L’Ile Douce Milano, la pasticceria francese in Isola dalla colazione al brunch

L’Ile Douce Milano, la pasticceria francese in Isola dalla colazione al brunch

L’Ile Douce Milano. Tel. 02 4978 0658 Ha da poco aperto nel sempre più fervente quartiere di Isola L’Ile Doucepasticceria di ispirazione francese con laboratorio dalla doppia esposizione, interna e sulla strada. Dalla colazione, alla pausa pranzo (che diventa brunch la domenica), fino al rito del tè, questo locale vuole distinguersi dalle altre pasticcerie nella zona e non solo per la qualità delle  materie prime, la precisione nella tecnica e l’accoglienza da riservare al cliente.

L’ambiente è accogliente, caratterizzato dai colori tenui delle pareti, sui cui sono scritte frasi di autori celebri, dal legno dei tavoli, dalle luci dal gusto retrò: pare proprio di entrare in una pâtisserie parigina, come suggerisce anche il nome, omaggio al nome del quartiere, “l’ile”, e alle dolcezze che ogni giorno qui si possono trovare.

Qui, tra croissant (vuoto 1,30 euro, farcito 1,50 euro), muffin (2,50 euro), macaron (1,50 euro), torte (porzione 3 euro, trancio per la colazione 2,50 euro, per quelle intere è bene prenotare), vanno forte le monoporzioni (4,50 euro) signature: la L’Ile Douce morbida bavarese al pistacchio con aspic di champagne e litchi marinato ai petali di rosa; la Sherazade, crostata con crema di agrumi orientali racchiusa fra un guscio di pastafrolla ed una copertura di meringa; la Smoke con panna cotta ed infusione di tabacco, arricchiata con cocco e passion fruit.

Ci sono poi le monoporzioni saisonnier, che cambiano con le stagioni. Per l’autunno si possono infatti trovare la Pear, un classico eclair di pasta choux, ripeno di pera e cioccolato completato con un craquelin al cioccolato; la Figuier, con fichi freschi, due eleganti strati di meringa au macaron farciti di mousse ai lamponi; persino la simpatica Halloween, proposto in occasione del 31 ottobre e composto da una cheesecake alla zucca con noci pecan e caramello.

Per completare l’offerta ci sono le proposte salate, per uno spuntino o un pranzo veloce: bagel al salmone o vegetariano (5 euro), trancio di pizza del giorno (2,50 euro), fetta di quiche del giorno (2,50 euro). Per il lunch settimanale, in carta proposte classiche come la selezione di jamon iberico e mozzarella di bufala dop (12 euro); la mozzarella di bufala Dop con alici del Cantabrico (12 euro), l’insalata nizzarda (1o euro); o piatti più particolari proposti a rotazione come la guancia di vitello con crema di patate. Anche il salato, come il dolce, è preparato alla perfezione dal  pastry chef Fabrizio Barbato e dal suo staff. La formula per il pranzo consiste in un piatto principale a scelta, dolcetto, acqua e caffè e viene 15 euro.

Nel weekend e nei giorni di festa si può optare per il brunch (25 euro, baby brunch 12 euro): servizio al tavolo, selezione di finger food, pane artigianale, piatto principale a scelta a base di uova (cucinate in molteplici modi), bacon o salmone (e volendo anche l’anatra affumicata), croissant neutro e selezione di finger dolci. Completano l’offerta del fine settimana le crepe suzettes (5 euro).

L’Ile Douce, via Porro Lambertenghi 15, Milano. Tel. 02 49780658 Pagina FB.

About author

You might also like

Eventi 0 Comments

Eventi Milano marzo 2016: Identità Golose al Mi.Co e vodka da Un Posto a Milano

Eventi Milano marzo 2016. La seconda settimana di marzo è costellata dai consueti appuntamenti food e drink di Milano: da Un Posto a Milano c’è l’aperitivo con vodka e focaccia alle mele, al …

Ryukishin by Zen Express Milano, il ristorante ramen bar apre in centro dopo il successo di Expo

Ryukishin by Zen Express Milano. Forte del successo riscosso ad Expo con i due food corner dedicati soprattutto al ramen, Zen Express apre a Milano, in via Ariberto 1, Ryukishin by …

Recensioni 0 Comments

Fancytoast Milano, toast e fantasia da San Francisco a Moscova

Fancytoast Milano Tel. 02 62086072. Il nuovo momento di gloria che stanno vivendo il pancarrè classico o il pane in cassetta fatto con farine più inconsuete, ormai è fenomeno conclamato dalle decine …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply