“Si mangia al tocco”: il libro di Pipero (Al Rex) e dei suoi “piperismi” via Facebook

pipero

"Si mangia al tocco", il libro di Alessandro Pipero. I 5mila amici facebook di Alessandro Pipero lo aspettavano da tempo: il libro dei piperismi, ovvero degli aforismi che questo scanzonato maitre e patron di ristorante stellato (Pipero al Rex) concede ai suoi fan quotidianamente. Cibo, donne, sesso sono gli ingredienti principali di “Si mangia al tocco”, che già dal nome a doppio senso fa capire molto. Come spiega lo stesso Pipero “è un’espressione toscana che vuol dire che si pranza all’una, ma il tocco è inteso anche come tastare, perché un pizzico di sesso c’è sempre nei miei pensieri”.

camicia

Lui dice di essere stato quasi costretto. Ha aspettato e tentennato, fin quando Tiziano Tarantini, ex chef in seconda del ristorante, che ci sa fare col computer oltre che con i fornelli, è riuscito a recuperare quattro anni di status su facebook. Che poi sono stati selezionati, filtrati, editati, illustrati (Alessandro Scanu) e cucinati in questa specie di agenda in cui ogni pagina è corredata dal “piperismo” del giorno. Pubblicato da Edizioni Estemporanee, è già nelle librerie, per chi volesse portarsi avanti con i regali di Natale (16 euro), anche se sarà presentato a fine mese, con la sponsorizzazione di Alessandro Zonin, patron dell’omonima casa vitivinicola.

piperismi 1

L’incipit riassume il Pipero-pensiero: “Mi sono iscritto alla scuola alberghiera, solo perché amo mangiare. Mai scelta fu più azzeccata. Questa professione mi ha cambiato la vita, il corpo e l’umore. Amo le donne: sono loro che mi danno agonismo e creatività ogni giorno. I miei piperismi nascono ogni giorno dopo aver mangiato e amato”. Il resto è una carrellata di chicche, con tanta autoironia come quando afferma di essere nato con la camicia, “ma mi sta stretta”. E con amare riflessioni sulla vita: “L’unico che ha realizzato tutti i sogni nel cassetto è il proprietario dell’Ikea!”. Sulle donne il massimo della sua espressività: “Tra una donna frigida e la pasta scotta, scelgo la donna. Su lei ci posso lavorare, sulla pasta non c’è soluzione!”.

porchetta

E naturalmente non mancano i piperismi sul cibo: “La crosta della porchetta fa lo stesso rumore dell’elastico del perizoma”. Meno apprezzato l’aglio che, dice Pipero, “è come Equitalia, non ti molla mai”.

SiMangiaAlTocco_cover

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*