Giannino dal 1899 Milano, nuovo look per lo storico ristorante

Giannino dal 1899 Milano, nuovo look per lo storico ristorante

Giannino dal 1899 Milano, Tel. 02 36519520. In via Vittor Pisani, più vicino a piazza della Repubblica che a Stazione Centrale, il nome storico della ristorazione milanese si ripresenta in una nuova, elegantissima veste, firmata dallo studio Spagnulo&Partners.

In oltre un secolo di attività, dal ristorante fondato da Giovanni Bindi, detto appunto Giannino, sono passati nomi del jet set, da Grace di Monaco a Italo Balbo, da Primo Carnera ai Duchi di Kent. Ancora oggi Giannino dal 1899 è amato da una clientela internazionale e da diversi vip nostrani, che qui sanno che, oltre a mangiare, ci si diverte e ci si lascia andare con i signature drink preparati dal barman al bancone.

Giannino dal 1899, il locale

Restyling per il Ristorante Giannino di Milano

Nel corso della sua storia Giannino ha cambiato location, ma ormai, per tutti è il ristorante elegante di via Pisani. La sua allure chic rimane anche dopo l’importante restyling. I tessuti interpretano diversamente in ogni la sala la medesima provenienza di stilemi geometrici di inizio secolo; i grandi portali che incorniciano le pareti sono un chiaro riferimento a certa monumentale serialità, che in zona Centrale è di casa. E poi i dettagli di lusso, in noce, specchi, ottone… Il locale si presta, con questa divisione degli spazi, a cene di gruppo o a due, magari fruttando una nicchietta romantica.

Giannino dal 1899, il menu

Da Giannino va in scena la cucina italiana, ostentata, pettinata e lussuosa. D’altronde qui la clientela non ha paura di spendere per godersi la serata. La forma viene ancor prima della sostanza ed ogni piatto dello chef Alessandro Rimoldi si presenta scenografico, accattivante.

Piatti di carne, pesce o veg da Giannino

Tra gli antipasti vi consigliamo di provare, la Battuta di gamberi rossi di Mazara con finger lime, avocado e insalatina (30 euro); la Tartare di fassona piemontese in punta di coltello (25 euro); Il Foie gras caramellato, maionese di burrata, mango e acqua di tartufo di Norcia (30 euro). Accanto ai primi della tradizione (come il Riso al salto croccante, 18 euro), c’è la pasta fresca. Godereccio lo Spaghettone cacio, pepe e pera con caviale (45 euro). Da segnalare, tra i secondi, il Merluzzo carbonaro con maionese alla clorofilla e prezzemolo, aglio nero e berberè (30 euro). Non potevano mancare in carta il Rustin Negaà di vitello con risotto alla milanese (28 euro) e la Cotoletta, sempre servita con risotto (34 euro).

Un menu di cucina italiana per Giannino dal 1899

Per una panoramica completa, si può optare per il menu degustazione di 7 portate, sia di carne che di pesce, con dessert (80 euro). Numerose anche le proposte vegane, dal Risotto con asparagi e burro di mandorle (18 euro) alla Zuppa di carote e zenzero con riso nero (14 euro), fino al Lingotto di funghi alla piastra, cipolla di Tropea e peperoni (16 euro). Altrettanto scenografici i dolci.

Giannino dal 1899, via Vittor Pisani 6, Milano. Tel. 02 36519520, Sito, Pagina FB. Aperto tutti i giorni dalle 12.00 alle 15.00 e dalle 19.00 alle 00.00; il sabato solo a cena. 

Segui Puntarella Rossa Milano anche su Facebook

Seguici anche su Instagram

About author

You might also like

Recensioni 0 Comments

Kowa Restaurant Milano, panasiatico chic in evoluzione

Kowa Milano, Tel.02 5455654. Che cos’è un ristorante panasiatico? Kowa Restaurant, situato all’interno del 5 stelle Fifty House, in via Benvenuto Cellini, può essere portato ad esempio per spiegarlo alla perfezione. C’è …

Nuove aperture 0 Comments

Fusho Milano, il sushi burrito apre in Cinque Giornate

Fusho Milano in piazza Cinque Giornate. Tutto ebbe inizio in via Paolo Sarpi, al civico 50, dove i giovani imprenditori Jay Lin, Alex Pan, Sam Ye e Davide Croatto hanno dato vita …

Recensioni 0 Comments

Wheat Restaurant Milano, il paradiso dei dim sum artigianali è a Loreto

Wheat Restaurant Milano, Tel. 02 36539517. Aperto da un anno esatto, Wheat Restaurant è emerso lentamente, poco alla volta, in un mare magnum di ristoranti cinesi – o più confusamente …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply