Deejay Wine Club, il podcast pop sul vino

Deejay Wine Club, il podcast pop sul vino. L’obiettivo è di non essere accademici, perché non c’è nulla di più soporifero di un sommelier professionale e professorale che impartisce regole astratte e somministra noia con aria saccente. E questo podcast – pensato dal dj-vignaiolo  Francesco Quarna, speaker di Radio Deejay, e dalla sommelier e “narratrice digitale”  Adua Villaè pensato proprio per evitare questo pericolo:  per intrattenere, divertire, far imparare qualcosa, far venire voglia di saperne di più e soprattutto far venire voglia di bere bene. Un prodotto in otto puntate, realizzato da One Podcast, la factory del gruppo Gedi (quello di Repubblica, per intendersi).

Il format è quello della chiacchierata, esattamente come fosse un programma radiofonico, con le due voci che raccontano l’esperienza del bere, a partire da alcuni termini chiave. Si comincia, nella prima puntata, con il tannino. Naturalmente si tratta di un programma for dummies, nel senso che se siete già espertoni, il podcast risulta un ascolto semplicemente piacevole ma senza grande contributo aggiuntivo. Non siamo, per intenderci, dalle parti dei podcast Sul Divano di Intravino, fatti per chi invece già ne sa e ne vuole sapere molto di più. Ma Adua ha una formazione tecnica, e Francesco è vignaiolo, quindi non si tratta di chiacchiere sul nulla.

Si parte dalla definizione tecnica, per esempio del tannino, per ragionarci intorno. Ok, flavonoidi, catechine e compagnia bella. Ma poi si va al dunque e si rispondono alle domande chiave. Tipo, restando sul tannino, dove si trova, a che serve, che effetti visivi e gustativi dà, si trova solo nel rosso o nel bianco. Infine, una chiacchierata con un produttore (nella prima c’è il toscano Terenzi).

Sono già fuori le prime quattro puntate. Eccole, dopo quella del tannino.

Episodio 2: Miti e falsi miti del vino
Una puntata iconoclasta tra vini “punk” in lattina e champagne entrati nel mito. Adua e Francesco smontano alcune certezze legate al mondo del vino  e spiegano come farsi la cantina perfetta.

Episodio 3: Naturale come il vino
La domanda fatidica, che non poteva mancare: quando un vino può definirsi “naturale”? Ma soprattutto, esiste davvero?

Episodio 4: L’ultimo bicchiere
Bere bene ok ma in che bicchiere? Calice ampio, a balloon o stretto e sottile? E a che temperatura.

Qui trovate l’Instagram di Adua Villa (alias Globetrottergourmet) e qui il vino di Francesco Quarna.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*