Rugiati contro il Sushi Su di Padova: “Ho rischiato l’intossicazione, non andateci”

Rugiati contro il Sushi Su di Padova: “Ho rischiato l’intossicazione, non andateci”

Rugiati contro Sushi Su: “Ti avvelenano, ho rischiato l’intossicazione”. Le critiche negative danno sempre fastidio e rischiano sempre di rovinare la reputazione di un ristorante, ma quando arrivano da uno chef celebre, in forme di video e per di più virulente, allora la faccenda si fa grave. E quando il proprietario minaccia la denuncia, si entra nel terreno minato della sottile linea di demarcazione che c’è tra una critica legittima e la diffamazione.

rugiatiI fatti. Simone Rugiati, noto chef piacione televisivo, venerdì sera va da Sushi Su, un ristorante giapponese di Padova, in via Giordano Bruno. Ne esce qualche minuto dopo furibondo. E affida la sua rabbia, come si addice a uno chef mediatico, a un video pubblicato sul suo Facebook, che fa subito un botto di visualizzazioni, 400 mila finora.


Che è successo? Ecco le parole di Rugiati: “Allora, non ho mai fatto una cosa del genere ma questa volta lo faccio – dice Rugiati nel video – Sono uscito da un ristorante sushi. Sono leggermente intollerante al liquido di conservazione del granchio in scatola, e spero che nessuno lo mangi perché è una schifezza. Ho preso dell’astice dentro un roll e ho chiesto se ci fosse il granchio perché lo sentivo, mi hanno detto di no, è astice e basta. L’ho sentito e non l’ho mangiato, altrimenti sarei andato al pronto soccorso. Mi hanno detto che ci doveva essere un equivoco e me lo scontavano dal prezzo. Sono così incazzato che vi faccio vedere dove sono a cena così non ci venite. Si chiama Sushi su, non ci venite, è a Padova. Se questa è la ristorazione italiana, veramente mi vergogno di fare questo lavoro. State attenti a dove mangiate il pesce. Scusate lo sfogo ma d’ora in avanti faccio così, altro che recensioni di Tripadvisor. La gente è matta”.

Sfogo piuttosto eloquente e violento. Al quale risponde il proprietario del ristorante Massimiliano Liggieri, tramite il Corriere del Veneto: “Rugiati non ha praticamente mangiato, se n’è andato e ha fatto il video. Prima sostiene di essere allergico al granchio, poi parla di intolleranza al liquido, c’è qualcosa che non va. Noi il pesce lo prendiamo fresco dal Mediterraneo visto che l’Adriatico ha il fermo pesca. Non abbiamo mai avuto un caso in tanti anni. Quella sera lo chef sembrava sopra le righe, era con una donna indiana che è uscita perché si vergognava della piazzata fuori luogo. Prima ha detto che sarebbe andato in ospedale, poi non è andato a farsi refertare. Dice che in cucina bisogna sterilizzare: in ospedale si sterilizza, in cucina si sanifica. Poi parla di un conto corrente, non so cosa intenda, è tutto ambiguo. Sembra una cosa preparata. Dispiace, perché lavoriamo sempre con passione e attenzione e prima di fare una cosa del genere poteva chiamare i carabinieri o i Nas che sarebbero venuti subito a controllare, non utilizzare Facebook per screditare il lavoro degli altri. Ho quindici dipendenti tutti in regola, il locale funziona. Lunedì col nostro legale ci muoveremo per tutelarci“.

Autore

Potrebbe interessarti anche

I migliori hamburger a Padova: cinque locali (più un intruso)

I migliori hamburger a Padova. Cinque locali dove mangiare la polpetta di carne più famosa al mondo. Le varianti sono infinite anche nella città del “Santo”. C’è il “Padovano”, lo “scomposto Giò Giò” …

Recensioni 0 Commenti

Da Nane della Giulia Padova: cucina di mercato nella più antica trattoria della città

Da Nane della Giulia Padova. Ritratti di gatti vestiti eleganti, in frac nero e papillon. Piatti in ceramica, dipinti e appesi. Menu scritti a mano e dolci scolpiti su lavagne …

Osteria Ai Scarponi Padova, bigoli in salsa e cucina a vista

Osteria Ai Scarponi Padova. Gessi per le lavagne, bigoli, tiramisù scomposti, cucina a vista e menu settimanale. In via Cesare Battisti a Padova, non lontano dal “Santo”, trovate la cucina semplice …