Giornata mondiale della pizza 2019, esplode la bomba a Sorbillo

Giornata mondiale della pizza 2019, esplode la bomba a Sorbillo

Giornata mondiale della pizza 2019, esplode la bomba a Sorbillo. “Dopo l’incendio di 5 anni fa adesso arrivano anche le bombe… Mi scuso con tutta la Napoli ‘buona’, l’Italia ‘buona’ e con tutte le persone che vivono onestamente perché certi avvenimenti così forti ed eclatanti fanno cadere le braccia e demoralizzano la società”: è lo stesso Gino Sorbillo ad annunciare così sulla sua pagina Facebook il dramma avvenuto nella notte: una bomba esplosa davanti la sede della sua storica pizzeria in via dei Tribunali a Napoli. Nessun ferito, ma solo danni all’ingresso della struttura e tanta paura per il boato che e’ stato avvertito in tutto il centro storico di Napoli.

Con locali aperti a Napoli, Milano e New York, Gino Sorbillo non si lascia abbattere: “Riapriremo presto – assicura – E’ un attacco alla rinascita di Napoli, alla legalità. Ho trascorso tutte le feste di Natale a dire a tutti venite a Napoli, venite da noi ed ora arriva questa bomba. Ora – aggiunge – qualcuno pensa che se la può giocare, che se ha messo una bomba a me lo può fare anche ad altri esercenti della zona ma noi non molliamo“.

La bomba è stata fatta esplodere davanti la pizzeria di Gino Sorbillo alla vigilia della Giornata Mondiale della Pizza 2019 che si festeggia in tutto il mondo il 17 gennaio. La Coldiretti stima per la pizza (ricordiamolo, riconosciuta patrimonio Unesco) il settore un fatturato di 15 miliardi di euro che sostiene l’occupazione di 200mila addetti a tempo pieno e nel weekend.

E proprio domani, 17 gennaio, a Napoli si svolgerà la prima ‘Giornata cittadina del pizzaiuolo napoletano’ in onore di Sant’Antuono, per recuperare un’antica tradizione secondo cui le antiche famiglie delle pizzerie napoletane, fino al 1924-1925, facevano mezza giornata di lavoro e poi se ne andavano tutti in gita fuori porta in un ristorante a Capodimonte, Colli Aminei, e lì festeggiavano Sant’Antuono accendendo un falò. In onore del Santo Protettore del Pizzaiuolo, le pizzerie della Città Metropolitana che aderiscono all’iniziativa proporranno, solo per questo giorno, ai cittadini e ai turisti una pizza speciale dedicata a Sant’Antuono e ispirata alla lasagna napoletana: margherita classica con salsiccia, salame piccante e ricotta. L’elenco delle pizzerie aderenti lo trovate sul sito del Comune di Napoli.

About author

You might also like

Eventi 0 Comments

Napoli pizza village 2016, sul lungomare Caracciolo la sfida per il miglior pizzaiolo del mondo

Napoli pizza village 2016. Pronti a fare abbuffate di pizza? Torna dal 6 all’11 settembre la sesta edizione di Napoli pizza village: 50 tra le pizzerie più note al mondo …

Eventi 0 Comments

Napoli Pizza Village 2018, dalla Pascalina di Don Peppe alle specialità fritte di Zia Esterina Sorbillo

Napoli Pizza Village 2018, dieci giorni per cinquanta pizzerie. Mancano ormai poche ore all’inizio dell’ottava edizione del Napoli Pizza Village sul lungomare più famoso d’Italia. Cinquanta pizzerie proporranno al pubblico …

Classifiche 0 Comments

Le migliori pizzette di Napoli, dieci bar ristoranti e focaccerie dove mangiarle

Le migliori pizzette di Napoli. Il più classico dei pasti “a volo”. La pizzetta a Napoli ha una concorrenza spietata: il motivo è ovvio, non prendiamoci in giro. Se la pizza …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply