Caffè specialty a Roma, i migliori bar dove provarlo: Faro, Pergamino Caffè e il nuovo Fax Factory

faro caffè specialty roma
Foto pagina Facebook Faro

Caffè specialty a Roma, i migliori bar dove provarlo. Si fa presto a dire caffè. Come ogni bevanda che si rispetti, al pari del vino o della birra, anche il caffè rientra in un settore vastissimo e vanta terminologie, processi e competenze tecniche molto diversificate. Innanzitutto qual è la differenza tra un caffè normale e un caffè specialty? Secondo la definizione canonica, lo specialty coffee è un caffè con meno di un difetto primario per chilo (chicco marcio, acerbo, tarlato, vuoto, malato), raccolto a mano (nel momento di perfetta maturazione), e votato con un punteggio superiore a 80/100 assegnatogli da un assaggiatore ufficiale Q-Grader. Insomma, il caffè più autentico e pregiato a Roma lo troviamo da Fax Factory, da Faro, al Pergamino Caffè e da Retrocaffè: ve li raccontiamo in questo articolo.

Aggiornato febbraio 2021

Specialty coffee a Roma

Fax Factory Art & Coffee

Fax Factory nasce inizialmente nel 2016 come officina creativa e punto di incontro delle più diverse arti. È sempre stato uno spazio giovane e dinamico dove si alternano concerti, mostre, presentazioni di libri, vernissage ed eventi culturali che, dal dicembre 2018, si è legato all’universo del caffè, esclusivamente specialty. La nuova realtà che oggi al Pigneto coniuga l’arte con il gusto è quindi Fax Factory Art & Coffee. Il locale, al momento aperto dalle 8 alle 18 (ma prima del Covid dalle 7 fino al dopo cena) e luogo di ritrovo per colazioni, merende e aperitivi culturali, si avvale della collaborazione di due professionisti, Luca Palazzi e Gaia Aurora Olmedo, da tempo protagonisti della scena italiana dello Specialty Coffee, dopo un’importante esperienza al Pergamino Caffè in Piazza Risorgimento. Il caffè è monorigine 100% arabica certificata di grado specialty proveniente da torrefazioni italiane ed estere come le Coffee Roasteries di Fjord e Five Elephant a Berlino, Colonna e Origin di Bristol e Londra e Nero Scuro di Bassano del Grappa. L’espresso parte da 1 euro e può arrivare anche a 4 euro a seconda della scelta del caffè. I filter coffee vanno dai 3 ai 5 euro, mentre il flat white, ovvero un doppio espresso con crema di latte, costa 2,20 euro. Ad affiancare il beverage, composto tra l’altro di una piccola ma attenta selezione di birre artigianali e distillati, è presente una proposta di gastronomia dolce. Si passa dai lieviti alle crostate e ai biscotti cotti in forno a legna (dai 50 ai 70 centesimi al pezzo) del panificio Panera dei Castelli Romani, fino ad arrivare a suggerimenti per una colazione ideale da abbinare ai filter coffee: fette biscottate con burro e marmellata, pane al cioccolato (entrambi a 3,50 euro).

Fax Factory Arts & Specialty Coffee. Via Antonio Raimondi 87, Roma. Tel. 348 8131228Pagina Facebook

Faro

Faro Caffè Roma
Foto pagina Facebook Faro Caffè

Nato nel dicembre 2016, Faro è il regno indiscusso del Caffè Specialty a Roma. Oggi è gestito con passione dal fondatore Dario Fociani e i suoi due soci, Arturo Felicetta e Dafne Spadavecchia, tre giovani con l’ambizione di far avvicinare il pubblico italiano al mondo dello specialty coffee. Il caffè specialty è un caffè di qualità, viene trattato più delicatamente, grazie a una macinatura attuata con cura, per evitare tostature eccessive che coprirebbero i sapori autentici e originali. Il gusto deve rimanere il più possibile intatto e l’aroma della bevanda è preservato in ogni sua caratteristica. La sostenibilità è un altro elemento fondamentale, insieme alla tracciabilità, garantita in tutte le fasi, dalla piantagione alla tazzina. Da Faro il caffè specialty è l’unica bevanda presentata in tazzina, proveniente da piantagioni singole e non da miscele. Viene servito l’espresso (consigliato doppio per sottolineare ed esaltare i sentori) o filtrato con l’Hario V60 o l’Aeropress. I prezzi variano a seconda del caffè selezionato, vanno da 1,20 euro a 4 euro; il cappuccino si paga 1,50 euro e il flat white 2,50 euro. In cucina c’è Dario Ferrari, al bancone troviamo pasticceria e gastronomia fredda che completano l’offerta del locale, accompagnando la colazione o la pausa pranzo.

Faro Caffè. Via Piave 55, Roma. Tel. 06 42815714. SitoPagina Facebook

Pergamino Caffè

Pergamino Caffè Roma
Foto pagina Facebook Pergamino Caffè

Il Pergamino Caffè è la prima caffetteria specialty di Roma nata in piazza Risorgimento da un concept di Luigi Parise, già ideatore del Morrison’s pub e oggi gestore del Pergamino insieme alla moglie Laura. Caffè 100% arabica, sia monorogine che miscele, disponibile in espresso o filtro secondo i più moderni metodi di estrazione e infusione, dall’Aeropress, al Syphon, dal Cold Brew al V60. Le torrefazioni cambiano stagionalmente: troviamo ad esempio le nazionali Gardelli, Lady Cafè, Campana e Le Piantagioni del Caffè e la coffee roastery A+ di Melbourne. Aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 18, con una clientela per metà italiana e per metà straniera, il locale propone un’offerta di gastronomia dolce artigianale e l’English Breakfast che al costo di 10 euro comprende il caffè e la tradizionale colazione a base di uova strapazzate, bacon, pane e burro. Gli amanti del “fresco” troveranno la spina del nitro coffee (caffè freddo spillato) e dolci freddi come tiramisù e cheesecake. Per orientarsi sul caffè da scegliere, la lavagna recante le descrizioni e lo staff del Pergamino sono sempre d’aiuto. L’espresso costa 1 euro mentre lo specialty 1,50 o 3 euro, in caso lo si ordinasse doppio.

Pergamino Caffè. Piazza del Risorgimento 7, Roma. Tel. 06 8953 3745Pagina Facebook

Retrocaffè

Retrocaffè Retrobottega Roma
Foto pagina Facebook Retrobottega

L’ultima creatura di Alessandro Miocchi e Giuseppe Lo Iudice si chiama Retrocaffè e nasce a novembre 2020, un po’ per far fronte alle restrizioni da Covid che hanno imposto la chiusura dei locali alle 18, un po’ perché i ragazzi di Retrobottega sono una continua fucina di idee. Da Retrocaffè si può trovare una selezione di caffè 100% arabica specialty di micro torrefattori provenienti da varie parti del mondo, proposti a rotazione con diversi metodi di estrazione, dal più tradizionale espresso a varie tipologie di filtro, sfruttando sistemi con tecniche più raffinate come il v60, il chemex e l’aeropress. Ma non manca nemmeno l’intramontabile moka. Insomma, non c’è la cena da Retrobottega, ma almeno possiamo goderci una colazione o un pranzo (dolci e pane, le paste ripiene, il pollo arrosto da dividere) o un semplice momento con un caffè di qualità. Retrocaffè è aperto dalle 8.30 fino alle 18.

Retrocaffè. Via d’Ascanio 26 A, Roma. Tel. 06 68136310. Sito. Pagina Facebook

 

[Foto copertina pagina Facebook Faro]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*