La chef Ceraudo di Dattilo: “Grazie New York Times, siamo i primi bio della regione”

calabria capo rizzuto

La chef Ceraudo di Dattilo e il New York Times. Il giornale statunitense ha stilato una lista delle 52 mete imperdibili dell’anno.

**** Qui l’intervista a Roberto Ceraudo

Dopo paesi come Canada, Cile, India, Croazia e Maldive, al trentasettesimo posto troviamo l’Italia. Anzi, la punta dello stivale. E cosa fa della Calabria una delle mete imperdibili per il New York Times? La cucina. Se vi aspettavate di trovare citata la carbonara romana o la ribollita toscana rimarrete delusi. I piatti migliori per la giornalista Danielle Pergament sono quelli della gastronomia calabrese (qui trovate i prodotti principali). E tra loro, a sorpresa, c’è una donna, Caterina Ceraudo. Che, naturalmente, è entusiasta, e a Puntarella Rossa dice:Questo riconoscimento ci fa capire che stiamo lavorando bene, non solo con il ristorante ma con tutta l’azienda biologica”.

ristorante dattilo vigna

E infatti non sono solo i piatti della tradizione ad includere la Calabria nella lista del  New York Times. Oltre alla ‘Nduja  e al Bergamotto, molto apprezzato è l’impegno della regione per l’agricoltura biologica e per la riscoperta dei prodotti locali. Tre sono i ristoranti citati da Danielle Pergament: Ristorante Dattilo (Strongoli), Ristorante Ruris (Isola Capo Rizzuto) e Antonio Abbruzzino a Catanzaro.

Ristorante Dattilo

ristorante dattilo

Caterina Ceraudo, chef del ristorante Dattilo, è stata allieva di Niko Romito al Reale di Castel di Sangro in Abruzzo ed è una delle chef stellate più giovani in Italia. Ha preso in mano il ristorante di famiglia 3 anni fa rivoluzionando la cucina tradizionale in chiave più moderna. “Siamo stati la prima azienda biologica del territorio – ci spiega – Dal 1987 produciamo vino e olio bio, tutti gli ortaggi e gli agrumi provengono dai nostri campi. Mio padre e mio fratello li coltivano e così possono controllare tutta la filiera, io poi li trasformo in cucina”.

dattilo%20vigneto__1483716811_94-34-45-82

Abbiamo chiesto alla chef il piatto più rappresentativo del ristorante: “Un piatto tipico calabrese è la minestra di borragine e patate: noi lo abbiamo modificato e proponiamo gli spaghetti con borragine. A me piacciono  molto le erbe di campo, quindi le utilizzo soprattutto nelle insalate”.

Con il progetto Cooking Soon Caterina Ceraudo sta provando a rilanciare la gastronomia locale facendo conoscere ai consumatori i prodotti dei piccoli produttori. “Sopravvivere qui è molto più difficile, con la nostra associazione aiutiamo i produttori e l’economia calabrese.” È tra le 100 donne del 2016 per il Corriere della Sera insieme  a Ivanka Trump, Michelle Obama, Angela Merkel e Virginia Raggi.

Ristorante Dattilo, Contrada Dattilo, Strongoli. Tel.(+39) 0962 865613. Sito.

Ristorante Ruris

ristorante ruris orto

Natale Pallone è lo chef del Ruris. Un ristorante dove la cucina raffinata è alla portata di tutti. Pesce fresco e ortaggi bio coltivati dallo stesso Pallone sono gli ingredienti principali della cucina di questo ristorante. Proprio per questo intento di rendere accessibile a tutti l’alta cucina calabrese è stato incluso dal New York Times nella lista dei posti da visitare.

Ristorante Ruris, Contrada Anastasia, Isola Di Capo Rizzuto (Crotone). Tel.0962791460. Sito.

Ristorante Abbruzzino Alta Cucina Locale

ristorante abbruzzino

Antonio Abbruzzino propone nel suo ristorante a conduzione familiare alta cucina basata sui prodotti locali. Lo chef Luca Abbruzzino, figlio di Antonio, insieme al ristorante Dattilo e altri giovani chef calabresi, partecipa al progetto Cooking Soon per valorizzare i prodotti della regione.

Ristorante Abbruzzino, via Fiume Savuto, Catanzaro. Tel. 333.3672207. Sito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*