Cene segrete a Firenze, “Supper Club” come a New York

Cene segrete a Firenze, “Supper Club” come a New York

cuisine collectif cene segrete firenze

Cene segrete a Firenze in modalità “Supper Club” come a New York. In estrema sintesi: si va a cena a casa di qualcuno (ma non si sa da chi né dove fino a un paio d’ore prima), si mangia insieme a perfetti sconosciuti (ma si socializza tutta la sera) e il menu è a sorpresa (ma cucinato da uno chef che ha girato il mondo). 

Dopo il successo del format “Supper Club” all’estero (ma anche a Milano), Firenze si fa cosmopolita e accoglie le cene segrete sotto il Cupolone. Ad organizzarle è il Cuisine Collectif, collettivo di cuochi, amanti della cucina e creatori di eventi, nato essenzialmente dall’estrosa mente di uno chef (Matthew) e di una organizzatrice di eventi culinari (Arianna).
In pratica funziona così: ci si iscrive all’evento che ci interessa (senza sapere né dove né con chi ci si siederà a tavola) e poi si aspettano fiduciosi ulteriori dettagli via mail o telefono. Gli indizi vengono svelati un po’ alla volta: prima la zona della città (in questo caso, appunto, Firenze) in cui si terrà la cena, poi l’orario, poi qualche accenno al menu. Infine, un paio d’ore prima dell’ora X, viene comunicato l’indirizzo completo.

cuisine collectif cene segrete firenze (2)

Sfruttando i viaggi e le esperienze lavorative fatte a giro per il mondo, lo chef propone di solito cibi etnici e fuori dal comune. A me è capitata una cena ispirata al “Triangolo d’oro”, sapori d’Oriente conditi da una vista straordinaria sulla Cupola del Brunelleschi. Come antipasto una sorta di involtini primavera ma crudi e più leggeri, mentre il main course era a base di carne e verdure di vario tipo, da cuocere su particolari “gratelle” made in Laos. Situazione divertente se non hai problemi a condividere la brace con qualcuno (non ci portare l'amico schizzinoso).
Chi soffrisse di intolleranze o allergie è pregato di comunicarlo per tempo, onde evitare di restare a becco asciutto. Il vino in tavola è bio, a mescita (e per quel che ho provato onesto). Ma è gradita usanza portarsi la propria bottiglia da casa. Anche il prezzo è onesto: 25 euro, compresa la compagnia, le nuove conoscenze e l’impagabile esperienza di curiosare in casa d’altri.
I padroni di casa si siedono insieme agli invitati, Matthew e Arianna si uniscono in genere a fine pasto a fare due chiacchiere. L’atmosfera è molto friendly e può capitare di trovarsi a cena su un terrazzo del centro, con vista sul Duomo di Firenze, o in mezzo a pezzi di design. Oppure in appartamenti da comuni mortali: Cuisine Collectif, infatti, è sempre in cerca di padroni di casa desiderosi di candidarsi come ospiti.

cene segrete firenze duomo

Non esiste un “commensale tipo”, ma l’età media dei partecipanti è più vicina ai 35 che ai 25. E tutti hanno voglia di chiacchierare: se ne hai voglia, dopo cena puoi anche proseguire la serata a bere qualcosa fuori.
La prossima cena segreta è in programma per giovedì 19 febbraio 2015, mentre venerdì 27 febbraio si replica in versione “deluxe”. Se poi tra un involtino thai e un frutto di mare ti viene voglia di imparare a cucinare ci sono anche i corsi di “cucina ruffiana”, pensati per realizzare piatti semplici ma d’impatto (sia dal punto di vista delle papille che delle pupille).

Info: http://cuisinecollectif.eu/

 

About author

You might also like

Birraio dell’Anno 2014 a Firenze, sfida all’ultimo assaggio

Birraio dell'Anno 2014: sarà una sfida all'ultimo assaggio per conquistare il titolo che sarà assegnato giovedì 22 gennaio 2015, allo Spazio Alfieri di Firenze a partire dalle 19,30 con un evento aperto al …

Brunch Firenze aprile 2016: pranzo della domenica da Reale, nuovo menu da Madame

Brunch Firenze aprile 2016, sabato 23 – domenica 24. Reale propone il menu delle grandi occasioni nell’attesa dell’apertura dello spazio esterno, mentre Madame ha rinnovato il menu con l’arrivo della bella stagione.

Firenze Gelato Festival, vince il gusto ‘pecorino fiore sardo dop con pere caramellate al miele di Sulla’

Firenze Gelato Festival, vincono i gusti più strani. Fragola, cioccolato o limone? Che ne dite invece di un gelato al pecorino fiore sardo dop con pere caramellate al miele di Sulla? Non si …