Viniveri Assisi 2020, 60 piccoli vignaioli e 200 vini in degustazione (aspettando Cerea)

Viniveri Assisi 2020, 60 piccoli vignaioli e 200 vini in degustazione (aspettando Cerea)

Viniveri Assisi 2020. Vini secondo natura, il 13 gennaio prossimo, ad Assisi, in provincia di Perugia, come vetrina della storica manifestazione, Viniveri di Cerea (Verona) dal 17 al 19 aprile 2020. I veri protagonisti, in entrambi gli appuntamenti, sono i vini prodotti da piccoli vignaioli che praticano un approccio produttivo artigianale, sostenibile ed ecocompatibile: operano cioè senza l’uso della chimica di sintesi in vigna e senza l’uso di addizioni e stabilizzazioni forzate in cantina.

viniveri assisi 2020

I numeri: 60 produttori con oltre 200 etichette di vino in degustazione per la terza edizione dell’evento targato Consorzio ViniVeri, che si terrà il 13 gennaio 2020 dalle 10 alle 17, nelle sale dell’Hotel Valle di Assisi – via San Bernardino da Siena 116 – Santa Maria degli Angeli (PG).

I nomi: dalla fine potenza dei nebbioli di Rinaldi e Rivella al Moscato passito di Ezio Cerruti ed altre espressioni piemontesi come Cascina delle Rose, Cascina Fornace, Laiolo Reginin, Andrea Tirelli.
Tante le bollicine naturali, dai prosecchi col fondo di Casa Coste Piane, Cà dei Zago e Carolina Gatti a quelle di Emilia sur lie con Angol d’Amig, Crocizia, Podere Giardino, Podere Cipolla e TerraQuilia.
I vini macerati friulani di Ronco Severo, La Castellada, Dario Princic e i produttori del Carso Vodopivec, Zidarich e Skerlj. Fino agli sloveni Mlečnik, Slavček e Šuman.
E ancora, il Veneto Breganze di Fattoria La Costa, la Toscana di Carla Simonetti, Podere Luisa, Pierini & Brugi, Le Calle, Pian del Pino, Poggio di Cicignano, Vitae. L’Umbria con il Sagrantino di Paolo Bea, Raina e i vini di Cantina Ninni. Le Marche, tra Bordò e Montepulciano, con Oasi degli Angeli, Valter Mattoni, Maria Letizia Allevi, Irene Cameli, Maria Pia Castelli, Aldo Di Giacomi, Clara Marcelli.
Il Montepulciano d’Abruzzo di Praesidium e Francesco Massetti, il Lazio con il vino prodotto dalle suore di clausura del Monastero Trappiste di Vitorchiano, i vini del Vecchio Poggio e il Cesanese di La Visciola, Gioacchino Milana, Carlo Noro, la Campania di Casebianche e Zampaglione “Don Chisciotte” , la Sicilia con il Censo, Grottafumata e il passito di Pantelleria di Ferrandes.
Non mancherà la Francia naturale con Philippe Pacalet e gli Champagne di Charlot Père & Fils.
Come sempre saranno presenti anche alcuni produttori di eccellenze agroalimentari del territorio come Agrisperanza 1892, i salumi de i Fondi, il Birrificio dei Perugini, la Roveja di Civita di Cascia, lo zafferano di Ro.Lo oltre a Valle Scannese con i formaggi bio dal Parco Nazionale d’Abruzzo.

viniveri assisi 2020

Le cene con i produttori: la sera prima di Viniveri Assisi 2020, domenica 12 gennaio, spazio alle cene con i produttori in vari ristoranti della zona intorno ad Assisi: Foligno, Umbertide, Bastia Umbra, Corciano e tante altre localita della provincia perugina ospiteranno i produttori, i loro vini, le loro storie. Tutte le cene sul sito.

Quando: 13 gennaio 2020 dalle 10 alle 17 (12 gennaio cene con i produttori)

Costo: biglietto giornaliero 25 euro

Viniveri Assisi 2020 @ Hotel Valle di Assisi – via San Bernardino da Siena 116 – Santa Maria degli Angeli (PG) Sito

About author

You might also like

Stelle Michelin 2019, Mauro Uliassi è il nuovo 3 Stelle (ma c’è anche Cannavacciuolo)

Stelle Michelin 2019, Mauro Uliassi ottiene le 3 Stelle. Si è svolta questa mattina la cerimonia consueta di premiazione della Guida Michelin 2019.  Guida che assegna premi dal lontanissimo 1889 …

Vino

De Franco di ‘A Vita sulla Cirò revolution: “La rinascita del vino calabrese, con Gaglioppo e Mantonico”

De Franco di ‘A Vita sulla Cirò revolution. Alle lezioni della Federazione italiana sommelier, qualche mese fa il bravo Giovanni Lai, arrivato alla Calabria, storceva il naso: “Non è la mia …

Non aprite un ristorante (o almeno pensateci bene), elogio della nuova trattoria

Non aprite un ristorante (o almeno pensateci bene). Basta frequentare i locali e chi vive nel mondo della ristorazione, per capire che c’è qualcosa che non va. Il turn over …

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply