Pure Vins Vivants, i vini puri e vivi contro la pastorizzazione flash bio e la filtrazione tangenziale Demeter

Pure Vins Vivants, i vini puri e vivi contro la pastorizzazione flash bio e la filtrazione tangenziale Demeter

Pure Vins Vivants, nuova etichetta contro la pastorizzazione flash del bio e la filtrazione tangenziale Demeter. Un vecchio detto dice che se vuoi fare il puro, c’è sempre uno più puro di te che ti epura. Detto che sembra attagliarsi alla comunicazione inviata da Jean-Pierre Frick, nella quale si criticano alcune nuove regole ammesse ora nei disciplinari dei vini biologici e di quelli Demeter, che è una delle certificazioni per i vini biodinamici.

Succede che dal prossimo anno sarà autorizzata nei vini biologici (definizione, e relativa etichetta, disciplinata  da una normativa europea) la cosiddetta “Flash Pasteurisation“. In soldoni, si tratta di una pastorizzazione rapida, di alcuni secondi. Qui una ricostruzione storica dell’utilizzo della pastorizzazione nel vino, a cominciare da Pasteur, a opera di Dario Bressanini. Pastorizzare vuol dire di fatto riscaldare il vino per pochi secondi ad una temperatura compresa tra i 60 °C e i 100 °C. Da anni la pastorizzazione è un metodo che non viene più usato e anche Caviro ha negato che venga usata per il Tavernello. Ma la pastorizzazione rapida, in qualche caso, viene usata. Con effetti molto negativi, per i seguaci dei vini naturali, che vedono nel riscaldamento del vino un modo per spegnerne la vitalità.

Non bastasse aggiunge Frick,  la filtrazione “tangenziale”  (quelle che si fa facendo fluire il vino parallelamente alla superficie del filtro) è ora permessa nei vini certificati Demeter “nonostante la nostra ferma opposizione”. “Questo significa – dice Frick – che si troveranno sul mercato sempre più vini morti biologici o non biologici, ma con la scritta: senza solfiti”. Conclusione: “Per questo motivo la comunicazione sui vini senza solfiti e senza ulteriori additivi e senza trattamenti fisici violenti sarà molto importante nell’immediato futuro ed è per questo motivo che sui nostri vini scriveremo: “Pure Vins Vivants”, vini puri e vivi”.

About author

You might also like

Sagra degli spaghetti all’amatriciana 2018, a due anni dal terremoto torna l’evento ad Amatrice

Sagra degli spaghetti all’amatriciana 2018, Amatrice. Torna a fine mese l’appuntamento gastronomico e culturale che ha da sempre animato le vie del piccolo comune del Lazio: la sagra degli spaghetti …

L’Arshura, il vino senza tempo della Roccia Valter Mattoni (con crostata frangipane alle mandorle)

L’Arshura, il vino senza tempo della Roccia Valter Mattoni (con crostata frangipane) Prima di finire a fare da oste ovvero intrattenitore, consigliere, confidente e portapiatti tra i tavoli del mio …

News

De Franco di ‘A Vita sulla Cirò revolution: “La rinascita del vino calabrese, con Gaglioppo e Mantonico”

De Franco di ‘A Vita sulla Cirò revolution. Alle lezioni della Federazione italiana sommelier, qualche mese fa il bravo Giovanni Lai, arrivato alla Calabria, storceva il naso: “Non è la mia …