Pomodori verdi fritti a Casal Palocco: un film che non si vorrebbe mai veder finire

pizzeria pomodori verdi fritti Casal Palocco

Se dico “Pomodori verdi fritti” ci sono molte probabilità che la maggior parte di voi rispondano “…alla fermata del treno. L’ho visto quel film!”. La vera domanda è: vi piacerebbe rivivere quell’atmosfera e, magari, mangiare i famosi pomodori di cinematografica memoria? A Casal Palocco, poco prima di Ostia, c’è il posto che fa per voi. Il nome? Pomodori Verdi Fritti, of course.

Il locale si trova lungo via dei Pescatori, sotto una fila di imponenti pini marittimi. Il verde e il bianco dominano gli arredi con una stampa a quadrettini adorabile e mobili di legno verniciato. D’estate c’è un piccolo dehors, ma se l’afa e l’umidità hanno la meglio, il consiglio è di valutare un tavolo interno, al fresco del condizionatore.

Il menu è abbastanza ampio e comprende i classici da pizzeria (fritti, focacce, bruschette, crostoni, pizze bianche e rosse più o meno creative), carni alla brace e hamburger (il più famoso, il signature burger, è sicuramente il bacon cheeseburger), sfilatini e dolci da cui difendere la propria linea (e fallire miseramente).

Un piatto che non potete non ordinare (devo davvero dirlo?) sono i pomodori verdi fritti, serviti con una pungente salsa tartara. Asciutti, croccanti, immensamente soddisfacenti se cosparsi da una generosa cucchiaiata di tartara, i “fried green tomatoes” sono la vera essenza del locale. Ogni porzione comprende quattro fette del diametro di un pompelmo, quindi se volete assaggiare altri fritti (e dovreste) l’ideale sarebbe dividerla. Stomaci allenati: ignorate il mio consiglio.

In menu si trovano altri classici della cucina americana come gli onion rings (leggermente insipidi, ma buoni), patate con la buccia tagliate a spicchi e serviti con cheddar o sour cream e stuzzicanti alette di pollo. Ideale da dividere il secchiello di patate a sfoglia fritte, condite con sale e rosmarino.

Veniamo alla pizza: leggermente più spessa della pizza romana, ne conserva la consistenza scrocchiarella e il gusto deciso.

La margherita è ricca di mozzarella filante, quella radicchio taleggio e noci è golosa e bilanciata, la “Capri” (con salsa di pomodoro San Marzano, bufala e tanto basilico) è come ti aspetteresti una pizza classica: saporita e appagante.

Se vi è rimasto un angolino da riempire oppure siete degli irriducibili dello sweet tooth (“c’è sempre posto per il dolce!”), i dolci di Pomodori Verdi Fritti non vi deluderanno. Anche tra i dessert si trovano classici americani (apple pie, pancakes allo sciroppo d’acero, cheesecake) oltre ad un tiramisù componibile e waffles ricoperti di ogni dolcezza (in questo caso less is not more).
La “Oreo Cheesecake” che ho provato aveva una benvenuta nota acida a bilanciare la dolcezza dei biscotti e della salsa al cioccolato.

Buoni anche i waffles (sia nella versione al cioccolato che in quella con crema e fragole).

Il conto è leggermente più alto di quello che vi aspettereste in pizzeria dopo fritti, pizza e dolci (circa 27 euro), ma anche la soddisfazione non è da meno.




I voti di Puntarella

Cucina 7+
Servizio 7
Ambiente 7+

Prezzi

Fried green tomatoes 6 €
Onion rings 4 €
Savoury Wedges 7 €
Crispy Chips bucket 7 €
Capri 8.50 €
Margherita 6 €
Taleggio 8 €

Pomodori Verdi Fritti, Via dei Pescatori 495, Roma. Tel. 06/5212824. Sito

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*