Bakery & Love Napoli, la tradizione pasticcera a stelle e strisce sbarca al Vomero

Bakery & Love Napoli, la tradizione pasticcera a stelle e strisce sbarca al Vomero

Bakery & Love Napoli, un po’ d’America nel cuore del Vomero. Dopo il grande successo degli store di Frattamaggiore e Caserta, Bakery & Love arriva anche a Napoli. Al numero 89 di via Bernini, il prossimo 6 dicembre, sono in arrivo tantissime golosità made in U.S.A., dolci e salate, perfette dalla colazione alla pausa pranzo, dalla merenda pomeridiana alla cena. Pronte a sfidare la tradizionale pasticceria made in Napoli.

bakerylove-napoli-interni

Gli store Bakery & Love si contraddistinguono per l’arredamento bon ton dai dettagli retrò, come l’intramontabile frigo SMEG anni ’60 smaltato rosa. Tutto, del resto, ruota intorno ai toni del rosa e del bianco, che si alternano sulle pareti, tra le sedie e i tavoli, tra i piatti di portata e gli scaffali.

bakerylove-cerealiamericani

Da Bakery & Love vi sembrerà di trovarvi in una vera bakery newyorkese, tra prodotti original made in U.S.A., come la Dr Pepper soda, la 7Up, i cereali Froot Loops, le ciambelline di mais colorate mixate con pezzetti di marshmallow, gli Hershey’s e i Reese’s Puffs. Le torte sono preparate con materie prime di ottima qualità, dalle nocciole IGP del Piemonte al cacao Domori – Sur de lago, Venezuela – mentre per i burger si utilizzano solo bun a lievitazione artigianale.

bakerylove-napoli-torte

Dalle pagine social degli store di Frattamaggiore e Caserta, con le foto dei milkshake cioccolattosi ai gusti Oreo, Snickers e Kinder Bueno, delle coloratissime torte e dei soffici pancake, hanno fatto ingolosire tutta la città. Ma adesso l’attesa è finita, e dal 6 dicembre potrete trovare anche a Napoli l’ormai famosa Baiocco Cake, la Red Velvet Cheesecake – una Red Velvet che al suo interno nasconde una NY cheesecake – la Boston Brownie Cake, la Chocovelvet con nocciole IGP del Piemonte, cioccolato Callebaut e macaron al gusto lampone e cioccolato. O ancora, pancake da farcire con le vostre creme e granelle preferite: cioccolato bianco, confettura di frutta, sciroppo d’acero, crema Kinder con pezzi di Kinder Bueno, oppure biscotti Oreo tritati o Rice Crispies.

bakerylove-napoli-burger-clubsandwich

E in una bakery che si rispetti, non poteva mancare anche il meglio della tradizione salata americana: ecco quindi una vasta scelta di sandwich, dal famoso Club Sandwich all’Arizona e New York Sandwich, di fresh Salads e burger, come il Miami Burger: bun a lievitazione naturale, doppio hamburger di Chianina (300g), doppia mortadella Cortebuona IGP e pesto di pistacchio di Bronte.

Ma il prossimo 6 dicembre alle 19, in via Bernini 89/91, oltre che per gustare tutte queste bontà a stelle e strisce, c’è anche un motivo in più per non mancare: il ricavato dell’inaugurazione, infatti, verrà devoluto alla Chiesa dell’Immacolata Concezione di Portici, conosciuta anche come “Chiesa dei ferrovieri”, per mettere in sesto il campetto di calcio per i bambini dell’Oratorio “Chiara Luce Badano”.

Bakery & Love, via Bernini, 89/91 Napoli. Pagina Facebook

About author

You might also like

Classifiche 0 Comments

Pastiera a Napoli per Pasqua: cinque pasticcerie dove comprare la migliore

Pasqua 2014 a Napoli. In città il periodo pasquale è una sfida senza fine tra la pastiera e il casatiello (torta salata tipica della Campania con sugna, salame, cicoli, pecorino, provolone, uova e chi ne ha più ne metta). Ora …

Panamar Napoli, tartare e panini gourmet di mare nel locale al Vomero

Panamar Napoli, panini di mare al Vomero tel. 08118259536. A poco più di cinque mesi dall’apertura, i ragazzi fondatori di Panamar si sono inseriti di prepotenza fra le preferenze dei …

Lelena Burger & Co Napoli, hamburger gourmet col bollino giallo

Lelena Burger & Co. Napoli, hamburger gourmet all’italiana. Uno spot pubblicitario molto famoso ci invitava, negli anni Ottanta, a cercare il bollino blu per trovare la qualità. Noi, stavolta, vi …

3 Comments

  1. ssn21seawolf
    agosto 13, 17:17 Reply

    nocciole igp del piemonte? che barbarie venderle a napoli ed in campania, ma non per i savoia, i borbone etc etc, solamente per il fatto che quelle campane sono le migliori del mondo, ed alla base dal 800 dei wafer napolitaner. dico io, un poco di cultura non farebbe male, anche se chi ha le redini del commercio è il nord a scapito del sud

Leave a Reply