Cucina contadina, i piatti della nonna soppiantano cucina molecolare e fusion

Cucina contadina, i piatti della nonna soppiantano cucina molecolare e fusion

Cucina contadina, i piatti della nonna soppiantano cucina molecolare e fusion. Le mode in gastronomia sono un ciclone che investe tutto e lascia il deserto. Ma tutto passa. E se avete odiato la nouvelle cuisine, le spume, i sifoni, le risibili micro porzioni, la cervellotica cucina molecolare,  i maledetti tiramisù destrutturati, i pastrugni della cucina fusion, e i terzomondismi della cucina forzatamente etnica o, peggio, glocal, potete tirare un sospiro di sollievo. O forse no. Perché è arrivata, o sta arrivando, un’altra moda: quella della cucina contadina.

La celebra Coldiretti, con Giornata nazionale della cucina contadina che si svolge a Roma venerdi 22 marzo 2019, dalle 9.30 al mercato degli agricoltori di Campagna Amica in via San Teodoro 74, nell’ambito dell’Assemblea nazionale di Terranostra. Occasione per presentare lo studio Coldiretti/Censis sulla svolta in atto in cucina, a casa e nei ristoranti, «dove si assiste a una crescente domanda di semplicità e trasparenza spinta da maggiore sensibilità ambientale, ricerca di genuinità e rispetto delle tradizioni». Gli agrichef si metteranno al lavoro per sfidarsi con ricette “green” che riciclano, salvano i prodotti dall’estinzione, utilizzano erbe spontanee e prodotti rari.

E dunque, dice Coldiretti,  via libera ai piatti della nonna che “seguono le stagioni, rispettano il clima, non sprecano, recuperano prodotti antichi, aiutano il presidio del territorio e fanno rivivere emozioni e ricordi”. Fino alla prossima moda. Del resto, rileva la ricerca gli agricoltori sono diventati il primo canale di fornitura di chef e ristoranti, con il 39% dei locali che si rivolge prevalentemente alle aziende agricole, contro un 34% che si rifornisce da grossisti e un 21% che va nei mercati.

About author

You might also like

Eventi 0 Comments

Churreria di Roma, i churros spagnoli (con cioccolata calda) arrivano vicino a Campo de’ Fiori

Churreria di Roma A dicembre 2017, a due passi da Campo de’ Fiori, ha aperto Churreria di Roma, il primo laboratorio di churros della capitale che sforna i dolci di …

News 1Comments

Pompi via Albalonga chiude e divide: Roma in lutto oppure meglio i cinesi?

Pompi a Roma chiude (ma solo la storica sede di via Albalonga). La notizia è arrivata come una bomba. E dopo le prime reazioni di sconcerto – "Noo, come faremo senza …

Barley Wine a Roma Tuscolana. Per il primo compleanno apertura straordinaria e dieci selezionatissimi birrifici artigianali

Barley Wine a Roma Tuscolana. Di questo locale su viale dei Consoli si è parlato più volte durante l'anno appena trascorso. E ora (domani, 10 giugno, si festeggia dalle 13 in poi) è in …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply