Ricette Rubate, il primo libro di Forno Brisa

Ricette Rubate, il primo libro di Forno Brisa

Ricette Rubate, il primo libro di Forno Brisa. È il 6 dicembre 2015 quando viene inaugurato a Bologna il primo laboratorio nel cuore della città. Il 10 dicembre 2020 Pasquale Polito e Davide Sarti, fondatori di Forno Brisa, hanno presentato il loro primo libro in diretta Facebook: Ricette Rubate per artigiani, sognatori e startupper.

Il progetto di Forno Brisa

forno brisa bologna

Brisa è molto più di un forno: è un progetto dedicato alla panificazione animato dal desiderio di restituire al pane la sua essenza di “prodotto alimentare”, in grado di far bene ai territori e alle persone. A lavorarci con passione sono i Breaders, giovanissimi, con un’età media di 29 anni, creativi, appassionati di buon cibo e soprattutto di lievitati che preparano giornalmente utilizzando farine ottenute dai cereali coltivati nei campi di proprietà a Nocciano, con la particolare tecnica di coltivazione definita “miscuglio”.

Capitanati da Pasquale Polito, Davide Sarti e Gregorio Di Agostini, che si sono conosciuti nei corridoi dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, i Breaders sono coautori di un progetto che desidera reinterpretare un simbolo della tradizione italiana e restituire alle persone il piacere di mangiarlo.

Il libro

Dopo il successo della campagna di crowdfunding, lanciata lo scorso anno in collaborazione con la piattaforma Mamacrowd, la principale piattaforma di equity crowdfunding italiana, Brisa svela la ricetta per costruire la propria impresa, tracciando le tappe fondamentali della realizzazione di un modello d’impresa artigiana contemporanea, dall’idea al suo consolidamento, attraverso 11 concetti fondamentali che artigiani, startupper e sognatori potranno usare e remixare.

“Ricette Rubate per artigiani, sognatori e startupper”, nato dalla collaborazione con Cook_inc, è un condensato di idee e valori con l’obiettivo di ispirare chi ha un grande sogno a crederci e realizzarlo, attraverso le parole di chi ha già realizzato grandi cose come Carlo Petrini, Salvatore Ceccarelli e Davide Longoni e ha saputo essere d’esempio per i fondatori di Forno Brisa.

I capitoli

forno brisa bologna

• Il Modello Artigiano 
Ispirata dal libro L’uomo artigiano del sociologo Richard Sennet l’apertura racconta il paradigma entro cui si giocano tutti gli altri capitoli
1. Un grande impatto
“Che traccia voglio lasciare?” è la prima domanda da porsi quando si mette a terra un’idea. Qui le storie di imprese virtuose che lavorano per generare un impatto positivo: Patagonia, le Aziende Agricole De Fermo e Floriddia, The Seven Elements.
2. Formazione ibrida 
Studiare e fare pratica, cimentarsi e trovare riferimenti teorici, fare analogie e sfidare ciò che esiste. Il racconto di come Carlo Petrini ha pensato e dato forma a una scuola di FormAzione.
3. Scegli un maestro
Uno che voglia condividere tutto, pronto a mettere in dubbio abitudini e dogmi. L’esempio di Davide Longoni, maestro di tanti fornai.
4. Il luogo giusto
Dove possa piacere lavorare e ci si integri al meglio. Ispirazioni teoriche e spunti pratici dal dialogo tra il geografo Franco Farinelli e il direttore della Cineteca di Bologna Gian Luca Farinelli.
5. Do It Yourself
Partire con quello che si ha a disposizione, prendere coraggio e cominciare a costruire: il racconto della Bologna di DeeMo, Rusty e l’Isola nel Kantiere.
6. La tua identità
Riconoscibile, unica, posizionata. La marca è ciò che rappresenta l’impresa. Il racconto dell’esperienza di Giorgio de Mitri, fondatore di Sartoria Comunicazione.
7. Una solida struttura
Buone pratiche di organizzazione d’impresa, la creazione di un’ossatura flessibile capace di evolvere. Parole di Michela Salvatelli, business upgrader.
8. Forma una squadra
Selezione dei talenti, coltivazione di carriere e  metodo condiviso per una squadra attaccata alla maglia.
9. Mescola
L’importanza di portare diversità e nuovi punti di vista, mescolando sempre: l’esperienza di Stefania Grando e Salvatore Ceccarelli, i due genetisti che hanno recuperato e diffuso la pratica del miscuglio in campo.
10. Un’impresa collettiva
Crowdfunding, cosa significa rendere collettiva la propria impresa: i casi di Alexander Agethle, BrewDog e Forno Brisa.

“Ricette Rubate per artigiani, sognatori e startupper” Ed. Vandenberg Edizioni (25 euro) è disponibile dal 30 novembre sull’e-commerce e negli store di Forno Brisa, su Amazon, nelle librerie indipendenti in tutta Italia e su Cook_inc.

About author

You might also like

Nuove aperture 0 Comments

Nuove aperture a Bologna estate 2020, da Temakinho ad Affumico

Nuove aperture Bologna estate 2020. Dopo Osteria Torre Alberici, la bottega con cucina del ristorante Al Pappagallo, non si arrestano le aperture in città per l’estate 2020. Ecco allora cinque locali freschi …

Ristoranti con consegna a domicilio a Bologna, i migliori delivery in tempi di coronavirus

Ristoranti con consegna a domicilio a Bologna, i migliori delivery in tempi di coronavirus. Dopo le misure più restrittive per contenere il contagio del coronavirus, che prevedono che in tutta l’Emilia …

Fico Eataly World a Bologna, i 5 Stelle attaccano: meglio i ristoranti del centro

Fico Eataly World a Bologna. Del mega progetto del parco agroalimentare – dall’impegnativo acronimo Fico, Fabbrica Italiana Contadina – Puntarella Rossa aveva parlato tra i primi, con un corrosivo articolo di Wolf Bukowsky …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply