglio tritati.
  14. Regolate di sale e pepe, mantecate a fuoco spento con olio extravergine di oliva. Servite.

Il consiglio dello chef Cannavacciuolo

È importante non salare troppo l’acqua di cottura della pasta, in modo da poter regolare di sale nella seconda fase di cottura in padella. È sempre meglio aggiungere il sale che ottenere un risultato troppo saporito.

Come per il ragù napoletano, anche qui la scarpetta è obbligatoria!

Ancora in fase creativa? Qui la ricetta facile e veloce del Carpaccio con funghi

About author

You might also like

Ricette 0 Comments

La cucina del Casale, il nuovo libro di Luisanna Messeri contro gli “chef da baldacchino”

La cucina del Casale, il nuovo libro della superstar delle cuoche Luisanna Messeri. Di libri di cucina ce ne sono molti, ma sfogliare il nuovo della toscanissima Luisanna Messeri (edito …

Ricette 0 Comments

Polpette di zucchine e menta, la ricetta di Vasiliki Kouzina

Polpetta di zucchine e menta: la ricetta di Vasiliki Kouzina. Se in casa siete in molti e avete voglia di una ricetta facile e veloce completamente vegetariana, abbiamo quella che …

Tartelette ai fichi, la ricetta di Forno Monteforte

Tartelette ai fichi, la ricetta di Forno Monteforte. Monteforte è uno dei forni moderni migliori di Roma, un locale con una grande cura estetica che però ha come punto forte …