Sonia Roma chiude, i dipendenti hanno paura del coronavirus e Hang Zhou si ferma per due mesi

Sonia Roma chiude. Non sono bastate le visite dei politici (il sindaco Raggi e il ministro dell’Economia, neo deputato, Roberto Gualtieri su tutti), la costanza dei clienti più affezionati, gli appelli alla calma o le interviste radio-tv: anche il ristorante cinese “Hang Zhou da Sonia”, uno dei più famosi della Capitale, è costretto a capitolare sotto i colpi del coronavirus. Almeno per due mesi.

L’annuncio arriva direttamente via Facebook, proprio nel giorno in cui anche nel Lazio cominciano a registrarsi altri casi di coronavirus: “Con grande rammarico – scrive Sonia – sono costretta a chiudere il ristorante fino al 30 di aprile perché la psicosi portata dal corona virus sta colpendo tutti. Sebbene abbia avuto una notevole riduzione dei clienti io non avrei chiuso ma il problema sono i miei dipendenti, che presi dal panico hanno deciso di non venire più a lavorare e mi hanno chiesto un periodo di pausa, alcuni di loro hanno già comprato i biglietti per tornare in Cina dai loro cari, per questo motivo, mio malgrado, ho dovuto prendere questa decisione. Mi scuso immensamente e ringrazio tutte le persone, che nel momento in cui ero in difficoltà perché noi cinesi sembravamo i portatori del virus a cominciare dalla sindaca di Roma Virginia Raggi e tutti famosi e non famosi che hanno sempre dimostrato di volermi bene. Ad ogni modo quest’anno non chiuderò il mese di agosto. Approfitterò di questa chiusura – aggiunge con ottimismo – per rendere il locale più bello ed accogliente. Io rimarrò a Roma, starò al ristorante e a chi mi verrà a trovare sarò lieta di offrire un caffè o il mio te. Ci vediamo alla riapertura un grande abbraccio Sonia”.

Hang Zhou da Sonia, via Bixio n.55 Roma. Tel. 06 487 2732 Pagina Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*