Bottega Mariani Roma: al Flaminio la pizzicheria storica diventa anche cucina

Bottega Mariani Roma: al Flaminio la pizzicheria storica diventa anche cucina

Bottega Mariani Roma. Quella dei Mariani è una realtà familiare che nasce nel 1950 al Flaminio. Come usanza vuole, è il figlio Roberto a prendere le redini della bottega. Ad ottobre 2020, insieme all’amico e socio Jacopo Olivieri, hanno deciso di unire tradizione e innovazione estendendo il format in “alimentari e cucina” e rinnovando gli spazi. Ci racconta Roberto: “Sapevamo e volevamo cambiare alcuni aspetti ma abbiamo deciso di lasciare invariate le certezze settimanali della pizzicheria. Per il quartiere il mercoledì è ancora il giorno della porchetta di Dino Argentati e il venerdì è quello del baccalà”.

Bottega Mariani, nelle mani di Roberto e Jacopo, apre in un momento storico sicuramente incerto, ma fatto di filosofie ritrovate e novità. Ricordiamo tutti la corsa agli scaffali di inizio pandemia e la successiva rivalutazione delle botteghe, delle pescherie e delle macellerie (ve ne abbiamo parlato qui). Questo interesse ritrovato per i piccoli commercianti ha aiutato alcuni di loro a non scomparire definitivamente.

Anche i giovani soci hanno percepito il coinvolgimento della clientela. Jacopo spiega: “Le persone hanno voglia di riscoprire i sapori della tradizione, di ricordare la campagna e la cucina di nonna“. Ma, a convincere i ragazzi, non è stato solo l’interesse ritrovato per le botteghe. “Il locale era nei nostri pensieri da tempo. Essendo io cuoco e appassionato di cucina e Roberto per la gastronomia abbiamo unito le nostre predilezioni creando un locale che ci rappresentasse”.

Gli interni di Bottega Mariani incarnano lo spirito dei giovani soci che si sono occupati interamente e in autonomia degli arredi del locale. All’ingresso il banco della gastronomia, le mensole e le vetrinette con i prodotti esposti. Nella sala adiacente circa 20 coperti, la cucina a vista, la scaffalatura illuminata dei vini in ferro battuto (realizzata da un artigiano) e i lampadari in stile classico. All’esterno la pedana con altri 30 posti a sedere.

In pizzicheria Roberto e Ivan Remondi con diverse esperienze nel settore (come Roscioli e Romeo). Ma veniamo al banco. Tra i prodotti della salumeria: Blu di montagna (39 euro al kg), Parmigiano Reggiano Vacche Rosse (49 euro al kg), Alici di Cetara (9,9 euro 90gr) e Prosciutto di Pio Tosini di Langhirano Parma (3,89 euro l’etto). Nelle mensole i prodotti “da spesa” catalogati per regione: uova di Gargano (3,9 euro sei pezzi) e alici di Cetara (9,9 euro 90 gr). In lavagna otto tipologie di filoni  lievitazione naturale (Frontoni). 

In cucina la consulenza di Riccardo Romolo, chef con esperienza stellata alle spalle. Ai fornelli Gianluca Picon. Il è menu stagionale e “ovviamente i piatti vengono realizzati con i prodotti che vendiamo. Come la nostra carbonara fatta con le uova di Gargano. Per questo siamo in continuo mutamento. A breve arriverà anche il nuovo menu”. Tra le proposte attuali troviamo: panzanella alla romana con gamberi rossi (12 euro), ombrina alla piastra, melanzane affumicate, menta e friggitelli (18 euro), pollo sfilacciato alla birra, scamorza, salsa mariani (10 euro).

A consigliare l’abbinamento per i piatti, in sala, il sommelier Luca De Domicinis (scuola Trimani). Dalla carta e dalla scaffalatura circa 50 etichette tra vini divisi per regione, biologici e provenienti da piccole realtà. Anche la scelta dei distillati segue questa attenzione con il mirto Sardo Tenuta Agricola Coda di Lupo (5 euro al bicchiere o 11,5 euro 20cl) e il Rupes (4 euro/19 euro).

La filosofia di Bottega Mariani è attenta e legata al produttore. “All’interno di Bottega avviene una sorta di filiera” concludono Jacopo e Roberto, “L’obiettivo è quello di far vivere un esperienza a 360° al cliente. Non rinunciando mai alla fantasia, alla passione e alla voglia di migliorare che fa la differenza”. Infatti, anche secondo la Confcommercio, nel corso dell’ultimo anno, il settore alimentare non ha subito variazioni negative della produzione ma ha sviluppato un incremento. A permettere questo fenomeno è stata sia la continuità del servizio (non interrotto durante pandemia) che il forte spirito di adattamento della categoria. Bottega Mariani è aperta dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 23.30.

Bottega Mariani. Viale del Vignola 107-109, Roma. Tel. 06 3232641. Sito web, Facebook.

 

 

Puntarella Rossa esiste dal 2009 e dal primo giorno non accetta soldi e contributi da ristoranti.
Se vuoi un’informazione sempre più libera e indipendente, sostieni Puntarella Rossa con una donazione.

About author

You might also like

Hiromi Cake Roma, la prima pasticceria giapponese a Prati (da non perdere i Mochi)

Hiromi Cake Roma, arriva la prima pasticceria giapponese ( (da non perdere i Mochi) Nasce A Prati Hiromi Cake, la prima pasticceria tipica giapponese aperta in città. Hiromi è il nome della …

Pizza Trieste a Roma: la pizzetta d’asporto abruzzese che mancava a Monti

Pizza Trieste a Roma. Ci voleva a Monti una pizza da asporto di qualità. Anzi, nello specifico trattasi di “pizzetta“, ovvero di una pizza tonda di dimensioni ridotte, che poi …

Cuoco&Camicia, neobistrot a Monti

"Come lo chiamiamo? "Ristorante Monte Polacco"? Mmh, sa di ristorante straniero. "Osteria Monti"? Ce ne sono già seicento. "Trattoria della Carbonara"? Banale. "Se famo du spaghi"? Troppo etnico. Trovato: chiamiamolo …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply