Taverna Trilussa

Via del Politeama 23 Tel: 06.5818918
Una sala interna molto grande un po' caciarona, ma soprattutto un dehor recintato e tranquillissimo, vera oasi nel caos trasteverino. La Taverna Trilussa, gestita da Massimo e Maurizio Pirola, è un punto fermo della ristorazione romana. I turisti la amano e la frequentano, ma non bisogna farsi trarre in inganno: perché non c'è nulla di turistico, in senso spregiativo, nella cucina, che mantiene un ottimo livello. I piatti sono tradizionali, con le specialità tipiche note, dall'amatriciana alla cacio e pepe, dall'abbacchio allo scottadito alla coda alla vaccinara. Il fritto misto non è il migliore che abbiamo assaggiato, ma non deludono le coppette di cavallo e le ricotte casarecce. Tra i primi, è imperdibile la norcina (panna e salsiccia), servita a tavola in una grande padella sbilenca, tradizione del ristorante. C'è anche un primo con ingrediente segreto, i ravioli mimosa, non particolarmente raccomandabile.
Bonus: i primi serviti in tegame e lo straordinario dehor
Malus: i prezzi non esattamente da trattoria
 
Cucina: 7. Ambiente: 7. Servizio 6,5. Prezzi: medio-alti

1 Commento

  1. Continuo a non capire il successo di questo ristorante, i primi sono fatti con pasta secondo me(e non solo)  pre-cotta, il servizio è pessimo, l'ultima volta ho preso un suppli acido , la tartara di carne e carciofi era fatta con il carciofo sott'olio e i dolci immondi…Ero a cena con una pasticcera di un locale famoso a Roma e con uno chef ed erano allibiti… l'unica cosa positiva è che il proprietario alla cassa a seguito delle mie dimostranze mi ha scalato parte della cena, credo che se gli avessi detto veramente quello che pensavo non mi avrebbe fatto pagare La giornata storta capita a qualsiasi ristorante il fatto che non ti porta di certo a provare di nuovo visto che una fettuccina al pomodoro fresco l'abbiamo pagata 14 o 15 euro !!!!  

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*