Dove mangiare al Salone del Libro di Torino 2017: i migliori ristoranti

Dove mangiare al Salone del Libro di Torino 2017: i migliori ristoranti

Dove mangiare al Salone del Libro di Torino 2017: i migliori ristoranti. Edizione spumeggiante quest’anno, dopo la scissione delle grandi casi editrici, che invece di deprimere la storica manifestazione torinese ha esaltato l’orgoglio sabaudo, complice anche la vitalissima direzione artistica di Nicola La Gioia. Ma siccome di cultura non si mangia (cit), ecco qualche consiglio utile per trovare ristoro dopo l’ennesimo incontro al Lingotto.

consorzioCi sono alcuni punti fermi, per chi viene al Salone, e ha uno spirito gourmet. Naturalmente Consorzio, in centro, che però difficilmente avrà posti in questi giorni. Meglio dirigersi allora verso Banco Vini e Alimenti, parente meno impegnativo di Consorzio, che si trova al Quadrilatero e propone cucina espressa e gastronomia di grande livello.

parlapaParlapà, enoteca ristorante su due piani a Porta Susa, propone piatti della tradizione piemontese e una carta di vini nutritissima. Qualche piatto, per intendersi: Gnocchi Gorgonzola e Salsiccia, Fettuccine Porri e Guanciale, Tajarin Trombette e Lavanda, Grissinopoli, tonno di coniglio, Finanziera.

scannabueSe volete fare un salto a San Salvario, ecco l’imperdibile Scannabue, che propone una splendida tartare di fassona e il Brandacujun (stoccafisso e patate)

La trattoria storica, sobria e di sostanza, come si conviene alla piemontesità, è Antiche Sere, che tra tendine di pizzo e atmosfere retrò vi riconcilia con la pace dei sensi. Da non perdere gli agnolotti al sugo di arrosto.

fratò

Se amate il pesce e volete lasciare da parte per un attimo tartare di fassona e salsicce, ecco Fratò, ristorante siciliano che offre pesce da Mazara del Vallo, salumi da Enna, pistacchi da Bronte e olio di Adrano. Ma c’è naturalmente anche, in pieno centro, Gallina (da non confondere con Tre Galli e Tre Galline), che è la pescheria di Beppe Gallina, storico pescivendolo di Porta Palazzo (al banco numero due), luogo ormai decisamente trendy.

artieriPer uno spuntino rapido ma piacevole, ecco gli Artieri del Gusto, che propone pappa al pomodoro, arrosto di tacchino, taboulè, quiche, pitta salentina.

About author

You might also like

Guida galattica al Salone del Gusto

di Paolo Scandale / © Fatto quotidiano L’evento c’è, ed è sicuramente di rilievo. Il Salone Internazionale del Gusto di Torino è ormai diventato un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di …

I migliori brunch di Torino, buffet e pranzo della domenica

I migliori brunch di Torino 2018 Conosciamo tutti la pace e la tranquillità che riempiono il fine settimana. E, diciamocelo, anche la pigrizia. La risposta è una sola: il brunch. Per …

Edit Torino, il maxi polo del food: cosa si mangia e chi c’è

Edit Torino. In una ex fabbrica di cavi elettrici, nel cuore di Barriera di Milano, ha aperto Edit (che sta per Eat, Drink, Innovate Together). Un progetto grandissimo realizzato dall’ex …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply