Cernilli, Planeta e Ciarla candidati

Cernilli, Planeta e Ciarla candidati

Certo, alle prossime elezioni Politiche 2013 ci saranno Daniele Cernilli, Eugenio Guarducci e Gea Schirò Planeta. Ma che delusione. Non solo Oscar Farinetti e Carlìn Petrini, dopo molte voci, sono stati trombati e tritati nei codicilli del sempreverde manuale Cencelli. Ma neanche stavolta vedremo una chef star in Parlamento. Eppure i tempi sembravano maturi. I cuochi, com'è noto, sono ormai celebrità, più rispettati ed evocati che mai. Per dire, da questo mese sua maestà Carlo Cracco ha inaugurato una rubrica da opinionista del cibo su GQ, MasterCracco. E oggi Pal Zileri presenta la sua collezione con un testimonial inconsueto, la star tv Simone Rugiati. Ma niente, anche per questa tornata dovremo fare a meno di Cracco sugli scranni di Montecitorio. Intanto uno spazietto nelle liste si è trovato per Gea Schirò Planeta, signora del vino siciliano, capolista alla Camera per la lista della società civile "Scelta con Monti". E per il patron di Eurochocolate, Eugenio Guarducci tra i capolista alla Camera per le liste di Fare per Fermare il Declino. Ma ci sono anche Daniele Cernilli, ex direttore del Gambero Rosso, consulente di Bibenda e fondatore del bel sito online Doctor Wine (c'è anche sua moglie Marina Thompson), e Alberto Ciarla, ristoratore storico di Trastevere, transitato con disinvoltura dai fan di Alemanno a quelli di Monti.

Tutti centristi, ci sarebbe da chiedersi perché. Che dire? Tutti in buvette appassionatamente al magna magna della politica? In bocca al lupo a tutti, vi seguiremo da qui.

Franco Ziliani, il primo a riportare la notizia di Cernilli, con tanto di polemica sul conflitto d'interessi, segnala che tra i candidati c'è anche Lorenza Sebasti in Pallanti, consorte dell'ex Presidente del Consorzio Chianti Classico

(l'immagine è tratta dal sito Doctor Wine)

About author

You might also like

Recensioni 5 Comments

Mazzo dei The Fooders a Centocelle: locale accogliente, conto onesto e pancia piena

Mazzo, l’ultimo progetto firmato “The Fooders” ha trovato casa a Centocelle.  Il che vuol dire, per molti, attraversare la città e raggiungere un quartiere periferico. Di più, bisogna farlo entro le 22, …

Brunch a Roma: un weekend con gusto

Brunch a Roma, sabato 17 e domenica 18 maggio 2014 

Erba brusca, l’uovo nel taschino

Puntata numero 26 della nostra rubrica bisettimanale pubblicata da Alias, sezione Ultrasuoni, il supplemento del manifesto. Questa settimana l'Erba Brusca di Milano, dove tra un uovo à la poche e un altro,  si può …

3 Comments

  1. cernilli
    gennaio 15, 15:58 Reply

    Volevo solo dire che è verissimo che ho accettato di candidarmi con la lista Monti, anche per la mia antica amicizia con Mario Marazziti e con il professor Andrea Riccardi, della Comunità di Sant'Egidio, con i quali ho a lungo collaborato ai tempi del Gambero Rosso per l'ideazione e la realizzazione del progetto Wine for Life, che ha tra l'altro visto i Planeta e Lorenza Sebasti fra i più grandi supperters. Però, non avendo alcuna possibilità di elezione, e nemmeno particolari ambizioni politiche, la mia è e sarà più che altro una testimonianza di stima per alcune persone presenti nelle liste del Presidente Monti e per la mia assonanza con la maggior parte dei punti della sua agenda. Non certo per tentare fughe in avanti in un mondo che francamente non ho mai frequentato.

    • Puntarella Rossa
      gennaio 15, 16:06 Reply

      Bene, grazie per aver risposto alla nostra domanda del perché di tanto affollamento montiano. Però non sia così pessimista: chi può dirlo, magari la lista Monti sbaraglia tutti e a Montecitorio si impone l’Agenda Cernilli… un saluto

  2. cernilli
    gennaio 15, 17:42 Reply

    L'Agenda Cernilli sarebbe almeno piena di "spirito", ma non quello che dice Crozza imitando Cordero di Montezemolo….

Leave a Reply