Red Feltrinelli a Firenze, vi raccontiamo com’è mangiare tra i libri (e com’è il porkburger)

porkburger RED

Red Feltrinelli a Firenze, l'inaugurazione. Settecento metri quadri, un ristorante da 70 coperti e 20 mila titoli sugli scaffali. Lo avevamo annunciato qualche giorno fa: in piazza della Repubblica, nei locali fino a qualche tempo fa occupati dalla storica libreria Edison, è nata Red, acronimo di "Read Eat Dream", la nuova creatura del gruppo Feltrinelli nata con l'obiettivo di fondere il piacere della letteratura con quello della buona tavola. Praticamente un ristorante in mezzo a una libreria. O il contrario, a seconda dei punti di vista. Il tutto – è il cuore della proposta – all'insegna della qualità: quella dei prodotti utilizzati in cucina, in particolare, è garantita sulla carta da un accordo con l'università di Scienze gastronomiche di Pollenzo, i cui tecnici hanno selezionato una serie di produttori alimentari toscani, presenti con le loro prelibatezze anche sugli scaffali di una piccola sezione-supermercato.

IMG_3801

A giudicare dall'inaugurazione, martedì scorso, la città sembra aver accolto di buon grado la novità: la serata si è risolta in un bagno di folla, decisamente troppa per apprezzare il luogo. Abbiamo deciso di tornare l'indomani, per pranzo, trovando il negozio ancora molto affollato e un bel po' di coda da fare prima di ottenere un tavolo libero. L'attesa, in ogni caso, passa presto: il ristorante, al piano terra, fa parte a tutti gli effetti della libreria, con i tavoli allestiti tra gli scaffali, e mentre si aspetta si può sfogliare un saggio sulla prima guerra mondiale pescato da un'apposita sezione o, per restare in tema, l'ultima fatica di Jamie Oliver.

Red Firenze

La libreria, come la vecchia Edison, prosegue al primo piano – ai più nostalgici farà piacere sapere che lo "scalone" a chiocciola è rimasto lo stesso – e nell'altana, con le sezioni dedicate ai viaggi e alla saggistica. Agli scaffali, di legno e metallo, si alternano comode poltrone di pelle, un pianoforte, e qualche computer da consultazione. C'è anche un piccolo spazio con giochi per i bambini.

Red firenze

Arriva il nostro turno, ci sediamo per ordinare. Il menu del giorno propone due primi (pici all'aglione o testaroli della Lunigiana al pesto), tre secondi (polpo alla livornese, carpaccio di vitellone con insalata primaverile e "porkburger") e tre tipi di insalata. Optiamo per un'insalata di farro della Garfagnana con fagiolini, olive taggiasche, pecorino toscano Dop fresco e basilico e per il porkburger. Che è la vera sorpresa della giornata: un hamburger di maiale aromatizzato al tartufo nero e olive con scamorza bianca, indivia e maionese alla rucola. La carne (quella dell'Antica Macelleria Falorni di Greve in Chianti) è squisita, tenera e ben cotta, il sapore è delicato, ottime e abbondanti le chips di patate di accompagnamento. 

insalata di farro RED

Da bere acqua naturale e, a seguire, una torta al cioccolato (la "dolcezza del giorno") e due caffè. Il servizio è un po' disordinato ma rapido, lo scontrino finale di 29,50 euro. A cui si aggiungono 25 euro di libri, visto che a tutto sappiamo resistere, tranne che alle tentazioni.

IMG_3838
Prima di uscire diamo un'occhiata al bancone, dove ci si può sedere per un caffè o per consumare uno spuntino: esposti ci sono muffin e focacce dall'ottimo aspetto e, tra le alternative, c'è anche il classico panino al lampredotto, al prezzo di 4 euro. E proprio al re del cibo da strada fiorentino scopriamo che sarà dedicato uno dei primi incontri ospitati dalla libreria, il prossimo 13 maggio alle 18.30: protagonista Leonardo Torrini, lo storico trippaio di Gavinana. 

Red Feltrinelli Firenze, piazza della Repubblica, 36

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*