Porcobrado Roma: dopo Milano e Firenze, il panino toscano arriva a Monti

porcobrado roma
Foto di Emanuela Rizzo

Porcobrado Roma. Dopo Milano e Firenze, Porcobrado è arrivato anche a Roma. In via Urbana 31 (siamo nel rione Monti), a metà maggio 2022 ha aperto il locale dedicato al panino ripieno di carne di maiale “made in Cortona”. Il progetto, infatti, nasce proprio nella località toscana (provincia di Arezzo) a opera di Angelo Polezzi e del suo essere goloso: “Volevo un panino che fosse proprio come piace a me. Con la carne di maiale morbida, succosa, con quel sentore di affumicato presente ma non invadente, e poi scioglievole che si amalgama bene alle salse”. Ma andiamo con ordine.

Leggi anche: I migliori street food di Roma

Porcobrado: l’allevamento di Cortona

porcobrado roma
Foto di Emanuela Rizzo

Il progetto prende forma nel 2016. “Volevo un panino che mi piacesse veramente. Lo volevo con la carne di maiale di grande qualità! E quale se non la mia?”. Polezzi, infatti, proviene da una famiglia di allevatori a Cortona: “Da cento anni lavoriamo diverse razze suine pregiate tra cui la cinta senese”. Alla base di Porcobrado, quindi, la materia prima. Si tratta in questo caso di un prodotto che dall’allevamento arriva direttamente, senza intermediari, al cliente. I maiali di Angelo Polizzi vengono allevati all’aperto, nella campagna aretina, con il loro spazio per vivere e camminare e rispettando la natura, precisa l’allevatore. E poi c’è la loro alimentazione: “Negli allevamenti intensivi, oltre a non garantire agli animali gli spazi vitali per muoversi, non esiste etica neppure nella scelta dell’alimentazione – spiega Polizzi -. Quelle bestie mangiano solo farina di soia che peraltro per arrivare a destinazione fa chilometri su chilometri”. Negli allevamenti della famiglia Polizzi i maiali vengono alimentati con prodotti a chilometro zero, nello specifico orzo e favino, acquistati da produttori del territorio. “Tutto questo ci permette di ottenere una carne dal profumo e dal gusto unici. Inoltre, nessuno dei suini che alleviamo è venduti a terzi; li macelliamo noi, le carni le lavoriamo noi e saranno le stesse che andranno a farcire i panini”.

Porcobrado: l’e-commerce e le varie sedi

porcobrado roma
Foto di Emanuela Rizzo

Prima di arrivare all’interno del panino, la carne viene marinata, affumicata e cotta a bassa temperatura in barbecue (in totale, sono oltre 100 ore di lavorazione!). Viene poi sfilacciata, tagliata a pezzi o a fette sottili e solo allora sistemata in mezzo alle due fette di pane (a sua volta realizzato con la farina di grano Verna, un antico grano toscano macinato a pietra, e maturato con lievito madre). Le salse fatte in casa completano il panino. Una volta messo a punto il prodotto, nel 2016 prende il via il progetto: all’inizio era un food truck, oggi sono diventati cinque. Sono poi arrivati i riconoscimenti, come la partecipazione al contest del miglior street food italiano che gli fa vincere il premio di miglior panino d’Europa.

porcobrado roma
Foto di Emanuela Rizzo

Nel 2018, poi, è la volta del primo punto vendita a Milano e nel 2020 era in programma l’apertura a Firenze (poi inaugurata). Cosa è successo quell’anno lo sappiamo fin troppo bene, ma la pandemia non ha fermato Polizzi e la sua squadra che hanno dato vita alla Porcobrado Box, una scatola acquistabile online attraverso lo shop di Porcobrado che arriva a casa in 24 ore: all’interno della box ci sono pane confezionato in atmosfera protetta, salse in barattolo e la carne cotta confezionata sotto vuoto da rigenerare in acqua bollente. Da aprile 2020 a oggi sono state vendute oltre 50mila box, numeri che hanno permesso di far avviare negli ultimi mese anche l’e-commerce in Inghilterra.

Porcobrado a Roma

porcobrado roma
Foto di Emanuela Rizzo

L’ultima tappa (per adesso) è la sede di Roma, che conta oltre ad Angelo Polezzi tre amici e ora soci in affari, Emanuele Masini, Rossella Barranca e Claudio Ceravolo. L’idea di aprire Porcobrado a Roma nasce proprio intorno a un tavolo: “Eravamo a casa in campagna di Emanuele – racconta Rossella -. Era poco dopo il primo lockdown e stavamo gustando un panino Porcobrado. Sin dal primo morso abbiamo subito pensato che un panino così buono non poteva mancare a Roma!”. Il locale è piccolo ma con spazio sufficiente per fermarsi a mangiare, anche se l’anima di Porcobrado è prettamente street food. Oltre al panino (9 euro), ci sono le salsequella con la cipolla rossa o con jalapeno, la salsa al Chianti e all’aglione della Valdichiana – a cui si aggiunge per questa nuova sede quella cacio & pepe. A completare la proposta schiacciate con i salumi e birra Porcilla.

Porcobrado Roma. Via Urbana 31, Roma. Tel. 06 3397 8398. Sito. Facebook. Instagram
Aperto tutti i giorni, chiuso il lunedì

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*