Cocktail bar e speakeasy a Roma, dieci locali dove ascoltare musica e sorseggiare drink

Cocktail bar e speakeasy a Roma, dieci locali dove ascoltare musica e sorseggiare drink

Cocktail bar e speakeasy a Roma. Il panorama della Roma da bere si sta ampliando sempre di più grazie alla diffusione di cocktail bar, sempre più attenti alla qualità e all’arte della mixology quanto alla selezione della musica e degli eventi live, e all’avvento degli Speakeasy, i bar isprirati all’era del proibizionismo. Nascosti in una paninoteca e mimetizzati tra i portoni o all’interno degli stessi bar, questi angoli appartati dove si inneggia al buon bere miscelano cocktail decisamente sopra le righe, previa parola d’ordine.

COCKTAIL BAR

Argot

L’Argot Bar è la creatura di Gabriele Simonacci, Francesco Bolla e Gianluca Melfa, nata a due passi da Campo de’ fiori. Un cocktail bar in puro stile parigino ispirato alla Corte dei Miracoli: nessuna insegna all’entrata, due sale con tanto di pianoforte per le sessioni live (e spazio fumatori) tre bei ragazzi a preparare miscelati di gran classe. Interessanti gli abbinamenti piatto-bicchiere, dove si utilizza lo stesso prodotto nella gastronomia e nel drink, come ad esempio la bruschetta con miele al tartufo e lardo di colonnata con il Truffle Stolen, a base di scotch whisky, Vermouth italiano di Torino e olio al tartufo bianco. Oppure la scarpetta di amatriciana abbinata all’Americano a Roma, (rivisitazione del classico americano), con Bitter Campari, Vermouth italiano, amaro Nerone di Roma, liquore al rabarbaro e birra Menabrea ambrata

Argot, via dei Cappellari 93, Roma. Sito Tel 06/45551966

Marmo

Marmo al primo colpo passa inosservato: nasce all’interno di un anonimo cortile, a un passo dal cimitero del Verano, tra i magazzini e le manifatture di marmo, appunto, in un ampio spazio di recupero. All’esterno un grande giardino con tavolini e alberi fa già venire voglia d’estate, mentre all’interno il locale è ampio e ha le fattezze di una baita di montagna. La proposta è quella di un cocktail e music bar con drink sapientemente miscelati e musica che spazia tra diversi generi: jazz, elettronica, classica e blues. Il cuore della filosofia del locale è la musica, con un spazio appositamente dedicato a concerti, dj set e per ballare. L’attenzione riservata alle proposte musicali e ai cocktail impreziosisce il quartiere di San Lorenzo e dà quel tocco in più alla movida universitaria. 

Marmo, Via del Verano 71, Roma. Sito Tel. 328 4265418

Cohouse Pigneto

Cohouse Pigneto è il nuovo progetto del team degli stessi artefici di Coffee PotFish-Market, Casa Clementina e Club Derrière e tanti altri. Un grande loft spazioso, con cocktail bar, tavoli sociali, musica dal vivo e dj set a cui si aggiunge un Temporary Restaurant, dove lo chef cambia una volta al mese circa. La cucina fonde il personale resident, coordinato da Marco Morello, alle brigate degli chef ospiti. Tra i guest Arcangelo Dandini, patron de l’Arcangelo e SupplizioAngelo Troiani, chef de Il Convivio Troiani e Giulio Terrinoni (Acquolina).

Cohouse Pigneto, via Casilina Vecchia 96/C, Roma. Sito Tel 346/2735632. 

Na Cosetta

nacosetta

Nella fertile cornice del Pigneto spicca Na Cosettaun bistrot all’italiana che ha a cuore la musica live, con un bel palco con tanto di batteria al centro della sala più grande. Il menu è ridotto ma con prodotti di qualità  (vedi la potato cup, la dadolata di patate con ben 15 salse diverse). Dopo una bella partenza, ha scontato qualche difetto in cucina. Il locale, dal design gradevole e un po’ retrò, è anche cocktail bar e la sua caratteristica è il “palco aperto“: quando non è previsto un live, ci sono a disposizione per tutti una batteria, un basso, una chitarra, un pianoforte e una tromba. Nella programmazione musicale sono previste molte serate swing.

Na Cosetta, Via Ettore Giovenale 54, Roma. SitoTel 0645598326 – 3924464127

Coffee Pot

Il Coffee Pot ha riaperto l’11 settembre scorso a pochi metri dalla vecchia sede di via della Lega Lombarda. Il nuovo locale è un po’ più piccolo del precedente ma mantiene la stessa atmosfera e la stessa proposta: djsetconcerticolazioni e aperitivi. Il menu diventa fusion con incursioni di sushitapas, e burritos. L’incursione continua anche nella lista dei drink, dove spicca una vasta selezione di tequile e mezcal, anche artigianali, da bere lisci o in cocktail. 

Coffee pot, via Michele di Lando 20, Roma. Sito Tel. 06.64220937

Lian

Lian club

Il Lian Club nasce da un’idea di Lisa Maisto e Antonello Aprea già presenti sulla scena romana da oltre 10 anni in veste di organizzatori di eventi. Il locale ha una particolarità che lo contraddistingue: è uno spazio galleggiante che si trova all’interno di un barcone ormeggiato sotto Ponte Cavour. Lo spazio ampio (circa 500 metri quadri) si divide in una parte interna provvista di palco, ristorante e cocktail bar e una suggestiva terrazza provvista di un altro palco che permette un’intensa attività live anche all’esterno. La filosofia del barcone-club è quella di creare eventi artistici di alta qualità, originali e legati ad un panorama musicale a 360 gradi: si passa dal jazz all’elettronica live fino ai dj set.

Lian Club, Ormeggiato sotto Ponte cavour, Lungo Tevere dei Mellini 7. SitoTel. 3476507244 / 3383612653

SPEAKEASY 

Club Derrière

 

Club Derrière è il lato b di Osteria delle Coppelle, in pieno centro. Nella sala posteriore dell’Osteria troverete un armadio bianco, e lì, muniti di parola d’ordine, troverete l’accesso al misterioso cocktail bar. “Bella gente”, belle ragazze e molti stranieri. La regola è chiara: niente vino, niente birra, niente cibo, sul banco solo whisky, tequila, rum e gin, ma soprattutto le dodici miscelature creative (tutte a 10 euro, tranne una, Por la Calle, che costa 12). C’è l’Amalia (London Dry, fiori di sambuco, lime, zucchero e zenzero) e Floral & Vanity (Tequila, fiori di sambuco, violetta, lime e agave), e poi i più estrosi Autumn Soue (Vodka al gelsomino, mandarino, limone, zucchero e bianco d’uovo), o English Pie (London Dry, cacao, sciroppo ai lamponi, lime e salvia).

Club Derrièrevicolo delle Coppelle 59, Roma. Sito Tel. 0645502826 

Spirito

spiritoroulette

Spirito è un locale in puro stile newyorkese immerso nel cuore del Pigneto, che ricorda l’era del proibizionismo. Spirito è uno Speakeasy dove si entra da una misteriosa porta all’interno della Premiata Panineria Pigneto. Qui il “parlare piano, con tranquillità” sarà la regola alla quale attenersi durante l’esperienza alcolica con i cocktail di alta qualità. Potrete gustare vinibirre e distillati ma la prima donna è il cocktail, (tutte le varianti a 10 euro) con una marcia in più. Nomi non convenzionali, giochi di miscele sapientemente creati ed ecco il Fiore de Lilla╠Ç con London Dry Gin Tanqueray, lavanda, sciroppo di rosa e lychee, bitter alla china, succo di pompelmo rosa e Franciacorta Brut, oppure il Favelas con Cachac╠ºasucco di lime, ananas fresco, zucchero, passion fruit e sodato di hibiscus. Ai vostri languorini penserà la vicina Premiata Panineria con i suoi panini gourmet. 

Spirito, Via fanfulla da Lodi 53. Sito. Tel. 32729839000 

Jerry Thomas

Il Jerry Thomas, mecca dei cocktail, vanta il 19° posto nella lista dei 50 migliori bar al mondoÈ il capostipite degli speakeasy con tanto di regole: pagamento cash, prenotazione e tesseramento obbligatori, password per accedere (che cambia frequentemente) e infine “il Bartender ha sempre ragione”. Questo locale riunisce quattro mixologist di grande esperienza, Roberto Artusio, Leonardo Leuci, Antonio Parlapiano e Alessandro Procoli, in un progetto che prende il nome dal bartender newyorkese Jerry “the Professor” ThomasIl menu prevede cocktail sapientemente elaborati, a base di gin, rum, barbon, assenzio, cognac, maraschino, vermouth italiano, barolo chinato e bitter aromatizzati preparati in casa. Preparatevi bene all’esperienza del cocktail d’autore e non dimenticatevi la parola d’ordine per entrare (basta rispondere a una domanda, che trovate sul sito).

The Jerry Thomas, Vicolo Cellini 30, Roma. Sito. Tel. 06 9684 5937

The Barber Shop

A gennaio 2015, proprio alle spalle del Colosseo, apre The Barber Shop, dove non si creano tagli all’ultima moda ma drink a regola d’arte. Questo Mixology Bar nasce per chi ama fare le ore piccole (aprirà tutte le notti solo da mezzanotte) e per chi ama bere bene attorniato dal piano bar, che allieterà i nottambuli tra un drink e l’altro. Un assaggio dei cocktail: The Zappa con Mezcal, succo di Lime, Orange Curacao, Sciroppo al Mango e papaya candita al sesamo o il Petite Goatee’ con Gin, Campari, Crème de Menthe Blanche, succo di Lime e sciroppo al sambuco.

The Barber Shop Club, Via Iside 2/4/6 Roma. Sito. Tel 3470095009 – 3279766893

About author

You might also like

I migliori ristoranti messicani di Roma: da Casa Sanchez a La Punta Expendio de Agave

I migliori ristoranti messicani di Roma. La cucina messicana con i suoi sapori intensi e la sua grande varietà di spezie ha conquistato le papille gustative di tutto il mondo diventando …

Nuove aperture 0 Comments

S Club Fregene, aperitivo e ‘soul food’ nel nuovo ristorante del litorale romano

S Club Spirits & Soul Food Fregene. “La nostra è una casa di e per viaggiatori”. Sono le prime parole di Alessandra D’Amato, nuova giovane proprietaria di S Club Spirits …

Barred Roma, caffè di qualità per colazione, tartare e gin per aperitivo e cena nel nuovo bistrot dell’Appio

Barred Roma tel. 0697273382. QUI LA RECENSIONE Caffè di qualità a colazione, tartare e ostriche a cena. Sarà via Cesena, non lontano da piazza Re di Roma nel quartiere Appio, ad ospitare …

1 Comment

Leave a Reply