I migliori ristoranti giapponesi di Firenze, tra novità e conferme spunta il ramen al lampredotto

I migliori ristoranti giapponesi di Firenze, tra novità e conferme spunta il ramen al lampredotto

enoteca_luce2

I ristoranti giapponesi a Firenze tra nuove aperture e conferme. La patria del lampredotto e della bistecca alla fiorentina ha da sempre un feeling particolare con sushi, sashimi e maki. Una nuova avanzata di locali dedicati alla cucina del sol levante si sono affacciati negli ultimi mesi a Firenze. Dall’Enoteca Luce che propone il ramen di lampredotto al kaiten sushi Wasabi dietro palazzo Medici Riccardi fino ai grandi classici: Momoyama, Kome e Koko.

Viale Talenti

Enoteca Luce

enoteca_luce1Il nome non deve trarre in inganno, si tratta di una new entry a Firenze per chi ama il ramen. Enoteca Luce si trova all’Isolotto e propone secondo la moda fusion piatti toscani e specialità della cucina tradizionale giapponese. In menu udon e gyoza, zuppa di miso e perfino il ramen al lampredotto; non manca la versione vegetariana di molti dei piatti proposti. Il valore aggiunto del locale, che è un’enoteca con una proposta di etichette interessanti e una bella selezione di birre nipponiche, è la chef giapponese Miyako Taguchi ribattezzata Ramen girl. Enoteca Luce è facilmente raggiungibile anche in tramvia, fermata Sansovino, ed è aperta da mattina a sera, ad eccezione della domenica.
Enoteca Luce, viale Talenti, 144. Prezzi 30-40 euro.

Via dei Ginori

Wasabi

wasabiWasabi è un ristorante kaiten sushi, quindi i piatti passano su un rullo e i clienti, comodamente seduti al tavolo, seguono l’ispirazione del momento e si servono da soli, man mano che le portate scorrono sul nastro trasportatore. Il locale ha subito conquistato fiorentini e turisti per la formula dell’all you can eat a prezzi davvero low cost. Il menu spazia dalla cucina giapponese con concessioni a quella cinese. Buono il rapporto qualità-prezzo, ampio il locale (circa 100 i posti), in una posizione strategica del centro.
Wasabi kaiten sushi, via dei Ginori 20/r. Pranzo 15 euro, cena 18 euro.

Vicolo dell’Oro

The fusion bar

fusion_bar

Il Fusion bar&restaurant è l’indirizzo giusto per chi voglia assaggiare a Firenze la cucina Nikkei, nata in Perù dall’incontro tra la tradizione culinaria degli emigranti giapponesi e l’approccio sudamericano al cibo. A portare in città questo raffinato mix di sapori e cultura è la Lungarno Collection. Il menu, da poco “rinfrescato” e arricchito di ricette in vista dell’estate propone: sushi di patate gialle, bianche e viola con insalata di pollo, tonno in tempura con insalatina di quinoa in agrodolce, maki con arancia, acciughe e briciole di pane, ceviche di pesce marinato in leche de tigre, maki con chianina e foie gras glassato. Interessante e originale la selezione di cocktail.
The fusion bar&restaurant, vicolo dell’Oro, 3. menu degustazione 35-40 euro.

Borgo S. Frediano

Momoyama

momoyama2

Il Momoyama è il Momoyama. Nel bene e nel male, impossibile non parlarne e soprattutto provare almeno una volta il suo celebre sushi. E’ il ristorante giapponese per eccellenza. Locale molto di tendenza, mobili di design e bianco ovunque, propone una cucina fusion all’insegna della fantasia e della creatività. Da provare il momomakasè dello chef con la sua selezione di sushi e sashimi, il momospecial roll di cernia e avocado, il momosummer roll, il momocod (merluzzo nero dell’Alaska in salsa di misoe il momospecial la tartare di gambero rosso e sashimi. Celebri le rivisitazioni, come il momotruffle con i tartufi Savini.
Momoyama, Borgo San Frediano, 10/r. Prezzi 60-70 euro.

Ponte alle Mosse

Niwa

niwa2
Niwa, cucina giapponese e thailandese secondo le preferenze. Sushi di ottima qualità e un menu particolarmente attento ai piatti di pesce. Da provare l’uramaki dello chef e l’antipasto di mare thai, il riso saltato con polpa di granchio, i gamberoni alla piastra con curry rosso da abbinare con le verdure saltate al latte di cocco e curry. Buona la presentazione dei piatti, personale molto cordiale e disponibile. Il giardino verticale, insieme a quello zen, servono a caratterizzare l’ambiente.
Niwa, via del Ponte alle Mosse 16/r. Prezzi a partire da 50-60 euro.

Via dei Benci

Kome

kome

Il Kome è sushi e bbq restaurant e l’una e l’altra attività si svolgono in perfetta autonomia grazie alla disposizione su due livelli del ristorante, realizzato all’interno di un palazzo del Trecento. Il kaiten sushi è un vero girone infernale per chi ama il giapponese. Non è appagato solo il palato all’assaggio anche l’occhio con piattini di vari colori e una presentazione di sushi, sashimi, zuppe e uromaki che passano su un rullo trasportatore direttamente davanti al lungo tavolo a bordo kaiten e sono preparati da veri chef nipponici. Al piano superiore, ogni tavolo offre la possibilità di assaggiare alla piastra vari tipi di pesce e carne con salse a scelta grazie a un fornello incorporato e a un sistema di aspirazione che cattiva fumi e cattivi odori. 
Kome, via dei Benci, 41/r. Prezzi 40-50 euro.

Piazza Ferrucci

Koko

koko1Koko è un ristorante giapponese che punta sul menu creativo e  la fantasia dello chef brasiliano, sempre pronto a conferire un tocco di colore in più al rigore dei piatti giapponesi. Carpacci e tataki sono freschissimi, la proposta di chirashi e maki infinita. Da provare il Gunkan fuoco, (salmone, erba cipollina, crema di formaggio e salsa dello chef flambè) che viene portato al tavolo “alla fiamma”. Il locale non ha la formula all you can eat ma spesso a pranzo ci sono delle promozioni.
Koko, piazza Ferrucci, 4-5/r. Prezzi 40-50 euro.

Borgo Pinti

Iyo sushi

Iyo_sushi

E’ la trattoria del sushi a Firenze. Una piccola sala con pochi tavoli, quindi bene prenotare, dove ci si accomoda dopo aver preso piatti, bicchieri, bacchette e acqua. Il servizio come l’ambiente è spartano ma la bontà e l’abbondanza dei piatti ripaga gli sforzi. Si ordina e ci si siede, contemplando il cuoco giapponese in azione nella cucina a vista. Il locale così ruspante rispetto al minimal che impera negli altri ristoranti, ha una marcia in più proprio grazie a Toshifumi Mitsubiki. Da provare l’okonomiyaki (una omelette agrodolce, con all’interno verdure croccanti), le alici fritte e marinate e il lampredotto don. 
Iyo Sushi, Borgo Pinti, 25/r. Menu Iyo Iyo 15 euro. Telefono: 338/7653069.

About author

You might also like

I migliori ristoranti di Firenze secondo Enrica Della Martira: “Ecco i miei cinque locali da Masterchef”

I migliori ristoranti di Firenze secondo Enrica Della Martira. Da oggi comincia a collaborare con Puntarella Rossa una delle protagoniste della scorsa stagione di Masterchef, la giovane e tostissima Enrica Della Martira, …

Sushi a Firenze, 5 indirizzi (più uno) per chi ama la cucina giapponese

Sushi a Firenze, le nostre cinque scelte (più un extra) per chi ama la cucina nipponica. Ristoranti cinesi che dal giorno alla notte si trasformano in giapponesi, ma con personale coreano. …

Satori a Firenze, l’ex pizzeria diventa un tempio della cucina fusion

Satori a Firenze, il nuovo ristorante per chi ama la cucina giapponese. L’ex pizzeria Pepe di via Pacinotti è diventata Satori, il tempio della fusion con un menu che rende …