Le migliori pizze fritte di Napoli: da Fernanda a Pellone, da Masardona a Concettina ai Tre Santi

Le migliori pizze fritte di Napoli: da Fernanda a Pellone, da Masardona a Concettina ai Tre Santi

Le migliori pizze fritte a Napoli

Le migliori pizze fritte di Napoli. Era il 1954 quando una giovanissima Sophia Loren, splendida pizzaiola protagonista del secondo episodio dell'"Oro di Napoli" di Vittorio De Sica, impastava e friggeva pizze nel popolarissimo Rione Materdei. Ma la pizza fritta a Napoli non è solo finzione cinematografica: dopo 60 anni, infatti, è ancora un cult dello street food partenopeo, e va a braccetto con la "cugina" Margherita in ogni pizzeria della città. La pizza fritta deve la sua fortuna al dopoguerra, quando per far fronte alla miseria i napoletani fecero quello che meglio sanno fare: rimboccarsi le maniche e reinventarsi.  Le donne dei "bassi" nei quartieri più poveri e popolari, con pochi semplici ingredienti e un pentolone d'olio bollente, per racimolare qualche soldo in più, iniziarono a friggere pizze fritte ripiene di ricotta e "cicoli" (i ciccioli). Oggi, dai bassi alle pizzerie del centro storico di Napoli, la pizza fritta è una colonna portante della tradizione culinaria partenopea.
La prima pizza fritta, come il primo amore, non si scorda mai. E allora ecco una selezione di dieci tra le migliori pizze fritte di Napoli.

1) Da Gennaro – Quartieri Spagnoli

Pizza da Gennaro

Per chi ama la Napoli dei vicoli e dei "bassi", e ha voglia di un viaggio culinario al sapor di tradizione, una pizza fritta da Gennaro "'ncopp e chianche" è d'obbligo. Il viaggio parte da un vicoletto di piazza Carità che conduce all'interno dei Quartieri Spagnoli: affacciato alla finestra con un sorriso sempre smagliante e le mani sempre in pasta, Gennaro prepara la migliore pizza fritta della città. Si consiglia di ordinarla "completa", e cioè ripiena di: ricotta, cicoli, provola, parmigiano, sugo di pomodoro e pepeA conquistare i cuori e i palati è l'impasto: leggero e friabile, "si scioglie in bocca", e non provoca quel fastidioso senso di pesantezza che spesso accompagna i cibi fritti.

Gennaro è aperto 24 ore su 24 ed effettua consegne a domicilio, anche calando il tradizionale "panaro" dai balconi dei Quartieri, proprio come nel film di De Sica.

I prezzi: pizza completa: 4 euro
Da Gennaro, via Simonelli, 38, Napoli

 

2) Da Fernanda – Quartieri Spagnoli

Pizza fritta da Fernanda

Nel più famoso "basso" dei Quartieri, la tradizione centenaria si tramanda da madre in figlia. Fernanda, donna energica e cordiale, fa ancora l'impasto a mano, senza l'aiuto delle moderne impastatrici elettriche.
Ti invita ad accomodarti nel suo basso, dove ci sono giusto un paio di sedie, e immediatamente ti sembra di entrare in un'atmosfera surreale, lontana dal tempo, praticamente in una commedia di Eduardo.
Anche da Fernanda soppravvive la tradizionale calata del panaro (cesto), la più antica delle consegne a domicilio. La pizza fritta va gustata rigorosamente "completa": ricotta, cicoli, provola, sugo di pomodoro e pepe.
Fernanda sceglie personalmente le materie prime, non deludendo le aspettative. Ottima soprattutto la ricotta, praticamente una crema di latte.

I prezzi: pizza fritta grande completa: 2,50 euro
Pizza fritta piccola completa: 1,50 euro
Aperto mattina e sera.
Da Fernanda, via Speranzella, 80, Napoli

 

3) Pizzeria Pellone – Quartiere Vicaria

Pizza fritta Pellone

Pellone non ha bisogno di presentazioni, la sua fama per le pizze tradizionali, rigorosamente cotte nel forno a legna, si riconferma anche per la pizza fritta. Quella di Pellone è letteralmente "enorme", ed è ottima in ogni sua latitudine. Il ripieno prevede la classica formazione: ricotta, pomodoro e pepe in difesa, provola a centrocampo, ed è chiusa dal duo d'attacco cicoli e prosciutto cotto. Vittoria assicurata.

I prezzi: pizza fritta completa: 5 euro
Pellone, via Nazionale, 93, Napoli

4) La Masardona – Rione Case nuove

Chi arriva a Napoli, o semplicemente si trova nei pressi della Stazione Centrale, non può non addentrarsi nei meandri del corso Arnaldo Lucci, nel cuore delle cosiddette "Case nuove", e fare una sosta da Masardona. Anche qui la pizza fritta è figlia di una lunga tradizione familiare, avviata dalla "battagliera" nonna dei proprietari. La pizza completa ha il classico ripieno di ricotta, provola, cicoli, sugo di pomodoro e pepe, ma con l'aggiunta di una fogliolina di basilico che fa la differenza. I vegetariani non resteranno a bocca asciutta: Masardona pensa anche a loro e propone la variante con le scarole. La Masardona è aperta solo a pranzo. 

I prezzi: pizza fritta completa piccola: 2 euro
Pizza fritta completa grande: 4 euro

La Masardona, via Giulio Cesare Capaccio, 27, Napoli

 

5) De' Figliole – Rione Forcella

Pizza fritta De' Figliole

Nel cuore del popoloso Rione Forcella, a un passo da via dei Tribunali, la pizza fritta "de' Figliole" è un'istituzione dal 1860. L'impasto è fatto ad arte, leggero e gustoso, il ripieno è ricco e saporito, con quel tocco in più dato dall'aggiunta del salameAnche qui i palati più fini e gli amanti delle verdure non resteranno con le mani in mano: potranno optare per il ripieno di scarole.

I prezzi: pizza fritta completa piccola: 2,50 euro
Pizza fritta completa grande: 4 euro
De' Figliole, via Giudecca Vecchia, 39, Napoli

 

6) Pizzeria del Popolo – Piazza Mercato

Pizza fritta Pizzeria del Popolo

A pochi passi dallo storico orologio della chiesa di Sant'Eligio e dalla splendida chiesa del Carmine in piazza Mercato, la Pizzeria del Popolo supera il test con pieni voti e si aggiudica un posto in classifica per la sua gustosissima pizza fritta. Qui la vera chicca è il ripieno: la ricotta è ottima, cremosa, accompagnata dalla giusta combinazione di provola, cicoli, pomodoro e pepe.

I prezzi: pizza fritta completa: 4 euro
Pizzeria del Popolo, piazza Mercato, 56, Napoli 

7) La Figlia del Presidente – Centro Storico

Pizza fritta La figlia del Presidente

È l'odore della legna che arde nel forno, l'odore della pizza di un tempo, a rapire chi passeggia in via Grande Archivio, in pieno Centro Storico. Al civico 43, la Figlia del Presidente sforna pizza che hanno conquistato anche gli estrosi palati d'oltreoceano, compreso il presidente degli Stati Uniti Bill Clinton, ospite a Napoli durante il G7 del 1994. Anche la pizza fritta merita un posto sul podio: ottimo impasto fragrante e leggero, e il ripieno non delude: ricotta, provola, cicoli, pomodoro e pepe, in proporzioni ben bilanciate tra loro.
Aperto a pranzo e cena.

I prezzi: pizza fritta completa: 3,50 euro
La Figlia del Presidente, via Grande Archivio, 43, Napoli

8) Pizzeria Oliva, da Concettina ai Tre Santi – Rione Sanità

Pizza fritta Pizzeria Oliva

"Svoltate la curva e seguite la strada, dove vedete folla, lì c'è Concettina". Questa è l'indicazione che avrete quando, giunti nello storico Rione Sanità, chiederete di Concettina ai Tre Santi: un nome, una garanzia.
L'impasto della pizza fritta è lievitato ad hoc ed è leggerissimo, il ripieno soddisfa anche i più esigenti: ricco di ricotta fresca, provola, cicoli, pomodoro e pepe.
È aperto a pranzo e a cena.

I prezzi: Pizza fritta completa: 4
Pizzeria Oliva – da Concettina ai Tre Santi, via Arena della Sanità, 7, Napoli

9) Sorbillo, da Zia Esterina – Piazza Trento e Trieste

Pizza fritta zia Esterina Sorbillo

Sorbillo è "amore a prima pizza" sia per i turisti, sia per i napoletani. Con il suo nuovo locale, inaugurato lo scorso dicembre in piazza Trieste e Trento, dedicato esclusivamente alla pizza fritta, Sorbillo si riconferma il re della pizza fritta tanto quanto il re della pizza tradizionale. La ricotta e la provola di bufala, il pomodoro San Marzano DOP, la combinazione di cicoli, salame Napoli e pepe, fanno del ripieno della pizza fritta targata Sorbillo una vera prelibatezza.

I prezzi: pizza fritta completa: 3,50 euro
Antica Pizza Fritta da Zia Esterina – Sorbillo, piazza Trieste e Trento, 53, Napoli

10) Da Attilio – Pignasecca

Pizza fritta da Attilio

Concludiamo la nostra classifica con un altro pezzo di storia della pizza napoletana. Nel cuore della Pignasecca, con le mani in pasta dal 1938, la terza generazione di "Attilio" vanta oggi il riconoscimento "Tre Spicchi" di Gambero Rosso. L'impasto è molto lievitato, l'ideale per chi preferisce la pizza alta e morbida, e il ripieno non delude le aspettative: saporito e ricco di provola, ricotta, salame o prosciutto cotto, a seconda dei gusti, salsa di pomodoro e pepe.

I prezzi: pizza fritta completa: 4,50 euro
Da Attilio, via Pignasecca, 17, Napoli

About author

You might also like

Crunch Toast to Toast a Napoli, apre la toasteria gourmet

Crunch Toast to Toast a Napoli. Dolci, salati, da 15 e 18 cm, di terra, di mare: un’infinita variante di gusti per una nuova versione del classico sandwich tostato. Una ventata …

Cenone di Capodanno Napoli 2017: i migliori ristoranti con menu e prezzi

LEGGI: Cenone di Capodanno Napoli 2018: i migliori ristoranti con menu e prezzi Cenone di Capodanno Napoli 2017. Aspettare il Capodanno 2017 a Napoli può voler dire una cena stellata sulla spiaggia …

Napoli Wine&TheCity 2015, due settimane d’ebbrezza

Napoli Wine&TheCity dal 6 al 20 Maggio 2015. Sta per partire la settima edizione di Wine&TheCity a Napoli, nato nel 2008 da un'idea di Donatella Bernabò Silorata come primo fuori salone …