Dove mangiare i bao a Roma, i migliori locali per i golosi panini cinesi al vapore

Dove mangiare i bao a Roma, i migliori locali per i golosi panini cinesi al vapore

Dove mangiare i bao a Roma. Dopo Torino e a Milano, oggi la mania del bao è arrivata anche a Roma.  Il bao o baozi è un panino ripieno e cotto al vapore proveniente dalla tradizione gastronomica cinese e di Taiwan. L’aspetto e la consistenza del bao sono insoliti ma, ultimamente, la passione per lo street food cinese ha abbattuto le barriere visive. Diversi  locali hanno deciso di introdurli nel menu, alcuni hanno mantenuto fede alla tradizione altri hanno aggiunto un pizzico di Occidente. Abbiamo selezionato i migliori locali dove assaporare i bao: Dumpling Bar, Umami, Damplings, Dondolo, Gola, Tyler e il Ramen Bar Akira. 

Dumpling Bar

Dumpling bar nasce nel 2017 dalla passione  di Gianni Catani, chef italiano che, nel corso degli anni, ha scoperto un amore per la gastronomia cinese. Il progetto è nato insieme al suo “guru”, lo chef Jing Shan, il quale negli anni precedenti ha insegnato a Gianni i segreti della cucina cinese. Il Dumpling bar propone molteplici tipologie di ravioli (come il nome suggerisce), due tipologie di primi e quattro di secondi che cambiano stagionalmente. All’interno del menu tra i bao in versione “classica”, ossia cotti al vapore, troviamo: bao con verdure (5,5 euro), bao con uova e cipolla (4,5 euro), con anatra cotta a passa temperatura con porro e salsa pechinese (7,5 euro) e con il pollo cotto a bassa temperatura marinato con verdure (6,5). Ma i bao sono proposti anche nella versione originaria di Xi’An, ovvero non più cotti al vapore ma cucinati con spaghetti croccanti. Le versioni croccanti sono: il bao croccante con maiale (7 euro) e il bao croccante con verdure (5,5 euro). Per gli amanti della gastronomia cinese Gianni, quest’anno, ha aperto un altro locale ispirato alla Cina, del nord per la precisione: il Lamian Bar in zona Ostiense. I “lamian” sono spaghetti tirati a mano secondo la tradizione cinese che al Lamian bar vengono serviti in 7\8 modalità differenti. Anche nel nuovo locale troviamo i bao che possono essere accompagnati dai cocktail a base di grappe cinesi.

Dumpling bar, piazza Antonio Meucci 1 Roma. Tel. 3421212516 – Lamian Bar, via dei Conciatori 9a Roma. Tel. 3459929079

Umami – Trattoria Giapponese

Umami – trattoria giapponese nasce nel 2018, a due passi da San Giovanni. Vi abbiamo recensito qui Umami, quando ha aperto. In cucina Giuseppe Milana, siciliano con la passione per l’oriente. Giuseppe ha scelto di far conoscere la gastronomia giapponese inserendo in menu sia i “grandi classici” come i noodles  fatti con gli spaghetti del Pastificio Secondi (14 euro) e il Ramen (14 euro) che l’hibachi japanese BBQ (da 25 euro) e gli oramai famosi panini cotti al vapore. Umami chiama i panini giapponesi Bun e li propone in due versioni: porkbun (5 euro) e veggiebun (5 euro).  Umami è aperto dal martedì alla domenica dalle 19,30 alle 23,30. Sabato e domenica aperti anche per pranzo dalle 12,30 alle 15,30.

Umani-Trattoria giapponese, via Veio 45. Tel. 3312630870. Facebook

Damplings 

Dall’Asia a Roma: la ravioleria in zona Prati della Vittoria propone lo street-food tradizionale asiatico. I quattro soci (Davide, Mauro, Tommaso e l’italo-tawainese Leo) hanno deciso di riportare nella capitale i sapori provati nei loro viaggi: dalla Cina del Nord a Taiwan, passando per il Sichuan ai piedi dell’Himalaya, fino a Shanghai. Il risultato è un menu con oltre 18 tipi di ravioli (alla piastra, al vapore, ripieni al brodo), i Noodle, e ben cinque tipi di Gua-Bao (dai 4 ai 6 euro): il classico con brasato di pancia di maiale, verza e arachidi; il tradizionale con anatra e cavolo marinato; l’originale con pollo al lemongrass; il colorato con funghi e verdure ed infine, per accontentare tutti, c’è anche il vegano con polpetta di tofu bio e mostarda Himalayana. Tutto fatto a mano ogni giorno.

Damplings, via Montepertica 41 Roma. Tel. 06 9818 1782 Facebook

Dondolo 

Dondolo, bakery e bagel bar arriva cinque anni fa nella tranquillità della Città Giardino nel quartiere Montesacro, dove è diventato un punto di riferimento per gli abitanti del quartiere e non. L’ambiente è colorato e l’atmosfera familiare. Il menu ha influenze da tutto il mondo e tra eggs benetict (8\9 euro), buddha bowl (12\13 euro) e bagel (dai 7 ai 9 euro) troviamo anche i bao buns i panini della tradizione cinese. I bao sono proposti in tre versioni: spring bao (5 euro), meat bao (5,5 euro) e black bao (5,5 euro).

Dondolo via Cimone 129, Roma. Tel. 06 83087769. Sito, Facebook. 

Tyler 

Tyler nasce due anni fa a Ponte Milvio nello spazio che ospitava il Crazy Bull. Il progetto è dei ragazzi del Jolly Roger di Fregene. Il concept è ispirato all’America degli anni ’50 sia negli arredi che nella cucina: food truck e street food influenzato da tutto il mondo. Tra nuggets (8 euro) e tacos (9 euro), Tyler dedica una parte del menu all’Oriente. Vista la curiosità del momento sui panini della tradizione cinese, durante l’ora dell’aperitivo, i bao vengono serviti come assaggio di benvenuto. I ripieni dei panini tendono ad essere più occidentali senza distogliere l’attenzione all’Asia. Tra i bao in menu troviamo: chicken bao ( 15 euro ), pork bao ( 15 euro) e la novità il Bao di pesce (15 euro).

Tyler via Riano 3, Roma. Tel. 392 379 4887. Sito, Facebook. 

Ramen Bar Akira 

Ramen bar è il progetto di un imprenditore giapponese, Akira Yoshida, che ha scelto Torino e Roma per far conoscere la cucina giapponese in Italia. Come protagonista del locale troviamo in menu Iekei Ramen: spaghetti giapponesi e brodo (dai 12 ai 14 euro). Il ramen può essere “personalizzato” con special topping e special topping bis. Tra piatti speciali, antipasti e dolci giapponesi non potevano mancare le tre varianti principali del bao: Pork\chicken vans (3,8 euro), fish vans (3,8 euro) e veggie vans (3,5 euro). Ramen bar akira ha due sedi a Roma: via Ostiense e Termini, nel Mercato Centrale.

Ramen bar Akira via Ostiense 73 e via Giovanni Giolitti 36. Sito, Facebook. 

About author

You might also like

Murakami a Ponza, mangiare nel primo sushi boat restaurant del mondo

Murakami a Ponza, dal 2 giugno 2018 Non so voi, ma noi abbiamo già tanta voglia di estate, di mare e ovviamente anche di sushi, una mania che non smette …

Mangiare a Fregene 2018, arrivano Honoloolu e La Marinaia, pokè, Mai Tai dalle Hawaii e pizza di mare

Mangiare a Fregene 2018, arrivano Honoloolu e La Marinaia. Allo stabilimento Gilda On The Beach dall’11 maggio arrivano due novità: il beach bar Honoloolu, che porterà le Hawaii a Fregene, pronto a servire pokè, sandwiches e …

Supplizio a Trastevere, Dandini lancia il Supplì Ajo e Ojo e prepara lo sbarco a Milano

Supplizio a Trastevere A cinque anni dal lancio dello storico locale in via dei Banchi Vecchi 143, dopo il corner nel Food Box di Marco Morello al Mercato Testaccio e dopo …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply