Palmerie Roma, ai Parioli il nuovo ristorante glamour

Palmerie Roma, ai Parioli il nuovo ristorante glamour

Palmerie Roma, Parioli Restaurant et Jardin. Da marzo una novità per la movida romana al numero 7 di viale Parioli. Il viale alberato che negli ultimi anni ha visto spuntare locali di tendenza tanto da essere stata definita la nuova Via Veneto. Ora accoglierà, nel suo tratto più taciturno, un nuovo progetto che prende ispirazione dal deserto marocchino alle porte di Marrakesh dove sorge un palmeto di 100.000 palme, che tra resort di lusso e campi da golf sta evolvendo in un’oasi di pace e lusso di più di 13.000 ettari. Palmerie Parioli inaugurerà,con un evento a porte chiuse dedicato alla stampa e uno aperto al pubblico, uno spazio di 400 metri quadri sviluppato su due livelli, comprensivo di un terrazzo, un giardino tropicale coperto e una sala dedicata ad eventi privati. Il tutto per per un totale di 120 coperti.

Ideato e sviluppato dal gruppo dell’ormai affermato Coffee Pot, la squadra romana formata da Giorgio Fiorilli, Melissa Leone, Francesco Chiappini, Andrea Clapier e Simone Brengola si allarga e accoglie per il nuovo locale un nuovo giocatore, Alessandro Borghi, protagonista della famigerata serie tv Suburra. Sei soci giovani, ambiziosi e viaggiatori che negli anni hanno scrutato e studiato le diverse culture del mondo con il sogno di raccogliere elementi provenienti da ogni piccolo angolo e unirli all’esperienza imprenditoriale.
Lo stile e l’arredamento di Palmerie è curato nei dettagli come solo una donna sa fare; è Melissa infatti che è riuscita a donare al neonato un  tocco coloniale fondendolo con l’antico oriente, il west indies e i riad tipici del Marocco. Come le sedie, che saranno in rattan intrecciato a mano (legno della palma), le cementine disegnate a mano, i cuscini berberi  con provenienza marocchina e le statue in pietra a grandezza naturale che vengono fabbricate a Ubud (Bali). Ma non mancheranno oggetti d’arredamento tipici del made in Europe e del made in Italy.

Palmerie sarà ristorante e cocktail bar, offrirà una vasta scelta tra piatti internazionale e healthy food, la cucina sarà l’incontro tra oriente ed occidente e sarà nelle mani di Maurizio Zezza, Marco Fontana e Chiharu Igarashi (Yae Sushi Tokyo,Zuma Abu Dhabi, Zuma Rome) Dalla tarda mattinata scelta di open bread, pasticceria, healthy buddha bowl, pankake e smoothies.
Per il pranzo e per la cena c’ è l’imbarazzo della scelta tra izakaya (tapas giapponesi), gyoza, ramen, sushi roll, pizza e burger gourmet. Tutto avrà il sapore della freschezza, dal pesce che arriverà ogni mattina dal litorale laziale, alla carne solo di animali da pascolo ai vegetali provenienti da tutto il mondo.

Situato in un punto strategico, snodo di tutta la zona nord di Roma, Palmerie sarà anche locale con musica dal vivo e dj set. Offrirà anche servizi di delivery e take away inserendosi nel processo di sviluppo di un’area fino ad ora dormiente.

Le Palmerie Restaurant et Jardin, viale dei Parioli 7, Roma

 

 

 

About author

You might also like

Nuove aperture Roma febbraio 2017, 16 ristoranti da Materia a Ugo, da Altrove a Rosemary

Nuove aperture Roma febbraio 2017. English version. Tra grandi ristoranti, nomi eccellenti e piccoli spazi gastronomici di qualità, l’offerta delle nuove aperture invernali è varia. Dovrebbe aprire a fine mese, i rumors parlano del …

Blind Pig Roma, a San Giovanni ecco la focacceria speakeasy

Blind Pig Roma. E’ arrivato a San Giovanni, Blind Pig, un nuovo locale firmato Marco Pucciotti, giovane titolare di diversi ristoranti a Roma. Blind Pig è una strana creatura a due anime, focacceria …

Recensioni 1Comments

Mozzico a Roma: birra artigianale e ‘svojature’ a San Lorenzo

Mozzico a Roma: birra artigianale e svojature a San Lorenzo. Mozzico è il nuovo pub (con gastronomia) di San Lorenzo: le 12 spine e il vino naturale sono solo due dei motivi che valgono …