Dorsoduro 3821, a Firenze cicchetti, tramezzini e il vero Spritz veneziano

Dorsoduro 3821. Il locale è in via San Gallo ma davvero vi sembrerà di essere in una calle veneziana, citofonare al portone di Dorsoduro 3821 e sorseggiare uno spritz in questo che è il primo bàcaro mai aperto prima nel capoluogo fiorentino.

dorsoduro fi

Luogo di incontro e di aperitivi che in compagnia diventano in pratica cene, il Dorsoduro è stato aperto nel 2015, e dopo la chiusura nel periodo Covid, ha riaperto le sue porte al pubblico alla fine del 2021. Al bancone potrete avere la fortuna di incontrare una simpatica fiorentina, Domitilla che insieme al suo compagno Andrea, veneziano doc, ha ideato questo atipico e accogliente wine bar. Il locale è piccolino, come da tradizione veneta, con qualche sgabello e un lungo bancone di legno dove sono esposti vini alla mescita, cicchetti e leccornie.

Al Dorsoduro 3821 si beve lo Spritz vero, quello preparato in grandi bicchieri col Select, ma vengono offerte altre sei varietà diverse: Campari, Aperol, Cynar, Rabarbaro, China e Fiero (6 euro), oltre ad una cantina ricca di vini, che spazia con curiosità attraverso le grandi regioni settentrionali, dal Trentino al Friuli Venezia Giulia, con un focus sul Veneto (ombra de vin a partire da 5 euro). Inoltre, immancabile nella cantina è la birra Cimbra, di un birrificio di montagna del Nord.

Ad accompagnare bicchieri di Spritz, vino e cocktail (il Negroni è spaziale – 9 euro), ci sono le tipiche tartine da bàcaro, i famosi “cicchetti” con tonno e uovo, porchetta veneta, cotechino con cren, sfilacci di cavallo, o di polenta con baccalà mantecato (2,5 euro); ma anche le sarde in saor, i tramezzini ripieni, la carne salada e i taglieri con affettati e formaggi di montagna (tagliere per due persone 18 euro).

Dorsoduro 3821. Via S. Gallo 41/R, Firenze. Tel. 055 0249024. Facebook. Instagram
Aperto tutti i giorni dalle 17 alle 23, chiuso la domenica

Dorsoduro 3821

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*