Dove mangiare all’aperto ai Castelli Romani: i ristoranti per pranzo, aperitivo e cena

Dove mangiare all’aperto ai Castelli Romani: i ristoranti per pranzo, aperitivo e cena

Dove mangiare all’aperto ai Castelli Romani. Dopo una lunga astinenza all’insegna di delivery e take away, finalmente è possibile tornare a godere di pranzi e cene al ristorante. In queste giornate primaverili di (quasi) riconquistata libertà una passeggiata fuori porta con annesso pasto al ristorante ai Castelli Romani può essere un buon modo di inaugurare la zona gialla. Ecco quindi la nostra selezione di ristoranti ai Castelli Romani che dal 26 aprile hanno riaperto ai clienti. Speranzosi che il tempo li assista, i ristoratori che dispongono di dehors e spazi esterni sono pronti a ripartire.

Dove mangiare all’aperto ai Castelli Romani

Sintesi

Sintesi Ariccia

Foto di Andrea Di Lorenzo

Sara Scarsella e Matteo Compagnucci in cucina, Carla Scarsella in sala: questi ragazzi hanno dato vita ad uno dei format più affascinanti e fuori dagli schemi del panorama dei Castelli, portando ad Ariccia pesce frollato e fermentazione. Hanno resistito ad un’apertura nel pieno della tempesta epidemica lo scorso marzo 2020 e ad un anno di distanza sono ancora qui, pronti a riaprire il loro dehors. Da mercoledì 28 aprile (il ristorante rimarrà chiuso tutti i martedì mentre dal mercoledì al lunedì sarà aperto per il pranzo e la cena) sarà possibile godere del loro, seppur piccolo, spazio esterno. Il dehors di Sintesi può accogliere 12 persone distanziate, per questo si consiglia vivamente la prenotazione. È stato rinnovato con una copertura anti pioggia e con delle lampade riscaldanti per le serate più fresche. Nel nuovo menu, come sempre rigorosamente scandito dai ritmi delle stagioni e dalla territorialità delle materie prime: Asparagi fermentati e grigliati, cardoncelli e spuma d’uovo (14 euro); Risotto affumicato, battuto di pecora e alloro (15 euro); Leccia, salsa di cozze, erbe e rosa sotto aceto (23 euro). Insieme alle novità anche un evergreen, Spaghettone Monograno Felicetti, ostrica e burro acido (16 euro), e due menu degustazione.

Sintesi. Viale dei Castani, 17, Ariccia (RM). Tel. 06 4555 7597 / 375 5628074. Sito web . Pagina fb.  

Fraschetta Dar Vignarolo

dar vignarolo, ariccia, castelli romani, roma

Foto pagina Facebook Dar Vignarolo

Storica anima della ristorazione locale dei Castelli Romani, le Fraschette continuano a regalare pasti conviviali e tradizionali in un’atmosfera da osteria. La fraschetta Dar Vignarolo offre uno spazio esterno decorato da tavoli di legno e panche, dove consumare, a partire dal 26 aprile sia a pranzo che a cena, ricchi antipasti di salumi, formaggi e porchetta, primi piatti tipici della tradizione romana – come i bucatini all’amatriciana (5 euro), rigatoni con la pajata (6,50 euro), a seconda della disponibilità giornaliera i rigatoni con la coda alla vaccinara (7,50 euro) e un’ottima carne alla brace, il tutto generosamente irrorato dal vino dei castelli.

Dar Vignarolo. Via Strada Nuova, 97, Ariccia (RM). Tel. 06 9332460 / 347 9402161. Sito web. Pagina fb

Ristorante La Credenza

la credenza, marino, castelli romani, roma

Foto pagina Facebook La Credenza

Eleonora Masella è pronta a riaprire la cucina de La Credenza dal 28 aprile. Un po’ antica osteria, un po’ taverna di inizio ottocento, questo locale sorge all’interno di un’antica grotta del ‘600 situata nel cuore di Marino. La prenotazione sarà obbligatoria per pranzare o cenare nel piccolo dehors che potrà ospitare massimo 10 persone. Il locale rimarrà aperto il lunedì ed il martedì, mentre mercoledì, giovedì e venerdì sarà pronto per ospitare i clienti a cena, dalle 19.30 alle 22, ed il sabato e la domenica sarà possibile anche prenotare per il pranzo, servito dalle 12.30 alle 15. Il nuovo menu curato da Eleonora strizza un occhio al Giappone, proponendo ingredienti come funghi shiitake e salsa teriyaki. Ecco una selezione di alcuni piatti che troverete in carta: Bufala in kataifi con gazpacho rosso (7 euro); involtini di verza con pancetta, prugne e crema di zucca (7 euro); gnocchi di patate fatti in casa con cozze, bottarga e katsoubushi (15 euro); maiale in agrodolce con shiitake arrostiti (16 euro); insalata di polpo in salsa teriyaki (18 euro).

Ristorante La Credenza. Via Cola di Rienzo, 4, Marino (RM). Tel. 380 1391267 / 06 9386244. Sito web. Pagina fb

Ristorante Cacciani

cacciani, frascati, castelli romani, roma

Foto sito web Ristorante Cacciani

Lo storico Cacciani riparte dal 26 aprile con pranzi, aperitivi e cene su prenotazione sulla famosa terrazza panoramica. A quasi cento anni di attività, Leopoldo, Paolo e Caterina, terza generazione Cacciani, continuano a proporre i must di famiglia insieme ad una nuova cucina creativa con le primizie del mercato, figlie del gusto della loro terra. Ecco le nuove proposte dal menu della riapertura: Porchettina Frascatana e cruditè (12 euro); fettuccine al ragù bianco ed erbe di caccia (13, 50 euro). Ci sono poi gli intramontabili: Amatriciana, Carbonara, Gricia (13,50 euro a piatto). Tra le proposte super tradizionali del territorio dei Castelli qui sarà possibile trovare la Vignarola: fave al guanciale, piselli al prosciutto e carciofi alla romana (18,50 euro).

Ristorante Cacciani. Via Armando Diaz, 13, Frascati (RM). Tel. 06 9420378 / 06 9401991 / 335 1449454 – 335 1449450. Sito web. Pagina fb

Belvedere 1933

belvedere 1933, frascati, castelli romani, roma

Foto sito web Ristorante Belvedere 1933

Nel 1998 la famiglia Rosica rileva una piccola trattoria che trasformerà in ristorante, dando vita a “Il Belvedere”, così chiamato proprio grazie al panorama che si può ammirare dalla balconata. Uno spazio esterno capace di ospitare 80 persone, dislocate nelle tue terrazze del locale, pronto a ripartire dal 26 aprile con energia e qualche piatto nuovo, dalla cucina semplice ma gustosa degli chef Alain e Nelson Rosica, sostenuti con grinta e determinazione da mamma Titina, colonna portante di questa attività. “Storie in cucina” è il menu che il Belvedere ha dedicato alla riapertura. Ecco una piccola anticipazione dei piatti che dal 26 offrirà il Belvedere: Maritozzo con lesso di scottona alla picchiapò (9 euro); Rocher di manzo bollito alla romana con salsa fredda alle erbe e agrumi (9 euro); Fettuccine, carciofi, pinoli tostati, menta e pecorino (13 euro); Guancia di manzo brasata al cesanese del Piglio (16 euro).

Belvedere 1933. Via Regina Margherita, 29, Frascati (RM). Tel. 06 9419004. Sito web. Pagina fb

Agriturismo Tenuta Santi Apostoli

tenuta santi apostoli, frascati, castelli romani, roma

Dal 26 aprile l’agriturismo Tenuta Santi Apostoli riapre al pubblico il suo spazio esterno vista vigneti, sia per pranzo che per cena, per un massimo di 50 coperti. La struttura propone sempre un menu fisso realizzato con prodotti di produzione propria e di fornitori locali. Il menu che nasce dalla disponibilità e dalla stagionalità delle materie prime cambia dunque settimana per settimana, se non giorno per giorno. La formula base comprende un antipasto ricco con fritti di stagione, salumi e mini supplì o altre preparazioni homemade; due primi piatti, uno bianco e uno rosso; due secondi; un contorno e tris di dolci con caffè e amari (tutto 35 euro a persona). Le porzioni non sono grandissime e si può decidere di ordinare solo alcune portate. 

Agriturismo Tenuta Santi Apostoli. Via S.S. Apostoli 20, Frascati (RM). Tel. 338 4673685 – 06 9408843. Sito web. Pagina fb

Taverna Mari

taverna mari, grottaferrata, castelli romani, roma

Foto pagina Facebook Taverna Mari

Taverna Mari è la trattoria gestita dalla famiglia Mari: Enzo e Fabrizio in sala, mentre Iole e Marianna si dedicano alla cucina fatta in casa che offre il locale. Grazie allo spazioso cortile interno Taverna Mari riapre dal 26 aprile. Il menu offre una selezione di piatti classici della tradizione del territorio. Una territorialità che si rintraccia anche nella carta dei vini, composta in buona parte da etichette di aziende dei Castelli Romani. Alcuni piatti che si potranno scegliere dal menu sono: maltagliati con asparagi (11 euro); Fettuccine fave, guanciale e pecorino (11 euro); Saltimbocca alla romana (13 euro) e Polpette di vitello con carciofi (11 euro).

Taverna Mari. Via Piave 29, Grottaferrata (RM). Tel. 06 93668261. Sito web. Pagina fb

Grazioli Art Bistrot

grazioli art bistrot, park hotel villa grazioli,grottaferrata, castelli romani, roma

Foto pagina Facebook Grazioli Art Bistrot

Il Grazioli Art Bistrot si trova all’interno del Grazioli Park art Hotel,  una struttura risalente al XVI secolo nata come dimore cardinalizia. Dal 26 aprile il bistrot è pronto ad accogliere gli ospiti per pranzo nel suo giardino pensile, tempo permettendo. Dal menu proposte della cucina mediterranea, accompagnate da proposte gluten free, vegetariane, vegane e per ospiti con allergie di qualsiasi tipo. Tra i piatti che sarà possibile trovare presso il bistrot c’è la bresaola di cervo su letto di melone (13 euro) ed i fritti vegetali in tempura di riso (8 euro). Tra i primi i pici al ragù d’agnello aromatizzati al ginepro, su fonduta di caciocavallo (13 euro) ed i tagliolini al cerfoglio, funghi cardoncelli, datterino giallo e fiori di zucca (13 euro), mentre per i secondi a prevalere è il pesce, con il rombo al forno con patate croccanti, olive taggiasche e pomodori secchi (22 euro), filetto di branzino arrosto su crema di peperoni allo zenzero e crudités di verdure (18 euro) o una frittura di calamari e gamberi (15 euro). 

Grazioli Art Bistrot. Via Umberto Pavoni 19, Grottaferrata (RM). Tel. 06 945400 / 391 4121028. Sito web. Pagina fb.

Casa Maggiolina

Casa maggiolina, castelli romani, roma

Dehors Casa Maggiolina

Casa Maggiolina è l’evoluzione della Villa di Maggio che nasce negli anni ’30 come residenza estiva privata. Forse uno dei dehors più belli dei Castelli Romani, casa Maggiolina riapre dal 26 aprile il suo giardino con orto, frutteto e vigneto che può ospitare 50 persone per pranzo, aperitivo e cena. Il menu racchiude proposte diverse, lasciando spazio anche alla pizza. Dal forno a legna anche bruschette e crostone con ciauscolo e provola affumicata (4 euro). Spazio anche ai classici: fritti misti, cacio e pepe (9 euro), la parmigiana di melanzane (6 euro) e le polpette al sugo (10 euro). Tra le proposte dal menu della riapertura Casa Maggiolina propone un’insalata di ciliegie, formaggio caprino e mandorle salate (7 euro); lo stracotto di maiale alla birra (7 euro); il risotto alla rapa rossa e malvasia con crema acidula e olive nere disidratate (14 euro). La carta dei vini si presenta abbastanza corposa, proponendo anche etichette di aziende locali.

Casa Maggiolina. Via Tuscolana 289, Grottaferrata (RM). Tel. 06 33972883. Sito web. Pagina fb

Monte Due Torri Agriturismo

agriturismo monte due torri, genzano, castelli romani, roma

Foto pagina Facebook Agriturismo Monte Due Torri

José, Damiano e Arianna Amici sono i tre fratelli che si occupano dell’agriturismo Monte Due Torri di Genzano, che riparte dal 26 aprile con i suoi 300 posti all’aperto. Per la riapertura il menu sarà ristretto rispetto al classico, sempre però a base di prodotti di produzione propria o comunque locali. Alcune proposte dal nuovo menu: fettuccine al cinghiale (8 euro); gnocchi al tartufo (8 euro); boscatelli ai quattro formaggi con le noci o ravioli rucola, pachino e pinoli (8 euro); antipasto misto del fattore con verdura, salumi, formaggi (12 euro); manzo di amatrice disponibile come tagliata, filetto o bistecca; arrosto di carne mista; abbacchio abruzzese. Fondamentale la presenza ed il lavoro di nonna Lidia che con le sue mani sapienti impasta pasta, dolci (5 euro) – rigorosamente prodotti con le loro uova ed il loro grano – e raccoglie le erbe selvatiche del monte dov’è situato l’agriturismo, destinate ai secondi e ai contorni.

Monte Due Torri Agriturismo. Via Montegiove Nuovo 77, Genzano (RM). Tel. 06 9363276. Sito web. Pagina fb.

Epos Bistrot

Epos bistrot, monte porzio catone, castelli romani, roma

Foto pagina Facebook Epos Bistrot

Epos è l’informale e conviviale bistrot dell’azienda vitivinicola Poggio Le Volpi, situato nella tenuta di Felice Mergè, patron ed enologo delle cantine Poggio le Volpi. Una finestra in vigna, per un’oasi di pace alle porte di Roma tra romantici filari di viti. L’atmosfera è dominata da un’elegante stile country chic che decorerà i pranzi e le cene nei dehors di Epos, capaci di ospitare 100 persone nel rispetto delle norme vigenti, che riaprono dal 27 aprile. A ricevere i clienti è Rossella Macchia, una perfetta padrona di casa e appassionante narratrice dell’anima del luogo. Il Bistrot riaprirà con diverse novità, come il nuovo logo, il nuovo sito web ma soprattutto il nuovo menu, sotto la guida dello Chef Alfonso Crisci, capace di creare un’interessante mix tra le sue origini campane ed i prodotti e tradizioni del Lazio. Nel nuovo menu il carciofo alla carbonara (12 euro) è infatti accompagnato dalla caprese tiepida (14 euro) e dal polpo con patate (16 euro). Tra i primi, mezza candela genovese (14 euro) ma anche rigatoni alla carbonara (12 euro), insieme allo gnocco con scampi e cavolo bianco arrosto (18 euro). Anche i secondi piatti – come il manzo cotto a bassa temperatura con giardiniera (14 euro) ed il calamaro accompagnato da broccoli e cannellini (16 euro) – offrono al cliente la scelta tra la carne ed il pesce. Ottima e variegata la scelta di carni, sia nazionali che internazionali, conservate con il sistema dry aging e cotte alla brace.

Epos Bistrot. Via di Fontana Candida 3/c, Monte Porzio Catone (RM). Tel. 06 9416641. Sito web. Pagina fb

Il Monticello

il monticello, castelli romani, roma

Foto pagina Facebook Il Monticello

Il Monticello, un agriturismo nel cuore dei Castelli Romani, riapre dal 26 aprile il suo vasto spazio esterno in grado di accogliere 100 persone sia per pranzo che per cena. La sua cucina semplice gli dona un tono conviviale e familiare. Famoso per le polpette fritte di bollito, al Monticello è possibile gustare diversi piatti a base di erbe selvatiche provenienti dal loro orto, come le polpettine di ricotta e cicoria con elisir di zibibbo; gli sformatini patate e ramoracci – erba spontanea tipica dei Castelli Romanicon crema di caciocavallo; il panino all’olio allo zafferano monticiano con verdure miste selvatiche ed il crostino con bufala affumicata e misticanza con pesto di aglio e alici. Attualmente tra i primi è possibile gustare anche i tagliolini tirati a mano conditi con le spugnole, dei funghi spontanei.

Il Monticello. Via Romoli 27, Monte Porzio Catone (RM). Tel. 06 9449353. Pagina fb

Up Bistrot

Foto pagina Facebook Up Bistrot

Anche Up Bistrot Enoteca riapre dal 26 aprile, accogliendo nuovamente i clienti nel suo dehors giovane e dinamico, per aperitivi, cene e pranzi con prodotti di stagione e ricette della cucina tradizionale rivisitata e creativa. Tra le proposte per l’aperitivo “Sashimi sakura di salmone”, chips di riso e maionese allo Yuzu (7 euro), tra quelle per il pranzo e la cena: “Merluzzo, cbt su passatina di ceci allo zafferano e aroma di rosmarino” (12 euro); “Cappelletto ripieno di bufala al lime e pesto di menta” (12 euro); “Saltimbocca di rombo” (16 euro). I nuovi orari consentiranno solo aperitivo e cena, dalle 18 alle 22, dal lunedì al sabato, mentre la domenica Up bistrot ospiterà anche il pranzo prolungando l’orario d’apertura dalle 12 alle 22. Gli spazi esterni potranno accogliere 40 persone nel dehors dedicato al pranzo, aperitivo e alla cena, mentre per il dopo cena sarà disponibile anche un ulteriore spazio esterno, in grado di accogliere fino a 50 persone.

Up Bistrot. Piazza Giuseppe Garibaldi 10, Velletri (RM). Tel. 06 9640141 – 366 4523233 – 392 6253256. Pagina fb.  

Benito al Bosco

benito al bosco, velletri, castelli romani, roma

Foto pagina Facebook Benito al Bosco

Il ristorante Benito al Bosco è un’istituzione del panorama gastronomico dei Castelli Romani, che riapre il suo dehors adatto ad accogliere 70 persone, sia per pranzo che per cena, in spazi organizzati per garantire il rispetto delle misure di sicurezza all’esterno, a partire dal 26 aprile. Lo staff di Benito al Bosco chiede gentilmente di prenotare il tavolo, data la particolare situazione. Le ricette saranno quelle di sempre, in una cornice elegante, spaziosa e luminosa, come i paccheri con melanzane, mazzancolle e pecorino; i tagliolini con orata, vongole e telline; la spigola con vellutata di carciofi e carciofi croccanti; le fettuccine con carciofi, guanciale e pecorino; l’agnello farcito con erbe aromatiche.

Benito al bosco. Via Morice 96, Velletri (RM). Tel. 06 9641414 / 06 9632220 / 06 9633991. Sito web. Pagina fb.

Osteria Il Bersagliere

il bersagliere, castelli romani, roma

Foto pagina Facebook Osteria il Bersagliere

L’Osteria Il Bersagliere, un’osteria a gestione familiare nata più di cento anni fa, riapre dal 26 aprile con la sua vasta area esterna, capace di accogliere 100 persone. Mentre il pranzo è sempre garantito, per la cena è consigliato chiamare e chiedere conferma, poiché organizzata a seconda delle condizioni meteorologiche. Il loro menu varia molto a seconda della stagionalità e disponibilità delle materie prime, tuttavia è possibile trovare dei must presenti tutto l’anno, come le tradizionali gricia e cacio e pepe. Ecco alcune delle proposte selezionate dal menu della riapertura dell’Osteria del Bersagliere: Tortino di verza su fonduta di pecorino; melanzane alla parmigiana; carciofo alla giudia con bruschetta; selezione di salumi con patanegra; ravioli con zucca, amaretto, burro e salvia; pappardelle con stufato di cinghiale. Per quanto riguarda i secondi piatti è possibile trovare sia cucinato che carni alla griglia.

Osteria Il Bersagliere. Via Casilina, 41 Km 25, Colonna (RM). Tel. 06 9438032. Pagina fb.   

Dove mangiare all’aperto ai Castelli Romani

 

Puntarella Rossa esiste dal 2009 e dal primo giorno non accetta soldi e contributi da ristoranti.
Se vuoi un’informazione sempre più libera e indipendente, sostieni Puntarella Rossa con una donazione.


About author

You might also like

Dove mangiare all’aperto nel centro storico di Roma: dai fritti di Matricianella fino alla pizza di Emma

AGGIORNAMENTO 2017: I MIGLIORI RISTORANTI DEL CENTRO DI ROMA Dove mangiare all’aperto a Roma, nel centro storico. E dopo il Pigneto, tra una passeggiata e l’altra, arriviamo al centro storico di …

Hotel Butterfly Roma, l’oasi estiva alla Wes Anderson

Hotel Butterfly Roma, Guido Reni District. Una graziosa cameriera in gonnellino e movimenti sincopati finge di spolverare un albero, guardando i clienti con aria professionale, tra l’imbronciato e l’ammiccante. Il …

Nuove aperture 0 Comments

Green Hole Roma: giardini verticali e cucina fusion nello spazio verde indoor di Sant’Eustachio

Green Hole Roma. Ci piace definirlo “progetto verde”, in realtà è il primo concept store d’Italia, uno spazio all’interno del quale si viene totalmente immersi nella natura. In che modo? Lo spazio …