Canapè Milano, tra cannabis light, cocktail e cucina gourmet

Canapè Milano, tra cannabis light, cocktail e cucina gourmet

Canapè Milano. Ti aspetteresti un locale come Canapè in un quartiere bohémien o al centro della movida. Invece, siamo in via della Moscova, nel cuore della Milano bene (e a un passo dal comando dei Carabinieri). A riprova che la cannabis light è ormai ampiamente sdoganata e trasversale. Il concept è una nuova apertura che unisce cocktail bar, ristorante e shop. Va da sé che la novità è proprio nelle prime due proposte.

Canapè Milano, lo shop

Canapè Milano Shop

Merita comunque un accenno il negozio, al piano inferiore. Racchiuso da pareti in stile jungle, ospita al centro un bancone vetrina che espone vasetti di infiorescenze “da collezione” (a bassissimo contenuto di Thc, il principio psicoattivo – come da norma di legge). In più, una serie di prodotti food (che di Thc sono completamente privi) per sperimentare in cucina, nel relax di casa: semi decorticati, farina, olio e persino caramelle, ribattezzate per l’occasione Cana-melle.

Canapè Milano, il menu

Canapè Milano Tartare

Farina, olio e semi di canapa sono protagonisti nella cucina del ristorante che si propone come gourmet, con ricette abbastanza centrate e presentazioni gradevoli. Ne sono un esempio gli antipasti: la fresca Tartare di ricciola con emulsione al frutto della passione (un po’ coprente, ma se piace ci sta tutto) e croccante di semi di canapa decorticati (18 euro). Ma anche il Carpaccio di manzo con germogli di soia, salsa orientale di carne e semi di canapa tostati (16 euro).

Canapè Milano primi piatti

Arrivano i primi. Abbiamo provato le semplici Mezze maniche di farina di canapa con il suo pesto (12 euro) e la Zuppa di galletto al cocco, lime e peperoncino (10 euro), di chiara ispirazione thai, un po’ slegata (la parte grassa tendeva a separarsi da quella cremosa) ma ben bilanciata. Quel che appare subito chiaro è che la canapa ha certamente valenze gastronomiche, prima fra tutte una certa “rusticità” che si incontra nella pasta e nei semi croccanti. Quel che manca – a chi forse si aspettava un “effetto centro sociale” – è una chiara e riconoscibile nota aromatica. Di “stupefacente” resta la ricchezza dell’emulsione cremosa al burro e salvia che completa i Ravioli di farina di canapa con erbette e ricotta (14 euro).

Canapè Milano menu

Tra un sorso e un’annusata, si arriva ai secondi, piuttosto mainstream. Il Filetto di manzo rosolato con carote glassate e foglietti di daikon con zenzero e spezie (23 euro), lo Spiedino di polpo con chutney di pomodoro e arancia candita (17 euro). Ancora il Trancio di salmone glassato alla salsa ponzu e miele con semi di canapa e purea di melanzana (15 euro). La Coppa di maialino alla birra di canapa, prugne caramellate e la sua riduzione (19 euro), è sicuramente il più apprezzato. Da segnalare anche le proposte veg: la Composizione di alghe e avocado con anacardi e sesamo al profumo di canapa (antipasto, 9 euro) e la Zucca arrostita con mela acidula e cialda ai semi di canapa (secondo, 9 euro).

Canapè Milano, il parining con i cocktail

Canapè Milano pairing canapa

Per ognuno dei piatti è proposto, a piacere del cliente, anche un cocktail in abbinamento. Abbinamento forse non sempre azzeccato. È il caso del signature Canapè (15 euro) con vodka infusa alla canapa, miele, lime, tè matcha e ginger beer. La drink list riserva altre sorprese piacevoli tra cui Cigarette after sex (12 euro) che deve la sua nota fumé al mezcal, miscelato con lime, passion fruit, succo di cedro e Perrier servita a parte, per allungarlo a piacere.

Canapè Milano cocktail alla canapa

Tirando le somme: il locale è accogliente, giustamente modaiolo e curioso quel che basta ad attirare la clientela. Il bar promette bene e i cocktail sono accattivanti. La cucina deve aggiustare qualche piccolo errore e/o valorizzare ingredienti e aromi. E, forse, osare un po’ di più.

Foto in apertura: Simone Zeni – Foto nel testo: Francesca Romana Mezzadri

Canapè, via della Moscova 48, Milano. Tel. 02 84342898, Sito

About author

You might also like

Takochu Milano, il primo street food giapponese apre sui Navigli

Takochu Milano. Lo street food d’Oriente arriva Milano. Se siete appassionati di tendenze gastronomiche e cucina nipponica, segnatevi l’appuntamenti di via Casale 3/A. Venerdì 5 aprile alle 18.00 apre Takochu, …

Nuove aperture Milano settembre 2018: arrivano Heinz Beck e Niko Romito e poi Starbucks e l’osteria di Gino Sorbillo e Ciro Nennella

Nuove aperture Milano settembre 2018. Giusto in tempo per il ritorno dalle vacanze, a Milano chef e ristoratori ce l’hanno messa tutta per rendere il ritorno alla vita di tutti …

Healthy Color Milano, apre il locale del calciatore Andrea Petagna e del rapper Sfera Ebbasta

Healthy Color Milano. L’attesa è finita, il nuovo locale del rapper e giudice Xfactor Sfera Ebbasta e del calciatore di Serie A Andrea Petagna, è pronto per accogliere il suo pubblico da mercoledì …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply