Zia Rilla Roma, a Prati apre un locale divertente dedicato alla pasta fresca

Zia Rilla Roma, a Prati apre un locale divertente dedicato alla pasta fresca

Zia Rilla Roma, a Prati un locale dedicato alla pasta fresca. Tel. 0694890418Una sua nipote la chiama da anni Zia Rilla. Lei è Enrica Sutrini che dopo anni passati in una gioielliera ha deciso di continuare la tradizione di famiglia, partendo dalle basi: mattarello, farina e uova. Ed è proprio il suo nomignolo a dare il nome al nuovo locale che si affaccia a Prati, tra San Pietro e Trionfale. Zia Rilla, appunto. Un locale tutto dedicato alla pasta fresca, dall’ambiente divertente, dove tutti i giorni si preparano ravioli, fettuccine, lasagne, pansotti e tonnarelli da comprare in loco o mangiare a pranzo accomodandosi su uno dei tavoli in legno. Si inizia con la colazione, alle 8 del mattino, quando ad essere serviti sono pancakes e crostate artigianali. L’apertura ufficiale è fissata per giovedì 14 dicembre.

Zia Rilla Roma

L’idea che c’è dietro al piccolo laboratorio è quella di ripercorrere la storia di famiglia. Tutto è iniziato negli anni ’20 del Novecento quando i nonni della proprietaria si trasferirono a Roma dai Castelli Romani. In quelle campagne possedevano terre per la coltura del vino e dell’olio ed iniziarono con un primo ristorante, seguito da un secondo e poi da un terzo e un quarto. Oggi Zia Rilla riapre un laboratorio-trattoria che vuole avere le stesse prerogative di quello dei nonni: spiccata genuinità, semplicità degli spazi e sapori dei vecchi tempi.

Zia Rilla Roma

Così da colazione a pranzo, fino alla cena (su prenotazione), il localino in apertura vicino al Mercato Trionfale si propone come tavola attenta all’artigianalità e al buon mangiare. Ma nulla di troppo elaborato, in quanto il progetto si concentra tutto sulla preparazione della pasta fresca. In cucina lo chef Ruggero Wolleb, 36 anni, origini svizzere e diploma al Cordon Bleu, diverse esperienze anche a Roma in ristoranti prestigiosi come il Giuda Ballerino del Bernini Bristol.

Zia Rilla Roma

Dicevamo dell’ambiente. Gli spazi di Zia Rilla sono divertenti. Legno e colori vivaci rendono l’atmosfera sicuramente accogliente. Segno dell’attenzione di voler ricreare un ristorantino piacevole e non pretenzioso. Lo spazio è diviso in due zone: il ristorante con i tavolini per il pranzo e il laboratorio di cucina, a vista.

Zia Rilla Roma

Ogni giorno da Zia Rilla è possibile acquistare la pasta come in una vera bottega oppure fermarsi per mangiare un piatto tra quelli proposti in lavagna. Per il pranzo viene proposta una formula a 14 euro che comprese un piatto di pasta, un contorno e un dolce. Il menu cambia giornalmente.

Zia Rilla Roma

Tra i primi piatti i menu: Ravioli ripieni con ricotta spinaci (a 25 euro al kg per chi decide di acquistare take away), o con ricotta e porcini, zucca (27), tortelli artigianali (26). Fettuccine al ragù di spigola, tonnarelli al ragù bianco, ravioli piemontesi con crema di mortadella e spuma di parmigiano.

Zia Rilla Roma

La mattina di Zia Rilla inizia con i pancake e crostate fatte in casa (3,5). Colazione americana o continentale (8,5 e 5 euro), plum cake (5) e piccola pasticceria (0,50).

Zia Rilla Roma, Via Famagosta 18, aperto dalle 8 alle 20. Chiuso il sabato pomeriggio e la domenica. A cena aperto solo su prenotazione. Tel. 0694890418. Pagina Facebook

About author

You might also like

Domus Pinsa Roma, impasti ad alta digeribilità nella ‘pizzeria’ al Pantheon

Domus Pinsa Roma. Dopo il primo locale a Velletri e il secondo su via Prenestina, inaugura oggi Domus Pinsa Deluxe in via delle Coppelle, una delle strade più belle e dense di …

Eit Roma, Luigi Nastri apre il Rex con 8 ingredienti (e una seppia cacio e pepe)

Eit Roma, Luigi Nastri e Pino Cau raddoppiano e aprono al Rex. Luigi Nastri, chef dello stellato Stazione di Posta, è stato chiamato da Pino Cau (con il quale già …

H Eitch / Ripa a Roma, dall’aperitivo a tardi nei giardini di donna Olimpia

H Eitch/Ripa a Roma. Diamo il benvenuto all’estate e naturalmente al consueto caldo torrido che spiazza i romani inchiodati in città in attesa delle trepidanti vacanze. Come ogni anno, sulla …