Riccioli al Majestic, oggi inaugura il cocktail bar con Emanuele Broccatelli

Broccatelli al Majestic

Il nuovo Cocktail Bar dell'hotel Majestic con Emanuele Broccatelli inaugura oggi. L'hotel Majestic di via Veneto continua a rinnovarsi: dopo il recente passaggio di timone del ristorante da Filippo La Mantia a Massimo Riccioli, ecco che anche il bar si rinnova e affida la gestione al giovane e appassionato Emanuele Broccatelli.

La parola d'ordine sarà divertimento: una sorta di "street bar" dal servizio informale, con cocktail a 15 euro (il Majestic non è noto per i prezzi popolari e lo sforzo è stato quello di non esagerare). E il pezzo forte: la carta. Che segue l'interpretazione del barman, in un gioco che Emanuele definisce  "rievocazione liquida", per alludere alla "memoria olfattiva". E così troviamo lo "Sweet Dreams", che ricorda i biscotti al burro appena sfornati, dati dal Butter Scotch fatto in casa e un leggero aroma di nocciola e arancia candita: finale che rimanda a una merendina. E ancora "The Normandy", una bevanda delicata che rievoca i sapori tradizionali della Normandia, dove il distillato prodotto è il Calvados (qui proposto leggermente speziato con cannella & bolle allo zenzero), che ricorda la torta della nonna. Ma anche il classici come il Vesper Martini, il Sazerac o il Gin Tonic (della casa) o cocktail proibizionisti come lo "Smoky Boulevardier", rivisitato da Emanuele con Bourbon, Campari e sweet Vermouth.

 

Emanuele, con toni autoironici, ama definirsi un "banchista" più che un bartender. "Divertiamoci a fare questo lavoro e sdoganiamo il pregiudizio del classico barman con le bretelle che mette in soggezione il cliente tanto da aver paura di chiedere cosa bere", dice sorridendo. Come arriva Emanuele al Majestic? Nasce ai Castelli, studia fisioterapia ed inizia a lavorare a fianco di Daniele Gentili, punta di diamante del Micca Club. Fa la gavetta al Supper Club, approda a Londra all'hotel Corinthia. Torna a Roma per lanciare il Caffè Propaganda e poi ancora Stazione di Posta, insieme al vincitore del premio chef emergente 2013 Marco Martini. Ora che inizia la sua avventura all'Hotel Majestic, accanto al bravo Massimo Riccioli, porterà estro e novità per alleggerire l'aspetto imponente da hotel Cinque Stelle e provare a rinnovare la gloria dei frequentati bar di qualità della via Veneto anni '60. Si vocifera persino un work in progress per un esclusivo menu che abbina food e cocktail. Così dopo il Locarno con l'omonimo Salotto, All'Oro con il bar Misceliamo, il De Russie con lo Strawinskij Bar, si aggiunge anche il Majestic agli hotel di lusso romani che prestano un occhio di riguardo alla mixology di tendenza.

Aperitivi a Roma 

Cocktail a Roma

About author

You might also like

Wine bar Milano, le dieci migliori enoteche con cucina

Wine bar Milano, le migliori enoteche con cucina. Nella Milano capitale gastronomica è importate anche bere bene. In città ci sono enoteche in cui è possibile fermarsi per eventi di …

Fiori di zucca finiti, scoppia la rissa a Viterbo

Rissa per i fiori di zucca a Viterbo No, non è Lercio, ma il Messaggero. E nonostante questo, si fa fatica a crederci, perché la notizia è così gustosa e …

Eva Henger e il pornocioccolato

Ci sono volute un paio d'ore di relax e molta concentrazione per superare il trauma. L'annuncio del cartellone è ferale: Festa del cioccolato con Barbara Chiappini, Giucas Casella, Eva Henger …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply