Bonci e Chef Rubio, rissa tra polli sul supplì di spaghetti

Bonci e Chef Rubio, rissa tra polli sul supplì di spaghetti

Bonci e Chef Rubio (e il supplì di spaghetti). Ma che davero? Leggere l’invettiva di Chef Rubio e la controinvettiva di Gabriele Bonci, in procinto di sbarcare a Chicago, mette una tristezza che non vi dico. Per i toni, i modi, le parole usate, ma anche per la sostanza. Dovrebbero essere due grandi chef e sembrano due teppistelli di borgata, pronti a prendersi a schiaffoni.

 

rubio

 L’oggetto del contendere è presto detto. Chef Rubio – uno che mette magliette virili con scritto “Good Fucking Morning” – scrive su Facebook (ve lo buco questo facebook) attaccando i supplì  rivestiti di patate di Stefano Callegari e il “supplì di spaghetti“, creato da Bonci. Il reato? Lesa tradizione. E vabbè, ne parliamo poi. Il tutto condito con frasi  come “te faccio fare figure demmerda“, “mi fate schifo“, “va tutto a puttane“, “siete complici della mafia”. Roba che neanche un 5 Stelle, magari coadiuvato da un buon rosso, poteva scrivere con tanta virulenza.

Bonci, che ha parzialmente ragione ma non vedeva l’ora di menare le mani, risponde a tono. A parte qualche frase incomprensibile, “sacrifico gavette cosce rosse sudore dietro le recchie brigate“, replica negando l’accusa di far parte della “mafia” della ristorazione e accusando Rubio di fare la carbonara con “il bacon precotto industriale e cotto sulla piastra“. Poi replica, tra il serio e il faceto, diciamo così: “In fila indiana me ce metto solo se te stai davanti girato con le mani dietro la nuca a fa le schiaffo del soldato …bem … sai come sonano bene 5 dita sur collo!!! ( semo de Roma dopo che te sei fatto la fila de schiaffi te offro er caffè … giusto ? )”. Più meditata la frase successiva: “Fai parte di quegli italiani che perdonano tutto tranne er successo“.

Ora, a parte la ridicola sceneggiata, che fa anche ridere, se non fosse che fa passare la fame, la questione è piuttosto semplice. La tradizione, se considerata come un totem intoccabile, è una cazzata, usata per vendere il “tipico”. Roba da suprematisti nostrani o da nostalgici di sinistra. La carbonara, come noto e stranoto, è roba recente, portata dagli americani durante la guerra, insieme alla razione K. I pomodori di Pachino, per dire, li ha inventati un israeliano.  E così via. Non c’è un reato di “carbonara tradita“. Non c’è onore offeso, patria umiliata. E’ solo una questione di gusti. Datevi una calmata. Vi piace la carbonara “classica”, che negli ultimi anni, non secoli, si è standardizzata nella ricetta che conosciamo? Bene, mangiatevi questa. Vi piace il supplì “tradizionale”? E magnateve quello. Se poi un Bonci vuole inventarsi il supplì di spaghetti (peraltro già un anno fa), qual è il problema? Nun ve piace? E nun ve lo magnate. La tradizione, spiace dire cose risapute e banali, è un concetto in movimento, è il frutto di secoli di contaminazione stratificata e quel che ora è innovazione, domani sarà tradizione. Per non dire che non tutto ciò che è tradizionale è buono: per dire, la mafia è parte integrante della nobile tradizione italiana.

Bon, detto questo, può dar fastidio certo presenzialismo di chef come Bonci. Ed è vero che, dal punto di vista mediatico, la scena romana, e non solo, è appannaggio di alcuni personaggi che sanno gestirsi e “vendersi” meglio. E con ciò? Bonci apre a Chicago, tanti auguri da Er Murena. Chef Rubio vuole continuare nella “Tradizione”, augurissimi da Er Murena. Io, nel mio piccolo, mi faccio un’amatriciana Er Murena con la coda di rospo e sto.

  • Ma poi, ho pensato alla sora Lella. Che bellezza, certe sue intemerate in tv, su come si fa il pollo ai peperoni alla romana. E poi ho pensato, chissà che avrebbe fatto, la Sora Lella, se avesse avuto Facebook. E forse, ho concluso, ce li meritiano Chef Rubio e Gabriele Bonci.

Qui c’è la replica integrale di Bonci

“Gabriele Rubini detto chef Rubio s’accanisce sul nostro supplì di Spaghetti !!!

E poi parla di mafia ?

Solo qui posso rispondere perché sono stato bloccato !!! E se ha le palle me sbloccasse così trasferisco ste di righe sotto i suoi commenti !

Carissimo Gabriele , bello de casa !
Se vogliamo parlare di tradizione comincia a mettete na mano sulla coscienza e interpretare alla lettera la “TRADIZIONE” di essere chiamato Chef … sacrifico gavette cosce rosse sudore dietro le recchie brigate ecc eccc poi andiamo a noi !

1) mi accusi di mafia? Perché ? Dimme un pó … tira fuori due percorsi che t hanno fatto pensà a sta a cosa!
Come te ( spero ) mi pago tutte le tasse , non faccio 10 centesimi di nero , ho 100 operai in regola , credo in in integrazione sociale forte e tutti i miei ragazzi vivono un clima di massima armonia e solidarietà . Non ho mai accettato sponsor MAI mai dato una lira a industrie …soli contadini … mai !!! E come tutti gli Italiani ho un socio di maggioranza che si Chiama Stato Subisco continui controlli dai NAS continui controlli dalla guardia di finanza a addirittura dal Ministero stesso … noi ogni giorno affrontiamo questa cazzo di vita da persone no personaggi ! Ricordate Amore mio
I PERSONAGGI SI CREANO LE PERSONE ESISTONO !!!?

2) LA TRADIZIONE

Cominciamo a di che m hai fatto la carbonara con il bacon precotto industriale e cotto sulla piastra …
per me TRADIZIONE non è la ricetta , perché come ci dimostri ci vuole poco a banalizzare e seppellire. Uccidere e devastare un grande piatto come la carbonara ( qui te lo dico vergognate a nome de Roma )

Tradizione per me è agricoltura ! Sono i gesti ! La spesa …il modo … e l uso … non di certo la ricetta … almeno la gente di questa mafia romana la qualità negli ingredienti ce la mette … giusto Sarah Cicolini e Marco Pucciotti … pure voi attaccati dallo CHEF RUBIO no ?
Tradizione per me è Azienda. Vedi Adriano Olivetti ..
i gesti cazzo !!!

E visto che le tradizioni o i così detti piatti tradizionali nascevano da esigenze e usi dell epoca … oggi un supplì di Spaghetti ( un grande spaghetto , un grande pomodoro , un buon basilico , una mozzarella vera e panatura all italiana ) è un gioco che forse può dare un pó di orgoglio a tutti … giusto Chef ? Si Chef ? Grazie chef …

TRADIZIONE nessuna pizzeria in teglia alla romana ha provato un percorso ambizioso in USA sistemo il format e chissà se va bene può essere un rompipista per tanti … domani altre compagnie possono contattare colleghi come Franco Sancho Di Lelio , oppure Jacopo Mercuro e tanti altri per fare “concorrenze” e portare questo prodotto romano nel mondo … perché qualcuno a dimostrato che si può fare !!! io anche qui seguo etica assoluta !

3) Per ultimo ce voi tutti in fila indiana ?
Minacciona caro Chef !!!
Me ce metto solo se te stai davanti girato con le mani dietro la nuca a fa le schiaffo del soldato …bem … sai come sonano bene 5 dita sur collo!!! ( semo de Roma dopo che te sei fatto la fila de schiaffi te offro er caffè … giusto ? )

NON T ARRABBBIA’ se fa pè ride non lo farei mai lo giuro .

Voglio sapè che te sta a succede !
Perché stai attaccà tutti a sta maniera !

Noi te volemo bene chef … torna a esse unto e bisunto … fa il lavoro tutto e prima di parlare di noi

VIECCE a CONOSCE
Perché alla fine te sei fatto un idea sbagliata !

Siamo bravi ragazzi e non fa l italiano medio Chef cazzzzo !!!

Critichi il popolo e poi fai lo stesso ?
Fai parte di quegli italiani che perdonano tutto tranne er successo !!!

Però
Pure te è …
chef dai !

Come se fa la carbonara ? Mmmmmm
Che ambasciatore !!!!”

 

E qui un altro screenshot di Rubio

rubio 2

About author

You might also like

Vin méthode Nature, in Francia arriva l’etichetta per i vini naturali (ma è solo l’inizio)

Vin méthode Nature, in Francia hanno dato una definizione giuridica ai vini naturali. Quello che non si è riuscito, o meglio voluto, fare in Italia, dare una definizione giuridica, con …

Ritirata Coca-Cola, filamenti di vetro in alcuni lotti: ecco se c’è da preoccuparsi

Ritirata Coca-Cola, filamenti di vetro in alcuni lotti: ecco se c’è da preoccuparsi. La notizia viene battuta martedì sera dalle agenzie: il ministero della Salute ha richiamato alcuni lotti di Coca-Cola …

chef allo spiedo 3 Comments

Callegari si confessa: “A 50 anni apro un ristorante. Rubio e la tradizione? Farò la pizza con l’ananas”

Chef allo spiedo – Intervista a Stefano Callegari, il re del trapizzino. E’ forse l’uomo che, a Roma, ne sa più di tutti di impasti e farciture. Chef Rubio lo critica su Facebook …

1 Comment

Leave a Reply