Ristoranti romantici a Roma: i migliori indirizzi per anniversari e appuntamenti

deroga ristoranti romantici a roma

Ristoranti romantici a Roma. Luci soffuse, atmosfera intima, spazi raccolti: una cena a due la si vuol fare nel posto più romantico possibile. Per staccare dal tran tran quotidiano, dedicarsi del tempo assieme, guardarsi negli occhi e vivere un’esperienza di coppia indimenticabile, anche solo per una sera. Se anche voi siete alla ricerca di un ristorante speciale, per sorprendere il vostro lui o la vostra lei con qualche ora ad alto tasso di emozioni, ecco la lista dei ristoranti più romantici di Roma.

(NB: in questa lista abbiamo deciso di non inserire ristoranti stellati e terrazze)

Ristoranti romantici a Roma

Casa Coppelle

In una delle piazze più belle della Capitale, Casa Coppelle unisce l’anima delle due città romantiche per eccellenza: Roma e Parigi. Il locale riesce a coniugare, infatti, la classica veracità italiana e la raffinatezza francese. Le sale sono finemente arredate, le luci soffuse, non manca nemmeno il bagliore delle candele. In carta, poi, si trovano piatti da ristorante di alto profilo come fois gras con frutti rossi (32 euro); vitello con sedano rapa, tartufo nero, finocchio e liquirizia (37 euro); paris brest alla nocciola (15 euro). Altrimenti è possibile optare per un percorso degustazione di 5 portate (160 euro p.p.). Trovarsi a camminare, dopo cena, tra i vicoli di Roma sarà la ciliegina sulla torta di una serata davvero romantica.

Casa Coppelle. Piazza delle Coppelle 49, Roma. Tel. 06 68891707. Sito. Facebook. Instagram

DeRoma

ristoranti romantici a roma deroma

A due passi da Fontana di Trevi, custode dei desideri degli innamorati da tutto il mondo, c’è DeRoma: locale aperto dalla mattina alla sera per un’esperienza gastronomica che accompagna il cliente dalla colazione al dopo cena. L’atmosfera è quella di un bistrot dei primi del ‘900: luci soffuse, angoli scenografici, colori vibranti e volte in pietra ad incorniciare il tutto. Il menu si divide tra ristorante e pizzeria. Il filo conduttore è costituito dalle farine romane: il pane, la pizza, i lievitati e i dolci sono fatti in casa. In carta equamente presenti proposte di mare e di terra come salmone marinato alla rapa rossa e curcuma, crema al caprino, avocado, cipolla agrodolce e cetrioli (16 euro); pan brioche grigliato con aglio e prezzemolo e tartare di manzo classica (18 euro). Non mancano primi, secondi e contorni ma, soprattutto, proposte perfette per una serata speciale come la loro selezione di ostriche (6 pz da 25 a 45 euro).

DeRoma. Via Poli 27, Roma. Tel. 06 89685899. SitoFacebook. Instagram

Aede

A volte il romanticismo rifugge gli stereotipi, appesantiti da tessuti damascati e lume di candela, per ritrovarsi sulla via della semplicità. Da Aede il concetto di romantico risiede proprio nelle sue linee pulite, tipicamente scandinave, e nel fine dining nordico, fatto di ricerca e fermentazioni. Colori tenui, materiali naturali, ambienti luminosi e menu ricercato fanno di Aede il posto ideale per una cena a due. La spiegazione dei piatti è minimal, vengono indicati solo gli ingredienti principali delle varie portate: capriolo, rafano e ostriche; porcini, patate e miso; porri, radicchio e fondo bruno; mela, caramello e crema etc. Possibile scegliere dalla carta solo alcuni piatti, tutti a 10 euro e con un minimo d’ordine di 4 portate, oppure optare per un percorso degustazione: 80 euro a persona con 8 portate a scelta dello chef o 120 euro per il percorso completo di 12 portate. Tutte le ricette di Aede seguono la stagionalità delle materie prime utilizzate, quindi la carta varia con molta frequenza.

Aede. Via Federico Cesi 22, Roma. Tel. 06 88974793. Facebook. Instagram

Pianostrada

Il tocco femminile, da Pianostrada, è una patina di magia scintillante che ricopre ogni aspetto del locale: l’ambiente è curato nei minimi dettagli, i colori sono in armonia, le luci soffuse e la mise en place informale ma ricercata. Tutto attorno fiori freschi e una peculiare delicatezza che lo rendono il luogo ideale per una cena speciale. Il romanticismo, poi, da Pianostrada passa anche attraverso i piatti. Nelle varie portate si può notare la cura per i dettagli e la sapienza nel coniugare a dovere colori e sapori delle materie prime, con un risultato semplice ma d’effetto. In carta cavalli di battaglia come focaccia fichi, crudo di Bassiano e basilico (18 euro); battuta di sbottona selezione Feroci (27 euro); uovo poché con spuma di patate al rosmarino, tartufo e brioche di pane sfogliato homemade (28 euro).

Pianostrada. Via delle Zoccolette 22, Roma. Tel. 06 89572296. FacebookInstagram

Acquasanta

Nel cuore di Testaccio l’acqua e i suoi frutti diventano sacri da Acquasanta, ristorante di pesce che riesce a portare i sapori del mare in una zona fortemente legata alla cucina romanesca fatta di carni stracotte e guanciale soffritto. L’ambiente raffinato, dal chiaro richiamo industriale, diventa romantico grazie a vetrate, colori intensi e luci strategiche. Tre i percorsi degustazione tra i quali scegliere (a 90, 70 e 50 euro). Altrimenti si può scegliere i piatti direttamente alla carta, dove l‘essenzialità della materia prima è la vera cifra stilistica dello chef. Attualmente in menu piatti come crudo di tonno, carpaccio di zucca, nocciole e capperi (23 euro); plin di crostacei, alghe, limone e fondo bruno di manzo (25 euro); ricciola, millefoglie di patate, emulsione di latte e fondo bruno di pesce (27 euro).

Acquasanta. Via Aldo Manuzio 28, Roma. Tel. 06 45550020. Sito. Facebook. Instagram 

Campocori

campocori chapter roma_PHVENANZI
Photo credit Venanzi

Nell’era del rinascimento dell’hotellerie capitolina, dove gli alberghi hanno intrapreso la strada di un’accoglienza a 360 gradi non più destinata ai soli turisti, Campocori è un fiore all’occhiello di questo esperimento. Situato all’interno dell‘hotel Chapter, in pieno centro storico, il ristorante riesce a interessare i cittadini di Roma con una proposta gourmet e un’atmosfera di grande fascino. L’ambiente richiama un locale anni ’30, con un’allure giovane e accogliente. In carta piatti di ampio respiro nazionale e internazionale come risotto al pino mugo, lavanda e coscette di rana (24 euro); gnocchi soufflé con anatra in casseruola, caprino e finferli (20 euro); agnello laziale, babaganoush di funghi, yogourt e fondo al curry (32 euro). Possibile anche scegliere un percorso degustazione tra i tre messi a disposizione del cliente: 4, 5 o 8 portate rispettivamente a 50, 65 e 95 euro a persona.

Campocori – Hotel Chapter. Via di S. Maria De’ Calderari 47, Roma. Tel. 06 89935351. SitoFacebookInstagram

Pulejo

Colori caldi, linee pulite e ambiente minimalista rendono Pulejo il posto ideale per una cena romantica. Il ristorante, nel cuore di Prati, ha una proposta gastronomica raffinata ed evocativa. Possibile scegliere tra due percorsi degustazione da 60 e da 80 euro, rispettivamente per 5 e 7 portate. Altrimenti si possono ordinare alla carta diversi piatti dall’anima passionalee verace come animelle, ostriche affumicate e bieta (20 euro); gamberi bianchi, salsa cocktail, insalata di frutta e angostura (18 euro); gianduia, ibisco, amarene e foie gras (18 euro). Se poi la vostra è una delle tante storie a distanza divise tra Roma e Milano, impossibile non scegliere uno dei piatti icona del locale: il risotto Mi.Ro (25 euro) perfetto per omaggiare il vostro amore fatto di treni, distanze da colmare e sapori da combinare assieme.

Pulejo. Via dei Gracchi 31-33, Roma. Tel. 06 85956532. SitoFacebook. Instagram

Bistro Bio

Un casale del ‘600 totalmente immerso nella natura, fuori dal frastuono metropolitano, ma situato letteralmente nel cuore di Roma, a due passi dal Gianicolo. Bistrot Bio è il posto ideale per una serata speciale: lascia gli ospiti letteralmente senza fiato con la sua location immersa fra gli ulivi e sapientemente illuminata da decine di lucine soffuse. La proposta gastronomica non tradisce il contesto, con materie prime km0 e prodotti dell’orto. Tra i piatti più richiesti, infatti, c’è proprio “l’orto qui accanto” (18 euro), che varia nel contenuto in base alla stagionalità delle materie prime, e la melanzana che voleva essere un peperone (13 euro). Disponibili, poi, due diversi percorsi degustazione di 4 e 5 portate rispettivamente a 40 e 50 euro a persona.

Bistrot Bio. Via del Casaletto 400, Roma. Tel. 06 45476909. Sito. FacebookInstagram

Osteria Fernanda

Fernanda è un’osteria contemporanea con un concept moderno ma d’atmosfera. A due passi da Porta Portese è il ristorante perfetto per una cena speciale grazie alla sua proposta gastronomica concettuale, ma intellegibile, e all’atmosfera intima e curata. Sono 4 i percorsi degustazione a disposizione: 49, 68, 78 e 100 euro in base alla quantità di portate. Altrimenti si può ordinare alla carta tra una serie di piatti curati all’occhio e al palato. In menu ricette ad alto tasso di romanticismo come l’ostrica poché, pastinaca, aceto di cotogna e olio al dragoncello (20 euro); risotto al burro di cavolfiore maturato, mazzancolle e lime (24 euro); soufflé al passion fruit e zafferano, gelato di vaniglia tostata (14 euro).

Osteria Fernanda. Via Crescenzo del Monte 18-24, Roma. Tel. 06 5894333. SitoFacebookInstagram

Adelaide

Adelaide, il ristorante dell‘hotel Vilòn situato all’interno di palazzo Borghese, si dipana tra salotto, bar e un patio bohémien. Il luogo ideale per una piccola fuga romantica grazie al suo stile elegante e raffinato. La cucina è mediterranea e segue la stagionalità delle materie prime. Possibile optare per il percorso degustazione, a 120 euro p.p., oppure ordinare alla carta. In questa sono presenti ricette come porcino, sfilacciato di manzo, crumble al cacao e gel di sedano (25 euro); risotto in brodo di fieno, burro affumicato e spuma di funghi (28 euro); petto di faraona scottato, aletta panata e bao buns di coscia (40 euro). Tra i dolci spicca una proposta davvero romantica, se non addirittura preziosa: la foresta nera di Adelaide con composta di ciliegie, cioccolato fondente con mousse alla vaniglia e oro 23k (18 euro).

Adelaide ristorante e salotto. Via dell’Arancio 69, Roma. Tel. 06 878187. Sito, Facebook. Instagram

Pacifico

Custodito all’interno di Palazzo Dama, a due passi da piazza del Popolo, Pacifico conquista con la sua location mozzafiato e un’accattivante cucina fusion. La proposta gastronomica, infatti, è tipicamente Nikkei: un connubio tra la cucina peruviana e quella giapponese. Nel menu piatti cardine delle due culture come ceviche e gyoza, ma anche ricette di vera e propria fusione come il pack choi con carote e mais baby, choclo, cancha, mandorle tostate e dressing allo zenzero. L’atmosfera elegante, i tavoli esterni a bordo piscina e il menu raffinato rendono Pacifico uno dei ristoranti perfetti per una cena romantica.

Pacifico Roma. Lungotevere Arnaldo da Brescia 2, Roma. Tel. 06 3207042. Sito. FacebookInstagram

Moi

Locale moderno e caldo nel cuore del Fleming. Arredamento minimal, luci soffuse e atmosfera intima sono il giusto biglietto da vista di un ristorante accogliente e con cucina stagionale. Il menu è essenziale e molto curato. In carta piatti come crudo di ombrina, uva, bottarga e cedrina (15 euro); risotto zucca e nocciole (15 euro); faraona ripiena di fegatini con la sua salsa e cioccolato (20 euro). Anche qui è possibile optare per un percorso degustazione (55 euro) con 7 portate a scelta dello chef, per un’esperienza immersiva e sorprendente.

Ristorante Moi. Via Antonio Serra 15, Roma. Tel. 06 87600399. SitoFacebook. Instagram

 

Ristoranti romantici a Roma

[Foto copertina DeRoma]