Ristoranti Roma, dove mangiare in Prati: dieci osterie e winebar da non perdere

Ristoranti Roma, dove mangiare in Prati: dieci osterie e winebar da non perdere

Ristoranti Roma, dove mangiare in Prati. Uno dei quartieri più affollati e trafficati di Roma, Prati offre ai visitatori e ai turisti cultura e shopping. Dopo aver visitato Castel Sant’Angelo o i Musei Vaticani oppure dopo aver passeggiato tra via Cola di Rienzo e via Ottaviano, perché non fermarsi a visitare anche uno dei tanti locali, bistrot o wine bar sparsi in tutte le vie? Per un panino o un pranzo veloce oppure una degustazione più ricercata, ecco i nostri dieci locali consigliati.

Ristoranti Roma, dove mangiare in Prati

Dal Toscano – Tradizione

dal toscano roma piatto

Aperta nel 1938, è uno dei quei ristoranti classici che costituiscono un punto fermo per la ristorazione romana. Magari un po’ polveroso ma sempre affidabile. Frequentato da una clientela familiare e borghese, è specializzata naturalmente in cucina toscana. Nel menu possiamo trovare la ribollita, le pappardelle, i pici alla toscana (10,5) e i fagioli al fiasco. Non mancano le carni alla griglia e Chianti. Molti tavolini nel dehors.

Dal Toscano, Via Germanico 58-60, tel. 0639725717, sito.

Ted burger & lobster – Novità

ted roma piatti

Nato nel settembre 2015, è un locale moderno e giovane, che si ispira alla cucina americana della east coast. La specialità è il lobster roll, ovvero un sofficissimo panino con astice. Ottime e croccanti le patatine fritte di accompagnamento (il piatto completo costa 18 euro). Ma trovate anche hamburger di black angustacos (5,5), sandwich (10)e cesar salad(11) oppure l’astice intero servito con salsa bernese (24). Al centro, splendido bancone bar rettangola, dove si servono cocktail.

Ted a Roma, l’apertura.

Ted, via Terenzio 12, sito.

Sorpasso – Giovane

sorpasso roma bar

Se avete girato molto per trovare parcheggio, munitevi di pazienza perché non sarà facile trovare un tavolino per sedersi. Fratello maggiore di Passaguai, Sorpasso è sempre molto affollato e spesso si attende sulla strada o nel bancone del bar, sorseggiando un bicchiere. Perfetto per una clientela giovane ma non troppo, che vuole un posto caldo e moderno. Si comincia a pranzo, poi dall’aperitivo fino alla cena con taglieri di salumi e formaggi italiani e spagnoli, i trapizzini (3,5) ma anche primi piatti come le orecchiette broccoli alici e pecorino oppure le fettuccine con i gamberi. Ottimi anche i dolci come il tiramifoglie, la torta cioccolato e pere e i cannoli siciliani (3,5). Da segnalare la prosciutteria con l’ottimo Patanegra.

Sorpasso a Roma, la recensione

Sorpasso, via Properzio 31, tel. 0689024554, sito.

Passaguai – Winebar 

passaguai roma

Enoteca, Wine bar e ristorante. Questo piccolo locale sotterraneo, senza grandi pretese gourmet, perfetto per una serata informale, ha un’ampia carta dei vini e dei liquori da accompagnare agli affettati ai salumi e ai formaggi provenienti da tutta Italia con confetture e salse da abbinare. Il menu propone dai carpacci di carne e pesce, insalate sfiziose, tortini e alcune specialità del giorno come per esempio il tomino caldo avvolto nel patanegra con radicchio. Buoni anche i dolci come la fonduta di cioccolata con la frutta, il millefoglie e la mela fritta con crema e cannella (5).

Passaguai, via Pomponio Leto 1, tel. 0687451358, sito.

Zanzara – Trendy 

la zanzara roma chef

 

A due passi da via Cola di Rienzo e da piazza Risorgimento, è un bistrot nato dagli ideatori di Baccano, molto di tendenza e sempre affollatissimo (nonostante i coperti siano molti). Il menu dello chef Salvatore Testagrossa, propone una vasta selezione di salumi e formaggi, cicchetti gourmet come il crostino con burrata di Andria colatura di alici e cipolla rossa di Tropea (9). Tutta la pasta fresca è fatta “in casa” come per esempio i tagliolini con gamberi rossi pecorino e menta (15), il tutto accompagnato da una vasta selezione di vini. Per un pranzo veloce si possono scegliere i sandwich (9-12)o le mini rosette gourmet come quella con patanegra sanchez romero e salsa di pomodorini (3,5).  Per il dopo cena la barlady Cristiana Brunetti propone tanti cocktail speciali al bel bancone d’ingresso.

La Zanzara, via Crescenzio 84, tel. 0668392227,  sito.

Settembrini – Radicalchic 

settembrini roma esterno

Ristorante, ma anche bar e bistrot-libreria (set). L’universo Settembrini negli ultimi anni non ha mai smesso di evolversi e allargarsi e la recente entrata nella compagine di Oscar Farinetti darà rinnovato vigore al ristorante più amato dai dirigenti e giornalisti della vicina Rai.  La proposta è in aggiornamento e cambiano anche gli chef ospiti (l’ultimo, Claude Bosi, chef del due stelle Michelin Hibiscus di Londra).Per il pranzo sono proposti due menù (28-38) che il cliente può comporre scegliendo tra i piatti proposti. A cena i prezzi salgono di molto. Tra le proposte dello chef troviamo la coda di rospo in porchetta (20), le tagliatelle al sugo di triglia (22) e il pescato del giorno (22).

Settembrini, via Luigi Settembrini 27, tel. 063232617, sito.

La Pratolina – Pizzeria 

la pratolina roma pizze

Nata nel 2001, questa “pinseria” garantisce ai clienti un impasto ad alta digeribilità grazie ad una lunga lievitazione (dalle 36 alle 52 ore) e una cottura nel forno con base di pietra lavica che rende la pizza croccante e leggera. Tante sono le specialità nel menu come per esempio la pinsa emiliana con pesto di pistacchi, mortadella di cinghiale mozzarella e silano, oppure la pinsa pratolina con funghi, tartufo, silano e speck.

La Pratolina, via degli Scipioni 248, tel. 0636004409, sito.

Romeo – Gourmet

romeo-700x361-1

Nato nel 2012 con l’intento di fondere il forno la gastronomia e il fornello. In questo locale fin dalla mattina vengono sfornati pane, pizza e focaccia in vendita nel grande bancone del forno (all’inizio c’erano i Roscioli, che hanno poi lasciato), mentre nel banco gastronomia possiamo trovare una grande varietà di salumi e formaggi. Nel menu di novembre, targato Cristina Bowerman, possiamo trovare piatti veramente creativi: tra gli antipasti troviamo il panino di liquirizia con scaloppa di foie gras finto ketchup di mango maionese al passito e chips vegetali (14), tra i primi i ravioli di nocciola e pecorino con chips di castagne (12) oppure il pesce azzurro in salsa di tamarindo e riso basmati (18). Romeo ha in vista un raddoppio a Testaccio e l’ingresso con Frigo e l’ape car al mercato testaccino.

Romeo a Roma, l’apertura

Romeo, via Silla 26, tel. 0632110120, sito.

Zen – Giapponese

zen sushi roma sala

 

Uno dei giapponesi più noti e affidabili di Roma. Qui il cliente può decidere se sedersi al kaiten (tapis roulant) dove i piatti scorrono direttamente dalla cucina oppure al tavolo (ogni piatto ha un colore corrispondete ad un prezzo). Chi non si è mai fatto tentare da queste piccole tentazioni come gli uramaki, i nighiri, gli hosomaki o i temaki con la loro forma a cono? Belli da vedere e anche da mangiare. Chi non si è stupito della leggerezza dei gamberoni fritti (ebi tempura)? Ma da Zen troviamo anche gli spiedini di pollo saltati in padella o il pesce alla griglia come tonno o branzino o gamberi.

Zen sushi resturant, via degli Scipioni 243, tel. 063213420, sito.

Piero e Francesco – Pesce

osteria 101 roma piatto

Ambiente elegante ma non freddo, servizio puntuale e professionale ma giovane, cucina di pesce raffinata ma non evanescente. Piero e Francesco, aperto dal 2001, è uno di quei posti dove andare in un’occasione speciale.  Naturalmente la qualità si paga e qui non si fa eccezione. Superati i tre tavolini del dehor, entrate in una sala non troppo ampia, con un grande quadro a sinistra e uno scaffale pieno di vini e champagne a destra. Andando oltre si arriva alla cucina e scendendo c’è una sala sotterranea, consigliata se c’è una tavolata. Le giovani cameriere, di nero vestite, si muovono lievi nella sala e vi espongono l’ampio fuori menu, dando consigli sui vini. Sul tavolo, con tovagliato importante, giace un mazzo di grissini artigianali oversize. Il menu è tutto dedicato al pesce. Tra gli antipasti, imperdibile la selezione di crudi (32): comprende carpacci, tartare, crostacei e ostriche (ma si può prendere anche in versione ridotta). Ci sono anche astice alla catalana (28), polpo tiepido (15) e gamberi rossi alla Vernaccia di Oristano (18). Le paste offrono lo scialatiello agli scampi e profumo di limone (20), davvero freschissimo, e il fusillone di Gragnano con calamari spillo, asparagi e ricotta salata (20). Tra i secondi segnaliamo il misto di crostacei al gratin (36) e il baccalà Morro in umido con patate (24).

Via Fabio Massimo 75. Tel. 06.3200444. Sito

 

About author

You might also like

I migliori chioschi di Roma dove mangiare e bere all’aperto

I migliori chioschi di Roma dove mangiare e bere all’aperto. A differenza dei ristoranti tradizionali, i chioschi si avvicinano di più alla filosofia dello street food creando un luogo informale dove incontrarsi …

Migliori tapas e cicchetti a Roma, dai “pinchos” di Malandros ai cicchetti gourmet di Cresci

Migliori tapas e cicchetti a Roma. Negli ultimi anni l’aperitivo romano ha importato i cicchetti, “piccole monoporzioni” provenienti dalla cultura veneta. All’appello, provenienti dalla cucina spagnola, arrivano anche le “tapas”: …

Aperitivi e cocktail a Roma 2018, cinque nuove aperture da provare

Aperitivi e cocktail a Roma 2018, cinque nuove aperture da provare. ENGLISH VERSION Con il nuovo anno, facciamo il punto sulle nuove aperture nell’ambito della mixology, visto che c’è fermento nell’aria. …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply